Vai al contenuto
sandro75

Partecipanti assemblea condominiale

Salve, vorrei avere un'informazione sui condomini che presenziano in assemblea. Io ho comprato un appartamento a ottobre 2013, l'amministratore ha indetto un'assemblea per l'approvazione del bilancio del 2012 (ancora oggi non approvato e siamo a marzio 2014) e per la perdita di una causa del condominio nei confronti di un'altro condomino (tale causa è precedente all'acquisto dell'appartamento).

Ora mi chiedo, l'amministratore chi deve convocare in assemblea? A me come attuale proprietario o il vecchio proprietario? Inoltre , per l'approvazione del futuro bilancio 2013 che non sò quando avverrà, essendo subentrato a ottobre dovrò essere convocato io o il vecchio proprietario?

Attualmente l'amministratore ha convocato sia me che il vecchio proprietario ma ha detto che essendo questioni antecedenti al mio acquisto la mia presenza è INUTILE, anche perchè vale il voto dell'ex proprietario.

Quale è la verità? Come funziona?

L'amministratore deve convocare solamente i condomini attualmente proprietari ed eventuali aventi diritti, quindi anche te, per cui non doveva convocare i tuo ex proprietario venditore, comunque se ci sono in atto cause precedenti al tuo acquisto sarai esente da qualsiasi spesa;

 

Poiché l'obbligo di ciascun condomino di contribuire alle spese di conservazione delle parti comuni insorge nel momento in cui si rende necessario provvedere all'esecuzione dei lavori necessari, e non quando il debito viene determinato in concreto, in caso di sentenza di condanna pronunziata nei confronti del condominio per inosservanza dell'obbligo di conservazione delle cose comuni, il condomino creditore che intenda agire in executivis contro il singolo partecipante al condominio per il recupero del proprio credito, deve rivolgere la propria pretesa, sia per il credito principale, che per credito relativo alle spese processuali, contro chi rivestiva la qualità di condomino al momento in cui l'obbligo di conservazione è insorto, e non contro colui che tale qualità riveste nel momento in cui il debito viene giudizialmente determinato (Cassazione con sentenza n. 12013, - 1/07/2004)

Per salvaguardarti da richieste che a te non competono, ti consiglierei i sentire un bravo legale.

Il legale è stato contattato. Il mio dubbio è infatti sapere perchè alla prima assemblea di fine ottobre (ero già proprietario) non fui convocato. Quando per iscritto ho chiesto il motivo ha convocato sia me che il vecchio proprietario. A me hanno detto che per legge all'assemblea deve presiedere solo UNO, quindi o io o l'ex proprietario, in quanto se qualcuno si oppone l'assemblea può essere annullata, è vera questa notizia? Quindi alla prossima assemblea posso pretendere che il vecchio roprietario non sia presente? a quale legge dovrei appellarmi?

Col vecchio propritario sono in causa in quanto mi ha venduto l'appartamento con 2 cause in corso senza avvisarmi ed inoltre la proprietaria dell'appartamento sottostante mi ha inviato raccomandata per iniziare dei lavori che ormai da anni gli rovinano il soffitto a causa di infiltrazioni (l'ultimo 2 mesi prima del mio acquisto, in cui sono intervenuti i vigili del fuoco perchè l'appartamento era allagato).

E' vero in parte quello che ti hanno detto, ossia all'assemblea partecipa solo uno, ma quell'uno eri tu e non l'ex proprietario, avevi tempo 30 giorni per impugnare dopo che sei stato messo al corrente del deliberato;

 

In secondo luogo le Sezioni Unite hanno affermato che la mancata comunicazione, a taluno dei condomini, dell'avviso di convocazione dell'assemblea condominiale comporta non la nullità, ma l'annullabilità della delibera condominiale che, se non viene impugnata nel termine di trenta giorni (con decorrenza dal momento della comunicazione per i condomini assenti e da quello dell'approvazione per i condomini dissenzienti) previsti dall'art. 1137 c.c., è valida ed efficace nei confronti di tutti i partecipanti al condominio. (Cassazione civile Sentenza, Sez. SS.UU., 07/03/2005, n. 4806)

Per il resto, ossia le cause ed i danni prima che tu acquisti l'u.i. senti il tuo legale e magari accenna alla sentenza che avevo posto nel messaggio precedente (nr. 2)

Ti ringrazio, un'ultima domanda. Se alla prossima assemblea l'amministratore convoca di nuovo l'ex proprietario (il venditore con cui sono in causa) con cui ha un BUON LEGAME (evito di dire altro per non beccarmi denuncia), possso chiedere di allontanarlo? E se non viene allontanato posso andarmenre e chiedere che ciò venga messo a verbale e il giorno dopo chiedere l'annullamento dell'assemblea perchè ha partecipato una persona non proprietaria? Nella prossima assemblea si dovrebbe parlare del ricorso in appello di una causa che il condominio ha perso (causa iniziata in cui io non ero ancora proprietario).

Come ti ho detto all'assemblea possono partecipare i condomini, i delegati e quanti hanno titolo a partecipare, gli estranei come ad esempio l'ex proprietario può assistere come uditore se tutti i presenti sono d'accordo all'unanimità e magari per il solo tempo necessario all'argomento della causa che a te non compete (ma a lui si), e se il presidente non allontana l'indesiderato trascorso questo tempo limitato, e che tutto questo sia ben scritto a verbale, secondo il mio parere hai l'opportunità di adire con ricorso/citazione, iniziando dalla mediazione con l'assistenza di un legale.

In pratica, fossi in te lascerei che l'ex partecipi come uditore alla sola discussione che a lui interessa e che ha perso e dovrebbe pagarne le conseguenze.

×