Vai al contenuto
aldobagno

Sottotetto pertinenza degli ultimi piani?

Ciao, vorrei conoscere le condizioni affinchè un sottotetto possa essere considerato pertinenza dell'edificio posto all'ultimo piano. Oggi l'amministratore di condominio mi ha inviato una raccomandata dove mi chiede di fornire entro tot giorni prova documentale di proprietà del sottotetto (es. rogito ecc). I condomini affermano si tratti di parte comune. Mi sembra una cosa palesemente infondata perchè:

1)la natura del sottotetto di un edificio può ritenersi comune, se esso risulti in concreto, per le sue caratteristiche strutturali e funzionali, oggettivamente destinato (anche solo potenzialmente) all’uso comune o all’esercizio di un servizio di interesse comune (Cass. civ., 23 luglio 2012, n. 12840; 12 agosto 2011, n. 17249; 29 dicembre 2004, n. 24147; 19 dicembre 2002, n. 18091). Il sottotetto in questione è

a)una camera chiusa, murata verso l'esterno e raggiungibile solo con una scala interna dalla mia abitazione

b)la parte più bassa è inferiore a 2,4mt pertanto non è abitabile, infatti DM Sanità del 5 luglio 1975 «Modificazioni alle istruzioni ministeriali 20 giugno 1896, relativamente all'altezza minima ed ai requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione» prescrive (art. 1) che «L'altezza minima interna utile dei locali adibiti ad abitazione è fissata in m 2,70 riducibili a m 2,40 per i corridoi, i disimpegni in genere, i bagni, i gabinetti ed i ripostigli». Con questi presupposti, quindi, sarebbe difficile pensare ad un

utilizzo abitativo del sottotetto.

c)sono presenti tramezzature interne nel perimetro del tetto che corrispondono a ciascuno degli appartamenti sottostanti, ciò fa desumere che il bene sia di pertinenza delle unità abitative dell'ultimo piano (Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 26833/11; depositata il 13 dicembre dove afferma che: "Qualora il bene fosse stato di pertinenza delle unità abitative di ultimo piano, sarebbe stato logico presumere la presenza quantomeno di una tramezzatura interna corrispondente a ciascuno degli appartamenti sottostanti. Sulla base di questi elementi di fatto, la Cassazione ha accolto la domanda ritenendo che il sottotetto fosse condominiale.)

Ora faccio qualche domanda..quadra la mia interpretazione?

1)Devo acquisire la planimetria del terrazzo dove figura che il terrazzo sia chiuso? Come la ottengo (scusate sono un pivello), Dall'ufficio del catasto?

2)come altro posso dimostrare che il sottotetto sia una camera d'aria a beneficio degli ultimi piani e non parte comune?

3)secondo voi devo dare tutte queste spiegazioni al condominio? (l'amministratore agisce in virtù di una delibera del condominio) ma qui se il sottotetto è pertinenza del mio appartamento, l'amministratore è legittimato ad agire su questioni riguardanti parti comuni, non su questo?

Domanda cattivella: su tale delibera (verbale di assemblea) si dice solo "il condominio delibera di voler agire ecc.."

4)vorrei sapere da quale condomino è partita tale volontà, non dovrebbe essere indicato in verbale (non lo è)? L'amministratore è obbligato a darmi nome e cognome?

ma il punto è proprio questo..io non ho diviso ciò che era unito e usufruibile da parte dei condomini, perchè ripeto il sottotetto è una stanza chiusa cui non si accede dall'esterno, peraltro ho trovato una planimetria dove quella stanza è censita come "non praticabile".

 

 

..è proprio questo il punto..non ci si accede..se non da una scala interna del mio appartamento..

 

 

Dal 18 giugno ha ragione il condominio

 

_______________

"Il mondo è di colui che sogna e corre il rischio di vivere i propri sogni"

Scritto da aldobagno il 30 Mag 2013 - 08:43:49: Scusa potresti spiegarti meglio? Cambia qualcosa con la riforma?

 

 

Si, in particolare all,art. 1117 punto due

 

_______________

"Il mondo è di colui che sogna e corre il rischio di vivere i propri sogni"

..è proprio questo il punto..non ci si accede..se non da una scala interna del mio appartamento..

-------------------------------------------------------------------------

Se è stata fatta dal costruttore,il solaio è di pertinenza del tuo appartamento.

Se si poteva accedere solo dall'esterno dei tuoi locali,allora apparteneva a tutti.

Comunque prova a guardare la tabella mlm. A volte è scritto abit.+c.+s. che sta per (abitazione+cantina+solaio).

Oppure all'inizio del regolamento sono mensionati spesso i solai,se sono indivisi o privati.

 

 

ciao F.Togni- l'art. 1117 p. 2 si riferisce al TETTO (tegole ,travi , solette ecc) e non al SOTTOtetto

 

 

Scritto da Fabrizio Togni il 31 Mag 2013 - 07:20:54:

Si, in particolare all,art. 1117 punto due

 

_______________

"Il mondo è di colui che sogna e corre il rischio di vivere i propri sogni"

Scusami ma quell'art. lo hai letto?

«Art. 1117. - (Parti comuni dell'edificio). - Sono oggetto di proprieta' comune dei proprietari delle singole unita' immobiliari dell'edificio, anche se aventi diritto a godimento periodico e se non risulta il contrario dal titolo: 1) tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune, come il suolo su cui sorge l'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate; 2) le aree destinate a parcheggio nonche' i locali per i servizi in comune, come la portineria, incluso l'alloggio del portiere, la lavanderia, gli stenditoi e

i sottotetti destinati, per le caratteristiche strutturali e funzionali, all'uso comune; .. un sottotetto non accessibile dall'esterno, chiuso tra quattro mura sin dalla costruzione, censito in planimetria come "non praticabile" mi dici come fà ad essere destinato all'uso comune?

 

 

Scritto da giglio2 il 31 Mag 2013 - 09:04:37: ..è proprio questo il punto..non ci si accede..se non da una scala interna del mio appartamento..

-------------------------------------------------------------------------

Se è stata fatta dal costruttore,il solaio è di pertinenza del tuo appartamento.

Se si poteva accedere solo dall'esterno dei tuoi locali,allora apparteneva a tutti.

Comunque prova a guardare la tabella mlm. A volte è scritto abit.+c.+s. che sta per (abitazione+cantina+solaio).

Oppure all'inizio del regolamento sono [...]

mi sembra un'interpretazione ragionevole

Comunque sulle tabelle millesimali ti assicuro che non è menzionato. Per il regolamento..sai si parla di sottotetto ma nel sottotetto c'è già un'area comune (quella centrale) accessibile dalla scala condominiale, tuttavia ai quattri angoli del palazzo, in corrispondenza dei quattro appartamenti ci sono queste famose stanzette..tutte con le stesse caratteristiche, ecco perchè anche se il regolamento condominiale dovesse parlare di sottotetto come parte comune, ciò si potrebbe riferire all'area centrale

 

 

 

Modificato Da - aldobagno il 31 Mag 2013 16:06:24

 

Modificato Da - aldobagno il 31 Mag 2013 16:07:39

×