Vai al contenuto
Anto90

Quote millesimali - per tutto

Salve, vorrei esporvi due quesiti al fine di poter avere informazioni da persone competenti nel settore. 

1) siamo un condominio di 8 appartamenti, all'interno del quale 6 di questi sono abitati dai rispettivi proprietari e 2 da affittuari. Ebbene da 1 circa abbiamo problemi nella gestione delle spese condominiali. Mi spiego meglio: in questo condominio non c'è mai stata la figura di amministratore, né tanto meno il bisogno di nominarne uno, visto che alcuni condomini si sono fatti carico di raccogliere puntualmente le quote per il pagamento delle utenze. 

Da marzo di quest'anno abbiamo iniziato dei lavori di ristrutturazione del tetto condominiale e dei relativi cornicioni.. Abbiamo nominato un direttore dei lavori che ha redatto delle quote millesimali accettate dai proprietari. Il problema sta nel fatto che le quote millesimali devono essere applicate in tutto, quindi sia per i lavori di ristrutturazione, le cui cifre sono molto elevate, sia per il pagamento delle utenze.. Ma puntualmente gli affittuari si rifiutano di pagare, dicendo che se vogliamo adottare questo metodo dobbiamo per forza nominare un amministratore. 

A questo proposito mi chiedo se quest'ultimi hanno voce in capitolo o devono adattarsi alla scelta dei loro proprietari che hanno accettato le quote in tutto e per tutto? 

 

2) il proprietario dell'ultimo piano, dopo aver fatto lavori di ristrutturazione nel suo appartamento, a distanza di 18 mesi, pretende, con tanto di lettera di diffida, il pagamento di una somma di denaro pari a 4000 euro circa per la riparazione, a detta sua, del tetto condominiale del terrazzo poiché sostiene di avere avuto infiltrazioni di acqua... Ebbene non era in obbligo prima di iniziare i lavori di informare gli altri 7 condomini considerando che si tratta del tetto condominiale? Siamo obbligati a pagare? Ai tempi non c'erano ancora quote millesimali quindi nell'eventualità si dovrebbe dividere la somma in 8 parti uguali o mi sbaglio? 

Grazie per la disponibilità 

Iniziamo col dire che, nel vostro caso, non è obbligatorio l’amministratore poiché entro la soglia prevista dal c.c.

Vorrei che chiarissi il significato “ha redatto delle quote millesimali”.. ha predisposto la tabella millesimale o cosa?

gli affittuari... questi sono tenuti a pagare quanto concordato contrattualmente con i propri locatori e non partecipano alle spese di ristrutturazione poiché a carico dei soli proprietari.

Affermare che sia obbligatoria la nomina dell’amministratore non è esatto.

 

2) il condomino dell’ultimo piano, essendo coinvolta una parte comune, avrebbe dovuto discutere la questione in assemblea in modo da decidere collegialmente il da farsi.. non può arrivarsi il diritto di agire in autonomia e poi pretendere che gli altri partecipino. Ciò potrebbe verificarsi solo in presenza di inerzia da parte dei condomini e per evitare l’aggravarsi di danni all’immobile.

Il riferimento è l’art. 1134 c.c.

Infine, questa spesa non va ripartita in parti uguali bensì con la tabella proprietari.

 

Innanzitutto la ringrazio per la disponibilità nell'aver risposto.. 

Ebbene il nostro problema come ho scritto in precedenza è causato principalmente da 2 affittuari che si rifiutano di pagare le utenze di luce e gas con i millesimali, perché sostengono che non c'è una figura di amministratore... Ma tabelle millesimali e ammistratore sono dipendenti l'uno dall'altro????? 

Ma noi siamo tenuti ad interloquire con quest'ultimi oppure possiamo rifiutarxi di spiegare per l'ennesima volta che i loro proprietari hanno accettato l'applicazione delle quote per tutto? 

fate leggere agli interessati l'art 1123  e 1129 del Codice civile o meglio chiedete i

quattrini ai proprietari delle unità immobiliari e siano  loro a convincere i loro

inquilini.

Ragionamento dei locatari sbagliato.

Sono due fattispecie distinte e slegate tra loro. La ripartizione delle spese con le relative tabelle si attua in qualsiasi condominio, obbligo o non obbligo amministratore.

Essendo inquilini, se non pagano le spese condominiali di queste ne rispondono i proprietari. 

Se avete le tabelle, sta ai locatori chiedere la quota a carico degli inquilini a meno che non abbiano accordi diversi.. ma questo è un problema loro non del condominio.

 

×