Vai al contenuto
Marco79

Famiglia che disturba

Ragazzi/e, mi date un consiglio?

Sopra di me abita una famiglia di Albanesi con 2 bambini piccoli, uno 10 anni e il secondo 8.

Da pochi giorni sono ritornati a casa dalle ferie, e qui in casa mia è finita la pace!

Dalle 2 del pomeriggio fino a quando lo decidono loro, in casa mia non si può piu vivere nel vero senso della parola.

Ieri ho parlato con il loro padrone di casa(che sarebbe l ex marito di lei), e da oggi "l uomo" di casa mi guarda pure male non sapendo che ho praticato 13 anni di pugilato!

Sono sull orlo di una crisi di nervi, il loro fracasso continuo sta veramente compromettendo la mia vita familiare con la mia compagna!

Adesso mi guarda pure male:mad:🤬

Caro Marco,visto che hai praticato pugilato, non e che vieni a casa mia a riempire di botte anche i miei vicini di sopra, che non sono stranieri, ma taaaanto itagliani. 🙂

Santo cielo, non sai quanto ti capisco!

Qui da me sono appena tornati i due scimpanzè da scuola, e non ti dico che tallonare...

...musica per le mie povere orecchie. In più la mamma fa avanti e indietro per casa con i tacchi a spillo, la nonna sposta tutti i mobili di casa, e sono solo le 2 e 15...

Anna, ho paura che l unica soluzione è cambiar casa.

Magari fosse cosi semplice cambiare casa, di questi tempi,con la crisi, la vedo dura. Almeno nel mio caso, devo vendere prima. La mia lezione l'ho imparata, mai più in condominio al piano terra, o comunque con qualcuno sopra. Ultimo piano,e se possibile, isolato da tutti.

Ma io pensavo che la scuola dura di più, quando ho visto tornare prima dell'una a casa il maleducato di sopra, mi e cascato il mondo addosso. Pian, piano,sto cedendo alla tentazione di comprare 2 casse, di attacarle al soffitto, e di trovare una nuova passione, la musica con tanti bassi. Non sono il tipo che fa casino, ma la disperazione mi spinge a questo. Ormai sono diventata intollerante a qualsiasi tipo di rumore proveniente dal piano di sopra. Io amo i bambini, sto per diventare mamma anche io, ma la mancanza di educazione e la mancanza di rispetto mi danno fastidio. La gente non capisce che non devono imporre i propri figli agli altri, solo perché sono dei genitori. I figli vanno educati nel rispetto degli altri, non "sono a casa mia,faccio quello che voglio". A questo punto, visto che i figli degli altri hanno rotto i c.... a me, allora anche il mio figlio romperà i c... agli altri, tanto "e un bambino, deve giocare" . Anche con la palla, come fanno adesso le 2 prole sopra la mia testa.

Magari fosse cosi semplice cambiare casa, di questi tempi,con la crisi, la vedo dura. Almeno nel mio caso, devo vendere prima. La mia lezione l'ho imparata, mai più in condominio al piano terra, o comunque con qualcuno sopra. Ultimo piano,e se possibile, isolato da tutti.

..sperando che il casino non venga da sotto: forse casa mia è davvero fatta male, ma nella pausa pranzo sono rientrato per ritirare una cosa e la ragazzina del piano di sotto che urlava e rincorreva le amichette in casa, il tutto condito con lo stereo "a palla", lo sentivo in modo così nitido che pensavo arrivasse dall'appartamento accanto o sopra.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il mio sogno nel cassetto è una casetta singola, ma qui a Roma sogni di questo tipo non si possono fare!

Ricordo ancora quando ero una peste con tanto di corna, dentro casa mia c era il divieto assoluto di correre, i palloni si lasciavano giu in cantina, e per le scale si faceva silenzio!

Anche qui è questione di fortuna: l'esperienza insegna (leggi in giro per il forum) che o trovi una casa isolata in aperta campagna oppure rischi di beccarti cani che abbaiano tutta la notte, feste in giardino alle ore più disparate e chi più ne ha più ne metta...considera anche che le villette di solito le fanno binate o a schiera, col rischio di avere uno o più confini con gente fracassona, e così è come abitare in condominio.

Io sono stato educato come te e sottoscrivo in pieno tutto il resto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

... Che faccio lo gonfio?

Se fosse un metodo risolutivo ti direi di si, ma siamo sicuri che così non innescherai una spirale di ritorsioni che potrebbe rivelarsi un autogol?

Immagina poi se questo chiama i carabinieri e lo trovano con un occhio nero ed un labbro sanguinante...rischi pure problemi giudiziari per aver direso il tuo diritto a star tranquillo..e quelli si faranno grasse risate.

I cani nel vicinato riesco a sopportarli bene, per i festini e cavoli vari non saprei che dirti.

Quello che mi fà letteralmente uscire di testa, è il tallonare continuo dei 2 marmocchi, per le altre cose posso anche chiudere un occhio (o un orecchio), ma quelle corse continue sono una cosa allucinante! Ti giuro urtano al sistema nervoso centrale.

 

 

Per il discorso delle botte hai pienamente ragione, non servirebbe a nulla. Ma quando in casa mia comincia a tremare il soffitto, a me cominciano a prudere le mani.

Ma poi ripenso alla famosissima strage di erba, e mi si calmano i bollenti spiriti.

Carissimi, io ho un indiano che ha pappagalli di varie grandezze, immaginate un po', gatti e loro che dalle 14,00 a sera quando fa buio chiacchierano fuori al balcone a voce alta, lavano il terrazzino e gettano nel cortile sottostante dallo stesso balcone tutto ciò che spazzano in casa compreso escrementi dei gatti e semi degli uccelli, cucinano e non accendono gli aspiratori, aprono le finestre e quelli di fianco e di sopra sono costretti a chiudersi dentro per non appestare le camere,gli è stato detto e mi son venuti a minacciare, 3 di loro, che se a noi non va bene così a loro non va bene nulla. Poi ho sotto di me una famiglia italiana, che dice che non disturba, ma fumano in tre di loro e lo stesso o chiudiamo le finestre oppure fumiamo insieme a loro. Come vedete i problemi sono tanti ed è molto difficile se non impossibile risolverli anche avendo una buona dose di tolleranza, agendo per le vie legali non si ottiene nulla in quando tutti parlano ma al momento opportuno nessuno ti farà da testimone, diranno lasciamo perdere, non vogliamo rogne ecc. ecc.

Ciao.

Le alternative (ultimo piano o casa singola) non è che siano la porta del paradiso.

Coll'ultimo piano geli d'inverno e bolli d'estate.

Con la casa singola non ne parliamo. Vissuta per 40 anni. Una schiavitù perenne per via del timore dei ladri e dei 1600 mq di giardino su cui lavorare continuamente, per non parlare del resto di casa. La sera, rincasare col buio ogni volta senza tranquillità.

 

Se non ci fosse stata mia nonna che ha fatto il guardiano per 37 anni non so come avremmo fatto.

caro Marco 79 ben arrivato al club dei "disperati" se leggi il mio forum "problemi con extracomunitari" capirai quante ne ho passate io con i miei vicini extra del piano di sopra..ho abbandonato la mia casa e sono in affitto....ti capisco benissimo cosa significa vivere in una situazione di disaggio assurda e incomprensibile...fatti forza ma ti anticipo che per quanto tu possa lottare loro hanno vinto ..ti faccio i miei migliori auguri

Mica per niente, ma ci terrei a specificare che i problemi ci sono anche tra italiani. Non è che perchè ci sia di mezzo un extra UE (peraltro anche lo svizzero o il norvegese lo sono), si tratta di problemi diversi, oppure che li creano di più.

 

Guarda il recente fatto di cronaca sull'omicidio plurimo originato da fatti di vicinato. Tutti italiani.

Caro Marco,visto che hai praticato pugilato, non e che vieni a casa mia a riempire di botte anche i miei vicini di sopra, che non sono stranieri, ma taaaanto itagliani. 🙂

Niente ragazzi/e , sono arrivato alla frutta:mad:

Ieri pomeriggio la questione stava per finire male!!! Il bordello sopra di me era talmente tanto forte, che per un attimo ho pensato ora basta, appena incrocio quel pupazzo lo riempio di botte. Poi ringraziando il Signore la mia ragazza mi ha fatto ragionare per bene!

Alla fine mi tocca affrettare le cose e andarmene, o per una famiglia di Extracomunitari mi vado a rovinare la vita.

Ebbene si, per una famiglia di ALBANESI, mi tocca prendere baracca e burattini ed evacuare.

 

Ma io dico, è possibile che non ci siano delle leggi serie condominiali per questi trogloditi che possono renderti la vita in casa tua impossibile?

È incredibile!

Coraggio, il sottoscritto dopo 12 anni (casa mia) son dovuto scappare e ci ho rimesso 40.000 €. di tribunali ed avvocati, le leggi ci sono ma non vengono applicate come tali ed anche i giudici chiedono che ci sia tolleranza, se protesti troppo non sei tollerante se non protesti ed agisci come ho fatto io, che ho denunciato ad uno di questi disturbatori (italiano) ho avuto ragione, ho vinto le cause ma nella relazione il giudice ha detto che sono stato io ad alimentare questo astio per la denuncia fatta, se avessi lasciato correre sarebbe stato diverso (forse sarei morto) da premettere che la denuncia è stata supportata dai carabinieri presenti, il Signore mi minacciava di morte e mi insultava pesantemente, e questo non è bastato. queste SONO LE LEGGI E I GIUDIZI DEI GIUDICI, dopo diverse denunce e cause son dovuto scappare per non andare in galera o al cimitero. Ho comprato un altro appartamento e sono scappato quasi di notte.

Ciao ed auguri.

non ho parole sufficienti per esprimere ciò che provo è ingiusto e indegno dovere scappare dalle ns case , perché non vengono applicate leggi risolutive...ti capisco e comprendo Luigi

Ciao, stesso problema meno anni e di kick ma stessa voglia che hai tu voglia repressa perché altrimenti si passa dalla ragione al torto...cornuti e mazziati praticamente. L'unica cosa sarebbe bene far fare un rilevamento fonometrico all'ARPA o alla ASL ma da ciò che ho capito vengono quando gli pare a loro e se hai sfortuna magari è proprio nel momento in cui sono fuori a fare la spesa ecc...

--link_rimosso--

Quello che tanti non capiscono è che non si tratta di razzismo, semplicemente ci sono "persone" che provengono da paesi e realtà in cui il concetto di civiltà e rispetto del prossimo sono molto diversi.

C' è una ragione se si leggono tante lamentele relative ad extracomunitari, e no non si parla di norvegesi o svizzeri (che per inteso possono fare benissimo casino, ma a quel punto sono maleducati di loro).

Io abitavo vicino ad una famiglia di africani e ho raccontato un pò di episodi a riguardo: neanche a farlo apposta TUTTE le persone con cui ho parlato avevano esperienze tali e quali con gli africani.

E' gente incapace di parlare a bassa voce, abituata ad avere comitive di amici in casa a tutte le ore e incapace di capire il concetto di disturbo arrecato agli altri.

Spesso non se ne rendono nemmeno conto, e anche per questo pur dicendoglielo non riescono ad adattarsi e magari passano per menefreghisti.

 

Però è un dato di fatto.

Io sono arrivato al punto di dover tornare a casa MIA dopo le 22.

Sono talmente tanto nervoso da tutta questa storia, che quando mi capita di incrociarli per la via, aspetto che passino!

Ieri pomeriggio ho parlato per l ennesima volta con il loro padrone di casa, NIENTE !!! Sono sicuro che se parlassi con una foca monaca ascolterebbe di più.

Voglio precisare che non sono razzista, ma fidatevi, la maggior parte di questa gente che viene a mangiare nel nostro paese è molto arrogante e maleducata.

Ma alla fine i discorsi stanno a 0, io devo tornare in casa mia quando lo decidono loro, e hanno anche ragione!

Santo cielo aiutami tu.

Scusate lo sfogo ragazzi, ho bisogno di sfogarmi, basta un raptus di 10 minuti in sti casi per rovinarsi la vita.

Quello che tanti non capiscono è che non si tratta di razzismo, semplicemente ci sono "persone" che provengono da paesi e realtà in cui il concetto di civiltà e rispetto del prossimo sono molto diversi.

C' è una ragione se si leggono tante lamentele relative ad extracomunitari, e no non si parla di norvegesi o svizzeri (che per inteso possono fare benissimo casino, ma a quel punto sono maleducati di loro).

Io abitavo vicino ad una famiglia di africani e ho raccontato un pò di episodi a riguardo: neanche a farlo apposta TUTTE le persone con cui ho parlato avevano esperienze tali e quali con gli africani.

E' gente incapace di parlare a bassa voce, abituata ad avere comitive di amici in casa a tutte le ore e incapace di capire il concetto di disturbo arrecato agli altri.

Spesso non se ne rendono nemmeno conto, e anche per questo pur dicendoglielo non riescono ad adattarsi e magari passano per menefreghisti.

 

Però è un dato di fatto.

premesso che sia gli svizzeri che i norvegesi sono extracomunitari ,difficilemte nei casi esposti si parla di loro (svizzeri e norvegesi)forse perché non hanno motivo di emigrare in Italia (visto che stanno benissimo nei loro Paesi),a differenze di altre tipologie di cittadini extracomunitari .(provenienti da Paesi con particolari situazioni economiche,politiche ,di guerra etc etc ).quindi un e' po' difficile parlare di norvegesi o svizzeri che fanno casino in condomini italiani .

 

tieni conto che fanno notizia solo coloro che disturbano e non coloro che vivono civilmente .

quindi non esistono africani incivili e norvegesi civili ,ma esistono persone civili (norvegesi e africani etc ) e persone incivili (norvegesi ,africani etc)ovviamente poi statisticamente ci sono piu' africani incivili rispetto ai norvegesi incivili ma cio' e' perché ci sono più africani che norvegesi .

 

 

p.s. non ho capito il fatto che se uno svizzero o un norvegese fa casino e' perché "sono maleducati di loro" (ovvero e' un fatto personale)invece in altri casi (popoli che provengono da altre parti del mondo)non e' una questione personale ma razziale ovvero fanno casino perché e' la razza che fa casino .

No, o non mi sono spiegato bene o non hai capito cosa intendessi.

Premesso che non ne sto facendo una questione razziale di bassa lega, non sto parlando di neri, gialli o a pallini.

Sto parlando però di una cosa OVVIA ma che a mio avviso viene spesso rigirata per farne a tutti i costi una questione razziale, di bassa lega.

 

Esistono persone educate e maleducate, in qualsiasi parte del mondo.

VERISSIMO.

In alcune parti del mondo però per varie ragioni il concetto di "civiltà", e per dio non sto parlando di trogloditi o tribù di cannibali, è DIVERSO dal nostro.

In questo caso specifico, perchè è di questo che si sta parlando, per alcune persone è normale "fare casino", non avere mille regole e regolette condominiali da rispettare, e così via.

Detto per inciso la cosa riguarda anche gli italiani, non vorrei offendere nessuno ma nella mia esperienza ad esempio i meridionali sono piuttosto casinisti e menefreghisti.

Davvero, lo so di dire una cosa odiosa, ma riporto una mia esperienza.

E intendiamoci, la cosa è anche un punto di vista: in alcuni posti la gente vive così e magari trova pure che sia il bello della vita, che siano gli altri ad essere degli alieni repressi.

Provate ad andare in Africa e stare un pò tra la gente comune, mi sembra una cosa scontata che si viva con altri valori, altro concetto della comunità, del vicinato, dell' idea di "rispetto" per gli altri, etc. etc.

E come ripeto non è una questione di giusto o sbagliato per forza, ma è chiaro che gente abituata in un certo modo a volte fatica ad assimilare le regole del paese in cui si stabilisce.

 

Ho portato l' esempio di "norvegesi" o "svizzeri" perchè citati in un commento precedente e per sottolineare che si tratta comunque di persone con uno stile di vita occidentale simile al nostro, a dire la verità abbastanza più attento alle regole della convivenza con gli altri.

Lo so che non sia una regola, diavolo, lo ribadisco: ma c' è una ragione se si creano certi luoghi comuni.

Gli italiani, in generale, all' estero sono considerati casinisti provinciali: a me che non lo sono girano le balle.

Poi vai un pò di volte all' estero e ti accorgi che cavolo SI, se c' è qualche turista che fa casino, non rispetta le regole o fa qualche cazzata spesso e volentieri sono proprio i compatrioti.

×