Vai al contenuto
GIUSESAR

Risoluzione di un contratto commerciale per inadempienza

Salve,

io nel luglio 2012 ho stipulato un contratto di locazione commerciale con una cooperativa sociale ,la quale ha aperto un asilo nido nel mio locale.Dal 2015 la cooperativa non versa più all’amministratore  la parte spettante per ciò che concerne gli scarichi del condominio di cui il locale fa parte.Al di là del fatto che ho dovuto far intervenire un avvocato per recuperare tali crediti  (e non solo ...periti per quantificare la loro quota) ,mi chiedevo se ci sono i termini per risolvere il contratto per inadempienza?

Il contratto da me stipulato cita la risoluzione immediata qualora il conduttore sia inadempiente in uno dei punti dello stesso contratto(e tali spese erano chiaramente a carico suo).

Inoltre,per tale contratto erano richieste fideiussioni bancarie a ciascun membro della cooperativa.Attualmente di quei cinque membri sono rimasti solo due(uno è morto e altri due si sono staccati dalla cooperativa).Questo può essere motivo aggiuntivo per la risoluzione del contratto?

 

ciao

se la morosità eccede le due mensilità ( salvo accordi diversi) puoi agire per sfratto per morosità anche se si tratta di solo spese condominiali.  Attento però al tuo contratto dove se nulla di diverso hai precisato, devi inviare la quota richiesta con la indicazione e lui ha 60  gg per saldare tale importo.     

  • Mi piace 1

Ciao,

la richiesta è stata effettuata dall’amministratore dal 2015 fino ad arrivare ad aprile di quest’anno in cui ho dovuto saldare io e far scrivere loro dall’avvocato nel mese di maggio per riottenere quanto dovuto.Peró ora,se ci sono i termini di legge sono propenso a voler risolvere il contratto.

Ciao

 

il tuo avvocato ha scritto a maggio, quindi devi attendere i due mesi.   Quanto scritto dall'amministratore non ha nessuna importanza ai fini della contestazione della morosità verso l'inquilino del condomino.

lo sfratto per morosità è solo per i canoni,  poi un po' di giurisprudenza dice si, dice no..dice ni. 

 Da noi  non te lo fanno se la morosità riguarda le spese condominiali. Si fa rito locatizio e si risolve il contratto comuqnue

  • Mi piace 1

Scusami cosa intendi con “si fa rito locatizio e il contratto si risolve “..il mio obiettivo è quello di rendere nullo il contratto ,cosa dovrei fare praticamente secondo te?

non si rende il contratto nullo, nè ti serve la nullità del contratto..anzi, non è nullo, altrimenti il conduttore per cosa pagava?  il contratto è ben valido,  ma lo si risolve per inadempienza, questo è il termine tecnico.  Ricolvere ossia  volgermente potremmo dire "siccome sei inadempiente, il contratto finisce qui"

Il rito locatizio è un rito particolare, una cosa tecnica che certo non sta al cliente sapere nei dettagli..ma sostanzialmente  è un rito che si apre con decreto invece che con citazione, ad esempio.

In questo atto il legale dirà che il conduttore è inadempiente e chiede la risoluzione del contratto per inadempienza.

Dopo di che, caduto il contratto, il conduttore dovrà liberare i locali e riconsegnarli

 

 

  • Mi piace 1

Salve,ho sicuramente usato il termine “nullo” in maniera errata...intendevo dire che il mio obiettivo è quello di rescindere il contratto...Avvocato ma secondo lei posso già procedere con questo atto o devo attendere una tempistica dalla richiesta di recupero crediti  che il mio avvocato ha già fatto?saluti

Devo tuttavia precisare che il credito non è superiore alle due mensilità.Inoltre,come spiegavo inizialmente il conduttore non mi garantisce più le stesse fideiussioni (in quanto uno dei soci della cooperativa è morto) e ha?poi effettuato delle modifiche nel locale (sono venuto recentemente a conoscenza di ciò)senza la mia autorizzazione scritta (prevista dal contratto).Possono bastare queste motivazioni per procedere con il rito locatizio?saluti

credo che essendo seguito da un suo legale, possa valutare con lui questi aspetti.

Tra l'altro, se la morosità è recuperata, non potrà piu' addurla come motivo di inandempienza.

Prima si risolve il contratto, poi si fa il recupero. Ma, ripeto, in via generica. Ogni situazione nel concreto va valutata.  

×