Vai al contenuto
bianca

E' obbligatoria l'iscrizione all'albo degli amministratori condominiali?

Salve vorrei sapere se con la nuova normativa è obbligatoria l'iscrizione, perchè ho digitato il nome del nostro amministratore su internet e non lo trovo da nessuna parte. All'ingresso c'è una targhetta con il suo nome, indirizzo ed il suo numero di cellulare. Non risulta a quell'indirizzo. Nei verbali c'è soltanto scritto l'amministratore ed il suo nome. Ho cercato nelle associazioni tipo anaci, confedilizia ecc. non c'è. Purtroppo non riusciamo a liberarcene perchè è "aiutato" da alcuni condomini che hanno tutto l'interese a tenerlo in quanto le loro famiglie si gestiscono i servizi: chi le scale, il giardino, elettricista, spurgo fogne ecc. e quindi siamo sempre in minoranza. Se avessi la certezza dell'obbligatorietà sarebbe un sollievo. Grazie

Salve vorrei sapere se con la nuova normativa è obbligatoria l'iscrizione, perchè ho digitato il nome del nostro amministratore su internet e non lo trovo da nessuna parte. All'ingresso c'è una targhetta con il suo nome, indirizzo ed il suo numero di cellulare. Non risulta a quell'indirizzo. Nei verbali c'è soltanto scritto l'amministratore ed il suo nome. Ho cercato nelle associazioni tipo anaci, confedilizia ecc. non c'è. Purtroppo non riusciamo a liberarcene perchè è "aiutato" da alcuni condomini che hanno tutto l'interese a tenerlo in quanto le loro famiglie si gestiscono i servizi: chi le scale, il giardino, elettricista, spurgo fogne ecc. e quindi siamo sempre in minoranza. Se avessi la certezza dell'obbligatorietà sarebbe un sollievo. Grazie

Non esiste nessun albo amministratori

Ho letto l'elenco delle associazioni, almeno quelle da me conosciute, ma il suo nome non c'è. Questo significa che ognuno può fare l'amministratore. Perchè la certezza che abbia seguito un corso non c'è

Se era già amministratore allora non ha nemmeno l'obbligo della formazione iniziale, se vuoi rendergli la vita difficile ti conviene seguire altre strade .....

Peccato! Non so se prima era amministratore da altre parti ma lo è da noi per cui.....

Puoi rendergli la vita difficile incrociando le due leggi importanti per gli amministratori: la 220/2012 e la 4/2013

...All'ingresso c'è una targhetta con il suo nome, indirizzo ed il suo numero di cellulare. Non risulta a quell'indirizzo...

Possibile che avete un amministratore fantasma? Dove sono conservati i documenti del condominio?

Alla prossima assemblea ordinaria chiedigli i suoi dati, codice fiscale compreso.

Se non li comunica fallo mettere a verbale e poi rivolgiti al tribunale per la revoca giudiziaria.

 

Art. 1129 codice civile

...Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata...

Si ma anche venendo in possesso del suo codice fiscale, cosa cambia se come dice Butler " Se era già amministratore allora non ha nemmeno l'obbligo della formazione iniziale"? E' una battaglia già persa

Si ma anche venendo in possesso del suo codice fiscale, cosa cambia se come dice Butler " Se era già amministratore allora non ha nemmeno l'obbligo della formazione iniziale"? E' una battaglia già persa

Non è una battaglia già persa. Se non è iscritto a albo geometri, commercialisti, o architetti (insomma quegli albi che hanno autoregolamentato l'attività dell'amministratore all'interno dei loro statuti) il tuo amministratore è obbligato a esporre in ogni suo documenti (compresa la targhetta) l'informazione che svolge la sua attività ai sensi della legge 4/2013. In caso contrario in qualità di consumatore puoi fare ricorso e l'autorità competente (al momento non ti so dire quale) potrebbe comminargli una sanzione che può arrivare fino a 25.000 €

 

Inoltre tieni in considerazione che anche se non è tenuto ad avere la formazione iniziale è comunque tenuto ad avere la formazione continua. Se vuoi puoi anche fare una visura nel registro dei protesti ed in caso positivo avresti un'arma in più

Si ma anche venendo in possesso del suo codice fiscale, cosa cambia se come dice Butler " Se era già amministratore allora non ha nemmeno l'obbligo della formazione iniziale"? E' una battaglia già persa

Serve per sapere almeno l'indirizzo a cui mandare una raccomandata per richiedere un appuntamento per visionare i documenti contabili.

Hai detto che le varie famiglie si gestiscono giardini, impianti elettrici, fogne....

Hai mai visionato i giustificativi di spesa durante l'approvazione dei rendiconto?

E' tutto fiscalmente in regola?

 

Art. 1129

...Nei casi in cui siano emerse gravi irregolarità fiscali o di non ottemperanza a quanto disposto dal numero 3) del dodicesimo comma, del presente articolo, i condomini, anche singolarmente, possono chiedere la convocazione dell'assemblea per far cessare la violazione e revocare il mandato all'amministratore... (tramite il Tribunale)

Non lo so. I giustificativi di spesa sono generici: spese scale, spese giardino ecc. Non sono molto esperta in queste cose. Si c'è un indirizzo ma difitando il suo nome e quell'indirizzo su internet non compare niente. Pare ci sia un caaf.

mi sembra che con la riforma del condominio l'amministratore debba essere un professionista.

prova anche alla ANAMNI

Ho guardato su ANAMNI ma dice che con la riforma richiede, obbligatoriamente, all'amministratore "un corso di formazione iniziale e attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale". Forse l'avrà fatto

Tu dici: il tuo amministratore è obbligato a esporre in ogni suo documenti (compresa la targhetta) l'informazione che svolge la sua attività ai sensi della legge 4/2013. Anche nelle lettere di convocazione di assemblea? Perchè lui scrive soltanto l'amministratore tal dei tali.

Tu dici: il tuo amministratore è obbligato a esporre in ogni suo documenti (compresa la targhetta) l'informazione che svolge la sua attività ai sensi della legge 4/2013. Anche nelle lettere di convocazione di assemblea? Perchè lui scrive soltanto l'amministratore tal dei tali.

In tutti i documenti

Ok. Questo è un passo in più.

O meglio...in tutte le comunicazione, il che vuol dire anche nelle email

Interessa anche a me, sapere come comportarmi, visto che ormai siamo ai ferri corti.

Nelle mail, credo inviate dai suoi collaboratori, indica solo in firma "Studio XYXYXY" e nulla più.

 

Invece volevo sapere se avete notizia di provvedimenti disciplinari occorsi ad amministratori associati ad ANACI: pare sia imposto loro un ben preciso "codice deontologico" ed hanno persino un collegio di probiviri ...

Non sono "cattivo" di solito, ma questo signore mi ha decisamente stufato e vorrei davvero che venisse revocato.

Se pago un professionista, pretendo che lo sia davvero, non a chiacchere.

Grazie.

L'amministratore del mio condominio pretende euro 2,50 più iva ad ogni comunicazione via pec, secondo voi è normale questa cosa dal momento in cui con la pec ha risparmio di carta di recarsi in posta.

grazie a tutti

Di certo E' obbligo l'aggiornamento professionale, che a richiesta dovrebbe esibire (penso io) . Dopo.... trovami l'associazione a cui lui è iscritto.

Il contratto dell'amministratore con l'assemblea è un capitolato sottoscritto dalle parti.

 

parlando di PEC. Se i 2.5 euro sono menzionati nel contratto si,

( ok la pec non costa niente, Ma l'amministratore non fa il postino di professione, deve scannerizzare tutto, e mandare 100, 200 pec che se poi sono personalizzate, hanno un costo, ). Comincia a diventare complicato:

condominio Y.

10 condomini A/R;

3 condomini PEC;

2 FAX;

5 A/R a mano;

e magari ci si dimentica del condomino X, con le conseguenze.

PS. L'amministratore non essendo un professionista non è tenuto ad avere la pec. E trovami la legge che dice è obbligo dell'amministratore utilizzare la pec per l'invio della corrispondenza. Troverai solo c'è possibilità di scelta tra A/R, fax, pec, A/R mano, l'amministratore autonomamente decide come inviare la corrispondenza. E francamente solo A/R, va in posta e in posta fanno i postini.

×