Vai al contenuto
marcohope

Parte di parco da destinare ad area ecologica per i cassonetti della differenziata

Buona Sera

Vi scrivo poichè all'interno del mio condominio (supercondominio composta da tre palazzine e tre numeri civici), a seguito di continui disaccordi sulla collocazione dei cassonetti della differenziata è stata individuato un angolo attualmente adibito a parco, confinante dalla parte sinstra con un parco pubblico e dalla parte frontale ad una pubblica via, dove costruire una piattaforma in cemento ed un'apertura sulla sulla predetta via per le operazioni di svuotamento dei cassonetti,

(la parte piu' lontana da tutti e più vicina alla mia abitazione:mad:🤬

Secondo me guardati art. 844 cc.

Se ci sono altre valide alternative per i rifiuti e hai elementi oggettivi che puoi dimostrare il "dispetto", guarda anche art. 833 cc.

Serve una definizione di destinazione d'uso.

Catastale?

Regolamentare assembleare o contrattuale?

Qui spero intervenga un esperto.

Sembra che questo cambio di destinazione d'uso sia un mistero, per me, se su una parte di parco, anche se piccola, vine creata una piazzola in cemento, recintata, ed aperto un varco sulla recinzione per accedervi da una pubblica via, credo che sia davvero un cambio di destinazione d'uso di parte comune, ma non essendo mia materia mi lascia molto confuso e perplesso.....🤣

Nel Comune in cui risiedo i cassonetti DEVO essere posti a non più di 4 metri di distanza dall'ingresso (per facilitare le operazioni degli addetti alla raccolta).

Diversamente possono essere posti a maggiore distanza ma poi il condominio deve provvedere ogni sera a posizionarli a distanza "legale" perchè al mattino possano essere raggiunti velocemente dagli operatori.

 

Fate un uso più intenso della parte comune da cui deriva un beneficio per tutti.

×