Vai al contenuto
iabigiu

Spese straordinarie - la sospensione delle quote straordinarie di accantonamento per prossimi lavori di ristrutturazione

Salve, sono Mario, chiedo cortesemente se posso chiedere all'amministratore del mio condominio, la sospensione delle quote straordinarie di accantonamento per prossimi lavori di ristrutturazione, per motivi di famiglia. grazie

iabigiu dice:

Salve, sono Mario, chiedo cortesemente se posso chiedere all'amministratore del mio condominio, la sospensione delle quote straordinarie di accantonamento per prossimi lavori di ristrutturazione, per motivi di famiglia. grazie

Puoi certamente chiederlo tenendo presente, comunque, che se l'accantonamento è per lavori di ristrutturazione già deliberati dovrai onorare il debito nei confronti degli altri condòmini che sosterranno anche la tua spesa, nel momento in cui andrete ad eseguire i lavori

iabigiu dice:

Salve, sono Mario, chiedo cortesemente se posso chiedere all'amministratore del mio condominio, la sospensione delle quote straordinarie di accantonamento per prossimi lavori di ristrutturazione, per motivi di famiglia. grazie

Purtroppo per te l'amministratore non ha questo potere, eventualmente puoi chiedere all'amministratore di porre il tuo problema all'attenzione dell'assemblea che potrà esentarti o sospendere/rimandare il pagamento delle spese a tuo carico, però devi sapere che l'eventuale decisione dovrà essere approvata all'unanimità con 1000/1000

Tullio Ts dice:

Purtroppo per te l'amministratore non ha questo potere, eventualmente puoi chiedere all'amministratore di porre il tuo problema all'attenzione dell'assemblea che potrà esentarti o sospendere/rimandare il pagamento delle spese a tuo carico, però devi sapere che l'eventuale decisione dovrà essere approvata all'unanimità con 1000/1000

Vedi Tullio, hai ragione....ma in certi casi come questo, tendo a superare l'iter: io non starei neppure a chiedere, semplicemente comunicherei all'amministratore che non ho piu' la possibilità di pagare, ben consapevole che altri lo dovranno fare al mio posto e quindi che faro' di tutto per onorare i miei impegni, ma nel momento in cui non posso...non posso, punto. So, che da un certo punto di vista non è corretto, ma nessuno puo' obbligare qualcuno ad adempiere quando non ha la possibilità di farlo.

Sono d'accordo che, comunque, la tua risposta sia piu' "canonica" e quindi corretta.

grazie ragazzi, la mia sarebbe una sospensione momentanea per poi riprendere i pagamenti

iabigiu dice:

grazie ragazzi, la mia sarebbe una sospensione momentanea per poi riprendere i pagamenti

bisogna vedere se la tua sospensione può  pregiudicare o meno il ritardo dei lavori per i quali l'assemblea ha deciso di creare un fondo cassa.

Danielabi dice:

Vedi Tullio, hai ragione....ma in certi casi come questo, tendo a superare l'iter: io non starei neppure a chiedere, semplicemente comunicherei all'amministratore che non ho piu' la possibilità di pagare, ben consapevole che altri lo dovranno fare al mio posto e quindi che faro' di tutto per onorare i miei impegni, ma nel momento in cui non posso...non posso, punto. So, che da un certo punto di vista non è corretto, ma nessuno puo' obbligare qualcuno ad adempiere quando non ha la possibilità di farlo.

Sono d'accordo che, comunque, la tua risposta sia piu' "canonica" e quindi corretta.

Nessuno puo' obbligare qualcuno ad adempiere quando non ha la possibilità di farlo?

 

Si che si può obbligare a pagare, c'è il Decreto Ingiuntivo e poi il pignoramento.

 

E ripeto, l'amministratore non ha il potere di esonerare il condomino a non pagare o rimandare il pagamento, e se ligio al suo compito dovrebbe girare la domanda all'assemblea.

iabigiu dice:

grazie ragazzi, la mia sarebbe una sospensione momentanea per poi riprendere i pagamenti

La tua sospensione temporanea la devi concordare con l'assemblea perchè se si tratta di accantonare denaro per iniziare i lavori tra sei mesi e tu paghi la somma tutta tra sei mesi, in definitiva il condominio non subisce un danno perchè significa soltanto che i tuo i soldi restano fermi nella tua tasca anzichè stare fermi nella cassa del condominio.

 

Se, invece, senza i tuoi soldi non possono iniziare i lavori, capirei bene che blocchi i lavori al condominio e se è vero che nessuno può costringerti a pagare con soldi che non hai, con un decreto ingiuntivo possono costringerti, nel caso peggiore, fino a mandare la tua casa all'asta per recuperare la tua quota.

 

Ora, per prima cosa vai a parlarne con l'amministratore che conosce lo stato di salute della cassa ed eventualmente chiedi di discuterne in assemblea.

×