Vai al contenuto
RAFBIS

Fideiussione a garanzia del contratto di locazione

Sto' preparando un contratto di locazione convenzionato 3+2 con cedolare secca coperto anche da una garanzia fideiussoria.

Se inserisco nel contratto la clausola per la fideiussione a garanzia prestata dai genitori specificando l'importo garantito dovro' pagare all'Agenzia delle Entrate al momento della regitrazione il 5% sulla somma totale data a garanzia dell'obbligazione contrattuale . Se invece inserisco nel contratto la clausola in cui dico che il contratto e' coperta da garanzia prestata dai genitori con una scrittura privata a parte senza specificare nessun importo non dovrei pagare nulla al fisco.

Chiaramente il contratto dopo la stipula va' regolarmente registrato telematicamentecon il modello RLI.

La scrittura privata sottoscritta a parte tra i garanti e il sottoscritto per dargli valore legale va' anch'essa registrata?

Alcuni dicono di no. Dicono che per dargli valore legale e' sufficiente dare alla scrittura privata una data certa. Magari inviando ai garanti una raccomandata con ricevuta di ritorno con l'atto stipulato.

Altri dicono che non basta la data certa . La scrittura per avere valore legale deve essere obbligatoriamente registrata .

Ultime disposizioni sembrerebbero andare in questa direzione. Mi hanno detto che alcuni giudici non hanno ritenuto valida una fideiussione non registrata .

Cosa ne pensate?

Se si esercita l'opzione per la cedolare secca, al contratto di locazione non si applicano le imposte di registro e di bollo, compresa anche la fideiussione prestata da un terzo a favore del conduttore.

A quel punto, si inserisce la clausola direttamente nel contratto di locazione, la cui registrazione supera il problema di redigere una scrittura privata separata.

Se si esercita l'opzione per la cedolare secca, al contratto di locazione non si applicano le imposte di registro e di bollo, compresa anche la fideiussione prestata da un terzo a favore del conduttore.

A quel punto, si inserisce la clausola direttamente nel contratto di locazione, la cui registrazione supera il problema di redigere una scrittura privata separata.

Si, questo e vero solo nel caso che la fideiussione sia prestata da un istituto bancario o da un assicurazione. Nel caso mio specifico la fideiusione (GARANZIA) e' prestata da una persona fisica ,un parente ,pertanto quando si va a compilare il modello RLI relativamente alla fideiussione va cliccata la voce L2 (fideiussione prestata da terzi persone fisiche) e va inserito l'importo a garanzia che nel mio caso e'riferito all'intero periodo contrattuale. Tale fideiussione sconta nel mio caso una imposta di €.280,00 pari al 5% dell'importo garantito, considerando comunque che l'imposta minima applicata dall'Agenzia e' di €.200,00 a prescindere dall'importo. Ecco il perche' comunque avessi optato per la cedolare secca ho optato per una scrittura privata a parte da non registrare subito ma da registrare solo all'occorrenza. Ora pero' nasce un dubbio sul valore legale di questa scrittura privata non registrata subito. Dei conoscenti avvocati mi hanno riferito che alcuni giudici non prendono nemmeno in considerazione una scrittura privata di fideiusione se questa non e' stata registrata. Quindi se fosse cosi' non mi rimane che pagare l'ulteriore imposta al fisco inserendo la clausola nel contratto.

Mi sapete dare ulteriori informazioni al riguardo?

Io in genere faccio un contratto di locazione cointestato all'inquilino effettivo ed al garante. In questo modo sono responsabili entrambi e nulla è dovuto in più al fisco.

Io in genere faccio un contratto di locazione cointestato all'inquilino effettivo ed al garante. In questo modo sono responsabili entrambi e nulla è dovuto in più al fisco.

Ok. PERFETTO SE CHIARAMENTE E' DACCORDO IL GARANTE. E' L'UNICA POSSIBILITA' . FORSE LA MIGLIORE SOTTO CERTI ASPETTI. GRAZIE C'E' QUALCHE ALTRO PARERE??? NEL CASO DI FIDEIUSSIONE SEPARATA????

Effettivamente il contratto in solido con il garante sembra la soluzione più immediata, tanto se tizio è d'accordo a costituirsi in qualità di fidejussore non vedo perché non dovrebbe essere d'accordo a costituirsi in qualità di co-conduttore in solido con la persona per cui garantisce, quindi così si risolve.


 

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×