Vai al contenuto
MARCOCECI1971

Mancata Comunicazione All'Agenzia delle Entrate nuovo Amministratore

Quesito: mio Nonno ha fatto l'Amministratore nel 1997 - 1998 poi fu nominato nuovo amministratore in carica fino al 2018 ora dopo una visura scopro che per il Fisco mio nonno era ancora Amministratore  come tutelarmi ? di fatto non è stata mai comunicata la variazione dal 1997 al 2018

Grazie

Modificato da MARCOCECI1971
MARCOCECI1971 dice:

Quesito: mio Nonno ha fatto l'Amministratore nel 1997 - 1998 poi fu nominato nuovo amministratore in carica fino al 2018 ora dopo una visura scopro che per il Fisco mio nonno era ancora Amministratore  come tutelarmi ? di fatto non è stata mai comunicata la variazione dal 1997 al 2018

Grazie

Il nominativo all'Agenzia delle Entrate indica solo il rappresentante ma non l'amministratore.

Al massimo potrebbe essere sanzionato il condominio perchè l'amministratore succeduto non ha provveduto a variare il nominativo.

Se sl podto di tuo nonno fu nominato un nuovo amminsitratore, spettava al subentrante fare la variazione e non a tuo nonno.

Tuo nonno risponde come amministratore solo per gli anni in cui ha amministrato, con nomina risultante dal verbale di assemblea.

MARCOCECI1971 dice:

Quesito: mio Nonno ha fatto l'Amministratore nel 1997 - 1998 poi fu nominato nuovo amministratore in carica fino al 2018 ora dopo una visura scopro che per il Fisco mio nonno era ancora Amministratore  come tutelarmi ? di fatto non è stata mai comunicata la variazione dal 1997 al 2018

Grazie

Tuo nonno non è più amministratore visto che è stato nominato un altro, sarà eventualmente rappresentante all'AdE, per cui sarebbe da richiedere all'Agenzia delle Entrate la cancellazione di tale rappresentanza.
Questo è automatico se il nuovo amministratore va lui stesso all'Ade e compila il Mod. aa5/6 come rappresentante.

Tullio01 dice:

Tuo nonno non è più amministratore visto che è stato nominato un altro, sarà eventualmente rappresentante all'AdE, per cui sarebbe da richiedere all'Agenzia delle Entrate la cancellazione di tale rappresentanza.
Questo è automatico se il nuovo amministratore va lui stesso all'Ade e compila il Mod. aa5/6 come rappresentante.

Il nodo dolente l'Amministratore si è sempre rifiutato di comunicare la variazione all' ADE....

Modificato da MARCOCECI1971
MARCOCECI1971 dice:

Il noto dolente l'Amministratore si è sempre rifiutato di comunicare la variazione all' ADE....

Peggio per il condominio se arriverà la sanzione.

E' nell'interesse del condominio comunicare la variazione del nominativo perchè se l'Agenzia invia una comunicazione sanzione riguardante il condominio all'indirizzo di tuo nonno e tuo nonno lo cestina, il condominio avrà ulteriore noie.

E' il condominio che deve imporre all'amministratore di fare la variazione o nominarne un altro.

Ma ora chi è l'amministratore? E' cambiato ancora? Se l'amministratore è nuovamente cambiato e questi a proceduto a variare il nominativo, ormai non c'è niente da cautelare, Male che va arriverà una sanzione di 100 euro al condominio.

Mio nonno potrebbe rischiare l'omessa dichiarazione modello AC e dover dimostrare che non erà più amministratore

MARCOCECI1971 dice:

Il nodo dolente l'Amministratore si è sempre rifiutato di comunicare la variazione all' ADE....

Tuo nonno è il solo rappresentante, ma non è il responsabile di eventuali irregolarità fiscali, a cui dovrà rispondere l'intero condominio.

No, tuo nonno, come già detto da Leonardo, puo' dimostrare di essere stato in carica solo per un periodo, tramite i verbali di assemblea e sarà responsabile fiscalmente solo per quel periodo. Non è raro che non si cambi il rappresentante, quindi il documento che fa testo è il "contratto" fra condomìnio e amministratore, "stipulato" con l'atto assembleare della nomina. Al limite, come detto, AdE puo' inviare una sanzione per il ritardo nella variazione di nominativo. Considerando che è nell'interesse precipuo del condomìnio che tutti i dati siano corretti, che imponga la variazione ora.
×