Vai al contenuto
Ultimo piano

Scarico acque piovane su terrazza ad uso esclusivo

Buonasera,

siamo proprietari di un appartamento al piano attico con terrazza che in parte costituisce copertura dello stabile e in parte è balcone aggettante. Nello stabile è presente anche un piano superattico, con un altro appartamento con terrazza ad uso esclusivo che è interamente copertura dello stabile.

Nel corso dei lavori di rifacimento della impermiabilizzazione e del pavimento della terrazza al piano attico, la DL ha fatto eseguire una modifica al sistema di scarico delle acque piovane del piano superattico. Prima dei lavori, che sono ancora in corso, lo scarico delle acque piovane del piano superattico confluiva agli scarichi del palazzo "internamente" (scusate, ma non so esprimermi tecnicamente in modo adeguato), mentre adesso si riversa sul pavimento della terrazza del piano attico attraverso un tubo di scarico che esce dal muro della facciata.

Tutto questo senza avvisarci e senza chiedere alcuna autorizzazione.

Abbiamo chiesto il ripristino del vecchio sistema di scarico, ma ci è stato risposto che "dava adito ad infiltrazioni nell'appartamento del piano di sotto".

Ora l'amministratore ha convocato un'assemblea con, all'ordine del giorno "modifica degli scarichi dei terrazzi per impedire infiltrazioni ai piani inferiori".

La DL può eseguire modifiche di questo tipo, senza il nostro consenso? L'assemblea può deliberare su questa modifica che ci costringe a ricevere le acque piovane del piano superattico sulla nostra proprietà?

Grazie

premesso che la decisione spetta all'assemblea e non certo al DL, ma in ogni caso se la vecchia tubazione provocava delle infiltrazioni si poteva procedere alla ricerca del guasto e ripristinare la tubazione allo stato originario. Anche perché da questa modifica tu ne subisci un danno.

Grazie!

Ma l'assemblea può deliberare (in questo caso ratifcare, visto che il lavoro è in parte già stato eseguito) questa modifica senza il mio consenso?

Se sì, cosa posso fare per dimostrare all'assemblea che si poteva procedere diversamente invece di creare un danno alla mia proprietà?

se l'assemblea dovesse ratificare il lavoro, puoi opporti alla delibera assembleare, se presenti in assemblea devi voltare contro la delibera, oppure astenersi e successivamente può fare ricorso in virtù dell'art. 1137 cc nel termine perentorio di 30 giorni, dalla data della deliberazione. Se invece eri assente all'assemblea puoi opporti entro 30 giorni dalla data di ricevimento del verbale.

Si inizia dalla mediazione con l'assistenza di un legale.

×