Vai al contenuto
uff

Scoperta scarico acque nere nel pluviale

Buonasera, sono Uff, new entry del Forum con... grosso problema:

 

Il fatto

dall'intervento per la"ricerca del danno" conseguente ad  una banale perdita di acqua lamentata dal proprietario della cucina dell'appartamento sottostante , ho scoperto che, da almeno  62 anni (data di acquisto dell'appartamento da parte dei miei suoceri), lo scarico del  bagno, attraverso una cosiddetta "braga"(così mi hanno detto che si chiama..) opportunamente "coperta"  da un contro-soffitto esistente nella cucina "danneggiata"(all'insaputa anche dell'attuale proprietario), confluisce nello  "scarico pluviale" invece che nel regolare ed esistente scarico condominiale delle acque  nere. E' stata richiesta, dal proprietario dell'appartamento "danneggiato" (ha scoperto, insieme a me, di avere quel tubo all'interno del suo contro-soffitto) e dal coinvolto Amministratore condominiale, la rapida  rimozione del tubo di scarico e l'effettuazione, tutto a nostre spese, dei dovuti "collegamenti" con l'esistente rete di scarico "ufficiale":  pur riconoscendoci, infatti, la completa e documentata estraneità all'accaduto (non è stata  fatta alcuna modifica a quel bagno , a suo tempo regolarmente "censito e registrato"  sul rogito notarile e sulla relativa allegata mappa catastale) rappresentiamo gli unici proprietari "rintracciabili e, quindi, responsabili".

Ha ragione l'Amministratore??? dobbiamo pagare tutto noi (rimozione scarico "incriminato", nuovi collegamenti, ricostruzioni, ripristini e tinteggiature varie )??? 

Grazie per l'attenzione che vorrete cortesemente rivolgermi!

Buona serata

Uff

uff dice:

Ha ragione l'Amministratore??? dobbiamo pagare tutto noi (rimozione scarico "incriminato", nuovi collegamenti, ricostruzioni, ripristini e tinteggiature varie )??? 

purtroppo attualmente siete voi i proprietari dell'appartamento e pertanto la spesa spetta a voi. 

Grazie Josefat, dalla rapidità della risposta mi sembri proprio sicuro.....

buona serata

uff

uff dice:

Buonasera, sono Uff, new entry del Forum con... grosso problema:

 

Il fatto

dall'intervento per la"ricerca del danno" conseguente ad  una banale perdita di acqua lamentata dal proprietario della cucina dell'appartamento sottostante , ho scoperto che, da almeno  62 anni (data di acquisto dell'appartamento da parte dei miei suoceri), lo scarico del  bagno, attraverso una cosiddetta "braga"(così mi hanno detto che si chiama..) opportunamente "coperta"  da un contro-soffitto esistente nella cucina "danneggiata"(all'insaputa anche dell'attuale proprietario), confluisce nello  "scarico pluviale" invece che nel regolare ed esistente scarico condominiale delle acque  nere. E' stata richiesta, dal proprietario dell'appartamento "danneggiato" (ha scoperto, insieme a me, di avere quel tubo all'interno del suo contro-soffitto) e dal coinvolto Amministratore condominiale, la rapida  rimozione del tubo di scarico e l'effettuazione, tutto a nostre spese, dei dovuti "collegamenti" con l'esistente rete di scarico "ufficiale":  pur riconoscendoci, infatti, la completa e documentata estraneità all'accaduto (non è stata  fatta alcuna modifica a quel bagno , a suo tempo regolarmente "censito e registrato"  sul rogito notarile e sulla relativa allegata mappa catastale) rappresentiamo gli unici proprietari "rintracciabili e, quindi, responsabili".

Ha ragione l'Amministratore??? dobbiamo pagare tutto noi (rimozione scarico "incriminato", nuovi collegamenti, ricostruzioni, ripristini e tinteggiature varie )??? 

Grazie per l'attenzione che vorrete cortesemente rivolgermi!

Buona serata

Uff

è purtroppo per te un tratto di tubazione di scarico asservita alla tua proprietà e quindi ne sei tu il responsabile fino alla braga compresa (che sarebbe l'innesto nella colonna condominiale).

 

Modificato da paul_cayard
×