Vai al contenuto
appleadd

Posti auto occupati da attività commerciale

Buongiorno a tutti, spero di postare nella sezione giusta.

Abito da un anno in un condominio costituito da 25 appartamenti (costruito dopo il '67) in cui il piano terra è occupato da un'attività commerciale in affitto. In questo piano potrebbero/dovrebbero esserci i garage.

A parte questo, il palazzo ha anche un parcheggio all'aperto delimitato da rete e cancello. Questo spazio, dello stesso proprietario del piano terra, è stato affittato sempre alla stessa attività commerciale, lasciando 25 appartamenti di fatto senza posto auto.

In strada ci sono solo 4 o 5 parcheggi, quindi la situazione è insostenibile.

 

Sia io, sia gli altri condomini in passato abbiamo provato a ragionare con il titolare dell'attività, che però non vuole sentire ragioni e non ci permette di parcheggiare nel parcheggio nemmeno di notte.

 

L'amministratore dice che ormai è così...io non posso credere che non si possa fare niente.

 

Se qualcuno di voi sa darmi qualche spunto o spiegazione gliene sarei molto grato.

Buona giornata a tutti e grazie per la disponibilità.

Scusami ma se non ho capito male, l'area a cui ti riferisci è privata. Non vedo, quindi, quali pretese possano essere accampate per il mancato parcheggio dei condomini.

No, non hai capito male. Ma se non sbaglio, non devono esserci posti auto obbligatori? Almeno dal '67 in poi? Può essere normale che 30 appartamenti siano privati di uno spazio adibito a parcheggio e affittato a terzi?

grazie mille!

Si è normale. No, i posti auto pertinenziali obbligatori (molto tra virgolette) sono stati introdotti molto ma molto dopo......e in ogni caso previa pagamento,non è che te lo regalano.

E' normale....ma chi ha comprato gli appartamenti era ben conscio di ciò che acquistava......quindi cosa volete ora dal proprietario del negozio???A volte non so se si ragiona con la testa o con altro. Facciamo così: il proprietario del negozio ti fa parcheggiare sulla sua proprietà, però la sera viene a dormire a casa tua....siamo lì come richiesta.

Si è normale. No, i posti auto pertinenziali obbligatori (molto tra virgolette) sono stati introdotti molto ma molto dopo......e in ogni caso previa pagamento,non è che te lo regalano.

Ciao e grazie della risposta,

quello che è stato cortesemente chiesto (non imposto o minacciato) al proprietario dell'attività era in termini di buon vicinato. Soprattutto perché avrebbe avuto tutti i condomini come clienti fissi. Fra l'altro potrei anche pagarlo il posto.

 

E' normale....ma chi ha comprato gli appartamenti era ben conscio di ciò che acquistava......quindi cosa volete ora dal proprietario del negozio???A volte non so se si ragiona con la testa o con altro. Facciamo così: il proprietario del negozio ti fa parcheggiare sulla sua proprietà, però la sera viene a dormire a casa tua....siamo lì come richiesta.

Non rispondo nemmeno a quest'ultima affermazione, non spreco tempo.

 

Magari ho male interpretato, però cito il sito della Confappi:

Nelle nuove edificazioni una certa area (non importa se coperta o scoperta) deve essere destinata a parcheggio. Si tratta di un metro quadrato ogni venti metri cubi di costruzione (per concessioni rilasciate dal settembre 1967 al 6 aprile 1989) o del doppio, e cioè un metro quadrato ogni dieci metri cubi di costruzione, per concessioni successive al 7 aprile 1989. Grossomodo, quest’ultima misura corrisponde a un box doppio per ogni appartamento di 100 metri quadrati.

La legge non si preoccupa di chi sia proprietà, purché l’uso sia dei condomini. In altre parole box o posti auto scoperti possono essere condominiali, oppure di proprietà singola, o infine addirittura di proprietà di terzi, purché affittati o dati in uso gratuito ai condomini del palazzo. In altre parole se il costruttore del palazzo, o i singoli condomini, vendono questi posti auto a terzi estranei al condominio, non è tanto messa in dubbio la nuova proprietà, quanto il diritto a destinare il posto auto a persone che non vivono nel palazzo. Viceversa, vendite e scambi tra condomini non sono ostacolate. Almeno, questa è l’interpretazione scaturita da alcune, fondamentali, sentenze della Cassazione (tra quelle di “avanguardia”, le n. 2129/1988, n. 3363/1989 e, tra le più recenti, n. 973/1999, n. 341/2001, n. 4530/2001 e n. 13857/2001).

 

Grazie ancora per la disponibilità.

La Tognoli non è che cambia la cosa. Dovevano e devono essere all'interno del condominio ma possono anche rimanere proprietà del costruttore (non li vende) o di un solo proprietario che li acquista tutti. In ogni caso non è assolutamente stabilito che sia obbligato a fittarli o darli in uso ai condomini (quelli che hanno risparmiato i soldi non comprandoli). Non ci sono...non potete farci nulla e io, proprietario di un negozio, quando affitto è normale che nella quota sia compreso il parcheggio di mia proprietà ed è normale che il negozio non voglia concedere nulla (e secondo me fa benissimo): lui paga e lui lo sfrutta, magari ha fittato proprio per questo motivo ovvero la possibilità di parcheggio per i suoi clienti.....

Infatti hai ragione Wolverine, la Tognoli non cambia nulla per i condomini di quello stabile, ma costringe il costruttore a riservare lo spazio per i parcheggi, a chi andranno non ha importanza, l'importante è che ci siano e non si intasino le vie.

Se con il tempo tutti gli stabili avessero quella percentuale di metri quadrati di parcheggio per metri cubi di costruzione non ci sarebbero molti problemi di parcheggio, od almeno molto meno di quelli che abbiamo oggi nelle nostre città.

Onestamente io credo che nelle città il problema dei parcheggi ci sia perchè tutti, e sottolineo TUTTI, hanno due macchine (ma ci lamentiamo che costa mantenerle) perchè i mezzi pubblici funzionano male. Con servizi pubblici (treni, tram, autobus) funzionanti....basterebbe una macchina per famiglia. Io, al posto di una distesa di parcheggi condominiali, preferirei che ogni condominio avesse uno spazio di verde, curato e sistemato, dove potersi rilassare e dove poter magari portare i bambini (e io non ne ho...). Ma evidentemente ho sbagliato paese in cui vivere. Per fortuna non ho questo problema nè del parcheggio nè del verde........

×