Vai al contenuto
sar84

Rappresentante in supercondominio

Il mio Condominio, formato da 60 condomini, per Regolamento contrattuale, ha sempre delegato l'amm.re a rappresentare il Condominio nel Supercondominio (che comprende altri 3 Condomini e un Centro Commerciale) con un totale di ca. 200 proprietari. Pertanto, per adeguarsi alle nuove norme, per la gestione ordinaria delle parti comuni (nel ns caso viale, verde, assicurazione e amm.re) e nomina amm.re, ogni Condominio deve nominare un suo rappresentante. I pareri su questa nomina sono però discordanti: potranno continuare a essere incaricati i vari amministratori, come finora avvenuto, oppure si dovranno nominare persone diverse, una per ogni Condominio? E per le decisioni il rappresentante vota per la quota mill. attribuita al suo Condominio o per favorevoli e contrari? Quando e per quali decisioni dovranno essere convocati tutti i ca 200 Condomini? Grazie per delucidazioni in merito.

Non ci sono pareri discordanti in materia. L'amministratore non può essere nominato quale rappresentante del condominio.Deve essere per forza nominato un condomino che avrà pieni poteri decisionali

Il mio Condominio, formato da 60 condomini, per Regolamento contrattuale, ha sempre delegato l'amm.re a rappresentare il Condominio nel Supercondominio (che comprende altri 3 Condomini e un Centro Commerciale) con un totale di ca. 200 proprietari. Pertanto, per adeguarsi alle nuove norme, per la gestione ordinaria delle parti comuni (nel ns caso viale, verde, assicurazione e amm.re) e nomina amm.re, ogni Condominio deve nominare un suo rappresentante. I pareri su questa nomina sono però discordanti: potranno continuare a essere incaricati i vari amministratori, come finora avvenuto, oppure si dovranno nominare persone diverse, una per ogni Condominio? E per le decisioni il rappresentante vota per la quota mill. attribuita al suo Condominio o per favorevoli e contrari? Quando e per quali decisioni dovranno essere convocati tutti i ca 200 Condomini? Grazie per delucidazioni in merito.

Il rappresentante del singolo condominio non può essere l'amministratore, il comma V dell’ articolo 67 prevede che "all'amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione a qualunque assemblea".

 

Ne consegue, che ciascun condominio non può nominare quale rappresentante né il proprio amministratore né l'amministratore del supercondominio.

Approfitto della domanda che a posto SAR84 - per chiedervi : i rappresentanti del Supercondominio possono cambiare le situazioni contrattuali in essere ( p.e. giardiniere, impresa di pulizia ecc. ) di loro iniziativa ,visto che trattasi di gestione ordinaria delle parti comuni, perché hanno preventivi di costi inferiori agli attuali.Oppure dovranno comunque sentire i rispettivi

Trattasi di manutenzione ordinaria, possono sentire le rispettive assemblea, ma poi votare anche in maniera diversa.

Scusa Kurt - si tratta di manutenzione ordinaria cambiare il giardiniere e/o l'impresa di pulizia quando costoro ci costano rispettivamente 25.000 €. e 27.000 €. all'anno - e i rappresentanti tu dici: "possono" - sentire le rispettive assemblee ma poi votare in maniera diversa. Non si considera l'operazione un qualcosa di nuovo vicino alle innovazioni e quindi può non piacere. Grazie

Innovazione non proprio, sta di fatto che trattasi di manutenzione ordinaria, date le cifre, penso che nessun condomino avrà nulla da dire nei confronti dei consiglieri, se risparmiate un pò di soldini.

Approfitto della domanda che a posto SAR84 - per chiedervi : i rappresentanti del Supercondominio possono cambiare le situazioni contrattuali in essere ( p.e. giardiniere, impresa di pulizia ecc. ) di loro iniziativa ,visto che trattasi di gestione ordinaria delle parti comuni, perché hanno preventivi di costi inferiori agli attuali.Oppure dovranno comunque sentire i rispettivi

l'organo sovrano e' e resta sempre l'assemblea (in questo caso il supercondominio) e non i singoli (rappresentanti).

Risparmiare abbiamo già provato nel passato ma con esiti produttivi incresciosi. Io penso come Peppe64 che per sostituire le due società si debba ricorrere alle decisioni dell'assemblea di Supercondominio ; come prima della riforma. Perché, sempre da inesperto, la normale manutenzione penso possa essere : l'aggiunta di terra non prevista - l'acquisto di qualche rosa in più - / il cambio di orario degli addetti alle pulizie - interventi straordinari non contrattualmente previsti ma necessari ecc.ecc. - ma cambiare i professionisti è meglio confrontarci con tutti non vi pare ?.

Grazie per gli approfondimenti.

l'organo sovrano e' e resta sempre l'assemblea (in questo caso il supercondominio) e non i singoli (rappresentanti).

Io penso che se le modifiche contrattuali siano al ribasso, i rappresentanti possono deliberare tranquillamente.

×