Vai al contenuto
walterdr

Info su parti private confinanti con parti comuni

Ciao a tutti.

Volevo chiedervi se è ammissibile, ovvero se è una cosa regolare,

che una parte privata ma confinante con parti comuni può essere lasciata in stato di abbandono

senza che l'amministratore abbia il potere di intervenire.

Vivo in un parco ricco di verde la cui gestione ha un costo mensile abbastanza elevato.

Il parco consta di tre piccole palazzine connesse tra loro da alcune "particelle"

di proprietà del costruttore che ha lasciato praticamente incolte e abbandonate.

Quindi affacciandomi (io così come altri condomini) sono costretto a vedere terreno difforme e ricoperto da arbusti.

Ho chiesto all'amministratore di intervenire e di invitare il costruttore a sistemare l'area di sua proprietà

La risposta è stata che, non essendo parte comune, non può imporre nulla.

A questo punto ho dei dubbi.

E' realmente così?? Possibile che un modo di "imporre" di tenerle in buon ordine e in linea con il resto del parco?

E poi... basandomi sul concetto esposto dall'amministratore, a questo punto io sull'area privata del mio posto auto

potrei lasciare cumuli di immondizia o, per assurdo, mettere un maiale sul mio balcone??

Vorrei qualche delucidazione.

 

PS.

Approfitto del post, avitando così di aprirne un'altro,

per porre un'altro questito che andrebbe inserito in una sezione diversa.

Quanti giorni prima, minimo, deve essere consegnato un bilancio per poter essere approvato in riiunione??

1) Salvo un regolamento contrattuale disponga diversamente, il tuo amministratore ha ragione.

2) Entro i termini di convocazione, 5 giorni liberi dalla I convocazione

Ciao a tutti.

Volevo chiedervi se è ammissibile, ovvero se è una cosa regolare,

che una parte privata ma confinante con parti comuni può essere lasciata in stato di abbandono

senza che l'amministratore abbia il potere di intervenire.

Vivo in un parco ricco di verde la cui gestione ha un costo mensile abbastanza elevato.

Il parco consta di tre piccole palazzine connesse tra loro da alcune "particelle"

di proprietà del costruttore che ha lasciato praticamente incolte e abbandonate.

Quindi affacciandomi (io così come altri condomini) sono costretto a vedere terreno difforme e ricoperto da arbusti.

Ho chiesto all'amministratore di intervenire e di invitare il costruttore a sistemare l'area di sua proprietà

La risposta è stata che, non essendo parte comune, non può imporre nulla.

A questo punto ho dei dubbi.

E' realmente così?? Possibile che un modo di "imporre" di tenerle in buon ordine e in linea con il resto del parco?

E poi... basandomi sul concetto esposto dall'amministratore, a questo punto io sull'area privata del mio posto auto

potrei lasciare cumuli di immondizia o, per assurdo, mettere un maiale sul mio balcone??

Vorrei qualche delucidazione.

 

PS.

Approfitto del post, avitando così di aprirne un'altro,

per porre un'altro questito che andrebbe inserito in una sezione diversa.

Quanti giorni prima, minimo, deve essere consegnato un bilancio per poter essere approvato in riiunione??

 

Eventualmente se trattasi di stato di abbandono potrai rivolgerti all'autorità preposta (Sindaco)che valuterà se lo stato di abbandono possa costituire pericolo e quindi emettere ordinanza di sistemazione dell' area .

 

P.S. l' amministratore deve risolvere problemi condominiali non i problemi dei condomini .

Grazie ad entrambi per le risposte.

In effetti nel regolamento c'è un punto dove si dice che i condomini devono tenere in buono stato la loro proprietà.. etc etc.

Cmq sia capisco bene che l'amministratore deve risolvere i problemi condominiali e non dei condomini

ma ritengo questo un caso che ricade sotto la sua cura.

Ad esempio, relativamernte a questa area, in passato ho visto del materiale fuorisciure e allertai la polizia

che a sua volta chiamò i Vigli Urbani e da una veloce ricognizione uscirono fuori bombole di gas, scarti di lavorazione e fili elettrici.

Infatti il costruttore fu costretto a rimuovere il tutto ed ebbe anche una sansione amministrativa.

Secondo il mio modesto parere l'amministratore dovrebbe intervenire perchè anche se area privata

questa è a contatto e circonda buona parte dell'area condominiale.

In ogni caso domani sera ci sarà una riunione con questo posto, assieme ad altri, tra gli ordini del giorno

Visto che gia' una volta hai agito in prima persona nulla ti vieta di riagire in prima persona .

Sarebbe la terza visto che, nel frattempo, gli ho fatto causa per altri mitivi vincendo la causa.

Non credo, non ho intenzione di passare il mio tempo a corregli dietro.

Spero che le batoste prese fino ad ora lo convincano ad essere un pò più duttile.

Del resto non c'è da fare tanto.

E, mi chiedevo... si potrebbe dire in riunione che,

poiché noi spendiamo tanto per tenere il parco in un certo modo

(giardinaggio, pulizie, etc), ci asteniamo per protesta

poiché alla fine è tutto vano visto che poi quella parte abbandonata

sbilancia l'estetica in negativo??

Secondo il mio modesto parere l'amministratore dovrebbe intervenire perchè anche se area privata

questa è a contatto e circonda buona parte dell'area condominiale.

In ogni caso domani sera ci sarà una riunione con questo posto, assieme ad altri, tra gli ordini del giorno

Mi pare che il tuo parere strida con quanto la legge dispone e consente al mandatario.

In ogni caso cosa intenderesti per intervenire?

Un conto è segnalare agli organi preposti qualora vi siano vere situazioni di degrado estreme e/o di pericolo altra cosa è intervenire in area privata, violandone l'accesso, spendendo risorse del condominio.

 

Hai solo scritto che l'area era abbandonata ed incolta ciò non autorizza nè giustifica alcun intervento d'emergenza...

 

In ogni caso, prima di ogni cosa ci vorrebbe una delibera all'uopo per autorizzare a destinare risorse per tali iniziative dopodichè interessare la proprietà dell'iniziativa anche economica assunta dalla compagine condominiale in favore di un maggior decoro ottenendone il permesso e l'accesso all'area.

Ancora grazie per le risposte.

Per intervenire intendo fare da mediatore ed invitare il costruttore

(che tra l'altro ha ancora altro da vendere

e avrebbe tutto l'interesse affiché il parco fosse tenuto

nel miglior modo possibile) ad adeguarsi al resto.

Vorrei capire se esiste un modo, qualcosa, che si possa fare per ottenere il risultato.

Giusto per dire e spiegare il personaggio.

Nel regolamente c'è scritto espressamente

che non è possibile adibire le proprietà a locande o simili

ma lui in due mansarde ha realizzato un B&B.

Sono dieci anni che combattiamo per non pagare le sue spese,

ovvero lui non partecipa in toto alle spese condominiali nonostante sia proprietario di alcuni appartamenti invenduti.

×