Vai al contenuto
Fabrizio Giovenco

Lavori condominiali straordinari

sono comproprietario per 1/3 di un appartamento insieme ai miei due fratelli per averlo ereditato dai nostri genitori ;

tre anni fa, durante lo svolgimento di alcuni lavori straordinari condominiali , durante i quali ,il solaio soprastante il nostro appartamento era privo della nuova pavimentazione definitiva ed era sommariamente protetto ,avvengono tre temporali consecutivi nello stesso giorno che allagano tutto il nostro appartamento (l'acqua scendeva lungo i muri e anche dai lampadari) obbligando all'evacuazione per due giorni ;

a chi spetta il risarcimento dei danni subiti dal nostro appartamento : al condominio quale ente appaltante o alla ditta esecutrice dei lavori condominiali,quale ente appaltatore ?

 

nelle foto e nel video sono riportati alcuni dei danni esterni ; i danni interni per le copiose infiltrazioni che hanno attraversato dall'alto verso il basso tutta l'area dell'abitazione e anche il pavimento interno fino ad arrivare alla sottostante cantina ; alle superfici dei muri agli arredi agli armadi a muro e ai mobili marciti ed ammuffiti all'interno sono disponibili ma non sono stati oggi inviati;

 

essendo i lavori condominiali straordinari ,il condominio è o non è responsabile in solido nei nostri confronti ?

 

il condominio, avrebbe dovuto attivare l'assicurazione dello stabile o quella della Ditta esecutrice per il ristoro dei danni o entrambi le compagnie ?

 

possiamo sospendere il pagamento dei ratei relativi ai lavori straordinari condominiali,alla luce degli importanti danni subiti che dovranno esserci rimborsati?

 

grazie 

 

Fabrizio

 

 

 

 

sono coerede e comproprietario per 1/3 di un appartamento con i miei due fratelli ; nel 2016 mi sono accorto che gli altri due coeredi e comproprietari avevano di nascosto ben due volte cambiato i mezzi di apertura dell'immobile impedendo di fatto l'accesso a me e all'agenzia incaricata della vendita,impedendomi oltre che nella vendita del bene anche nel godimento dell'abitazione per ben due anni;

 

entrambi le volte ho chiamato i CC per l'esamina delle chiavi e per il relativo verbale ; la seconda volta oltre il verbale ho sporto denuncia al locale commissariato per entrambi gli eventi;

 

quali danni posso chiedere ai due?

 

Grazie

 

Fabrizio

 

 

Fabrizio Giovenco dice:

tre anni fa, durante lo svolgimento di alcuni lavori straordinari condominiali , durante i quali ,il solaio soprastante il nostro appartamento era privo della nuova pavimentazione definitiva ed era sommariamente protetto ,avvengono tre temporali consecutivi nello stesso giorno che allagano tutto il nostro appartamento (l'acqua scendeva lungo i muri e anche dai lampadari) obbligando all'evacuazione per due giorni ;

a chi spetta il risarcimento dei danni subiti dal nostro appartamento : al condominio quale ente appaltante o alla ditta esecutrice dei lavori condominiali,quale ente appaltatore ?

Se ciò avvenuto per incuria della ditta che durante l'esecuzione dei lavori non si attrezzata a proteggere "il cantiere", a mio avviso avresti dovuto chiederli all'impresa ma in quel momento. Specie se avevate incaricato un D.LL , ma distanza di tre anni la vedo dura...

 

Fabrizio Giovenco dice:

il condominio, avrebbe dovuto attivare l'assicurazione dello stabile o quella della Ditta esecutrice per il ristoro dei danni o entrambi le compagnie ?

Dipende da quali garanzie copriva tale assicurazione condominiale. Ma da come descrivi, mi sembra palese che la negligenza è della ditta.

Fabrizio Giovenco dice:

essendo i lavori condominiali straordinari ,il condominio è o non è responsabile in solido nei nostri confronti ?

No.  Nella misura in cui i lavori sono stati deliberati ed affidati all'impresa dal Condominio (mi sembra il classico caso di suddivisione della spesa 1/3 con 2/3), è pure esso parte lesa.

Fabrizio Giovenco dice:

possiamo sospendere il pagamento dei ratei relativi ai lavori straordinari condominiali,alla luce degli importanti danni subiti che dovranno esserci rimborsati?

 

Per quanto detto sopra, no. 

Fabrizio Giovenco dice:

sono coerede e comproprietario per 1/3 di un appartamento con i miei due fratelli ; nel 2016 mi sono accorto che gli altri due coeredi e comproprietari avevano di nascosto ben due volte cambiato i mezzi di apertura dell'immobile impedendo di fatto l'accesso a me e all'agenzia incaricata della vendita,impedendomi oltre che nella vendita del bene anche nel godimento dell'abitazione per ben due anni;

 

entrambi le volte ho chiamato i CC per l'esamina delle chiavi e per il relativo verbale ; la seconda volta oltre il verbale ho sporto denuncia al locale commissariato per entrambi gli eventi;

 

quali danni posso chiedere ai due?

 

Grazie

 

Fabrizio

 

 

Non fornisci elementi per stabilire le responsabilità delle infiltrazioni di umidità.

Se i difetti della impermeabilizzazione e la mancanza della pavimentazione a copertura e protezione della stessa pavimentazione preesistevano alla assegnazione dei lavori straordinari, la responsabilità è del condominio per essere il lastrico solare bene comune.

Se invece le precipitazioni sono avvenute durante i lavori di rimozione e sostituzione della impermeabilizzazione, la responsabilità è della ditta che in qualità di custode avrebbe dovuto proteggere opportunamente la copertura al fine di impedire o limitare i danni all’edificio.

Nel primo caso la garanzia eventi atmosferici non copre i danni da infiltrazioni a meno che non si dimostri che il bagnamento verificatosi all’interno dell’edificio sia conseguenza della violenza degli eventi che hanno provocato lesioni, rotture nel tetto e nelle pareti, e il condominio è responsabile dei danni subiti dal tuo appartamento (in comproprietà).

Nel secondo caso, il condominio deve valutare e chiedere i danni alla ditta che , se assicurata, dovrebbe denunciare il sinistro alla propria compagnia assicuratrice.

In ogni caso non conviene sospendere i pagamenti.

 

Fabrizio Giovenco dice:

sono coerede e comproprietario per 1/3 di un appartamento con i miei due fratelli ; nel 2016 mi sono accorto che gli altri due coeredi e comproprietari avevano di nascosto ben due volte cambiato i mezzi di apertura dell'immobile impedendo di fatto l'accesso a me e all'agenzia incaricata della vendita,impedendomi oltre che nella vendita del bene anche nel godimento dell'abitazione per ben due anni;

 

entrambi le volte ho chiamato i CC per l'esamina delle chiavi e per il relativo verbale ; la seconda volta oltre il verbale ho sporto denuncia al locale commissariato per entrambi gli eventi;

 

quali danni posso chiedere ai due?

 

Grazie

 

Fabrizio

 

 

I due fratelli si stanno comportando come se fossero gli unici proprietari dell’abitazione ereditata anche da te e sembra che non sia stato raggiunto un accordo sulla sua vendita.

In mancanza di un accordo hai due alternative:

1) trovare un acquirente della tua quota di 1/3 indivisa;

2) chiedere la divisione del bene ereditato.

Per quanto riguarda il mancato godimento del bene in questi due anni trascorsi, i due fratelli dovranno corrisponderti i frutti civili dello stesso pro quota.

×