Vai al contenuto
Cecilia

Domande sul Contratto di Locazione di natura transitoria

Salve,

 

sto affittando la mia prima casa e non avendo una situazione personale prevedibile a lungo termine, vorrei stipulare un contratto di natura transitoria.

Ho già trovato una coppia di inquilini (lavoratori) che vorrebbero prenderla e hanno entrambi la residenza fuori città, quindi penso che sussistano le condizioni per la transitorietà.

Il problema è che lui non può intestarsi il contratto perchè sta pagando un mutuo per un'altra casa, mentre lei ha contratti saltuari e non basterebbero a garantire l'affitto annuale.

Mi ha chiesto di mettere il padre come garante. Si può fare? Come?

Oppure devo intestare il contratto al padre della ragazza?

 

Inoltre, ho letto su una versione del contratto, che gli inquilini non possono mettere la residenza, quindi io devo lasciarci la mia, giusto?

Altrimenti come si potrebbe fare con le utenze?

 

Un vostro suggerimento mi aiuterebbe davvero molto.

Grazie

 

Cecilia

il "non essere residenti" non e' un configurabile come motivo di transitorieta' .

 

 

ps. non esistono contratti che possono impedire a chicchessia la residenza ,ovvero la residenza non e' contrattualizzabile .

non ho messo io la clausola della residenza. l'ho trovata dentro il contratto. Puoi indicarmi allora un corretto contratto di natura transitoria, se quello che ho trovato pensi non sia corretto?

 

In ogni caso, come dicevo, se una persona lavora temporaneamente in una città dove non ha la residenza dovrebbe aver diritto alla transitorietà, no?

ciao, la cosa la vedo gia' incerta sin dalla partenza. lui deve gia' pagare un mutuo, lei svolge solo lavoretti. in un contratto di locazione non esiste un garante. la durata massima di un contratto transitorio e' di diciotto mesi e nel contratto devi ben specificare le ragioni della transitorieta'. devi inserire che la loro residenza e' altrove. inoltre devi mandargli la disdetta scritta prima della fine del contratto. ti direi di farti eventualmente assistere da qualche persona di tua fiducia. fittare una casa, oggi, per tante ragioni e' molto "pericoloso"!!

Grazie mille cimar46!

Purtroppo non ho persone di fiducia che conoscano questa materia e che possano assistermi.

Il mio avvocato mi ha detto che tanto mi fregheranno comunque con qualsiasi contratto che non sia 4+4 e anche su quello non ci sono garanzie per chi affitta.

Mi saprebbe consigliare qualcuno a cui rivolgermi?

Grazie ancora

non ho messo io la clausola della residenza. l'ho trovata dentro il contratto. Puoi indicarmi allora un corretto contratto di natura transitoria, se quello che ho trovato pensi non sia corretto?

 

In ogni caso, come dicevo, se una persona lavora temporaneamente in una città dove non ha la residenza dovrebbe aver diritto alla transitorietà, no?

ma, cosa significa "non ho messo io la clausola della residenza, l'ho trovata nel contratto"? allora chi te lo ha scritto? significa che hai gia' fatto tutto? ti ripeto, fatti assistere da qualcuno, sul forum e' difficile spiegare con dovizia tante cose.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Grazie mille cimar46!

Purtroppo non ho persone di fiducia che conoscano questa materia e che possano assistermi.

Il mio avvocato mi ha detto che tanto mi fregheranno comunque con qualsiasi contratto che non sia 4+4 e anche su quello non ci sono garanzie per chi affitta.

Mi saprebbe consigliare qualcuno a cui rivolgermi?

Grazie ancora

ma che razza di avvocato e' il tuo??

Mi ha chiesto di mettere il padre come garante. Si può fare? Come?

Oppure devo intestare il contratto al padre della ragazza?

Puoi benissimo inserire il padre come garante di tutte le obbligazioni assunte con la firma del contratto (pagamento del canone in primis). Va inserita apposita clausola nel contratto e ci va pagato un extra tassa di registro (dovrebbe essere lo 0,5 del canone pagato per l'intero periodo con un minimo di 168,00 euro ...meglio verificare comunque).

Naturalmente devi verificare che il padre ha tutte le garanzie per pagare.

 

Inoltre, ho letto su una versione del contratto, che gli inquilini non possono mettere la residenza, quindi io devo lasciarci la mia, giusto?

Altrimenti come si potrebbe fare con le utenze?

Le utenze se le possono intestare loro, in tal caso se non ci portano la residenza pagano un aliquota maggiorata.

Se lasci intestate le utenze a te e mantieni la residenza, pagherai di più nell'appartamento in cui vivi che ovviamente non può risultare come tua residenza. Quindi i tuoi inquilini pagheranno una aliquota minore di quella che pagheresti tu per il tuo appartamento, e se non ti rimborsano le bollette pagherai anche per loro.

Il tuo avvocato ha ragione nel senso che se trovi persone disoneste puoi scrivere quello che vuoi a contratto ma sarai sempre tu a rimetterci. Se poi affitti in maniera temporanea perchè hai necessità di rientrare in possesso dell'appartamento per te e loro non vogliono andarsene ...tanti auguri

Puoi benissimo inserire il padre come garante di tutte le obbligazioni assunte con la firma del contratto (pagamento del canone in primis). Va inserita apposita clausola nel contratto e ci va pagato un extra tassa di registro (dovrebbe essere lo 0,5 del canone pagato per l'intero periodo con un minimo di 168,00 euro ...meglio verificare comunque).

Naturalmente devi verificare che il padre ha tutte le garanzie per pagare.

 

 

Le utenze se le possono intestare loro, in tal caso se non ci portano la residenza pagano un aliquota maggiorata.

Se lasci intestate le utenze a te e mantieni la residenza, pagherai di più nell'appartamento in cui vivi che ovviamente non può risultare come tua residenza. Quindi i tuoi inquilini pagheranno una aliquota minore di quella che pagheresti tu per il tuo appartamento, e se non ti rimborsano le bollette pagherai anche per loro.

Il tuo avvocato ha ragione nel senso che se trovi persone disoneste puoi scrivere quello che vuoi a contratto ma sarai sempre tu a rimetterci. Se poi affitti in maniera temporanea perchè hai necessità di rientrare in possesso dell'appartamento per te e loro non vogliono andarsene ...tanti auguri

Grazie millle per l'utilissima risposta!

Ma questa è una bellissima notizia! Dove potrei trovare la dicitura esatta da inserire nel contratto per mettere il padre come garante?

 

Grazie anche per le informazioni sulle utenze! Sono davvero preziose!

Senza inserirlo nel contratto (riparmi 168€) Puoi fare una scrittura Privata (Da registrare in caso di necessità) dove il padre scriverà : io sottoscritto BLA,BLA BLA dichiaro di rendermi garante nei confronti del sig. x per tutte le obbligazioni assunte con la sottoscrizione del contratto di locazione stipulato in data y fra il medesimo ed il sig. z. Naturalmente, prima (come dice jerry ) controlla che abbia disponibilità per coprire eventuali insolvenze.

Senza inserirlo nel contratto (riparmi 168€) Puoi fare una scrittura Privata (Da registrare in caso di necessità)

Giovanni, "in caso di necessità" è già troppo tardi per registrarlo. Meglio spendere 168 euro ed inserirlo nel contratto, fidati 🙂

Grazie infinite! Mi sento molto più tranquilla!

 

Per i documenti da chiedere penso possano andare bene un documento, codice fiscale, dichiarazione dei redditi (anche del padre che farà da garante). Pensate debba chiedere altro?

 

Visto che non l'ho mai fatto, qualcuno mi può spiegare come registro il contratto (dopo aver inserito questa clausola)?

Devo andare all'Agenzia delle Entrate? Serve qualche documento in particolare oltre al contratto firmato? Non deve essere firmato da entrambe le parti al momento, giusto?

 

Scusate tutte queste domande, ma è la prima volta che affitto...

Ciao JERRY ..Giovanni, "in caso di necessità" è già troppo tardi per registrarlo. Perchè?

Non sono un esperto però so che la registrazione serve, tra l'altro, a dare certezza alla data del documento. La data però non è quella riportata sul documento ma quella, ovviamente, in cui è registrato. In caso di contenzioso il garante potrebbe obbiettare che al momento della firma (che ripeto per certo essere solo ed esclusivamente quella della registrazione) non era a conoscenza di debiti precedenti e che quindi di questi lui non risponde. Dico eh, non sono un esperto ed è per questo che cerco di prendere meno rischi possibili.

Se vuoi il mio appartamento e non hai abbastanza garanzie e vuoi inserire un garante lo fai alle mie condizioni (firma in calce al contratto e spese di registrazione a tuo carico, le altre al 50%)

Se va bene ok altrimenti passo.

 

Visto che non l'ho mai fatto, qualcuno mi può spiegare come registro il contratto (dopo aver inserito questa clausola)?

Devo andare all'Agenzia delle Entrate? Serve qualche documento in particolare oltre al contratto firmato? Non deve essere firmato da entrambe le parti al momento, giusto?

Il contratto lo puoi registrare sia telematicamente sia in formato cartaceo (se però non sei in possesso di più di 10 unità immobiliari).

Formato cartaceo:

- Minimo due copie del contratto di locazione firmate

- Marche da bollo da 16 euro ogni 4 pagine o 100 righe

- ricevuta f23 con estremi pagamento tasse di registro (nel tuo caso anche per l'inserimento del garante). verifica bene importi e codici prima di pagare

- Mod.69 compilato in duplice copia

In formato telematico

- Ti registri al sito dell'AdE

- ti inviano il pin per posta (la seconda parte)

- Una volta abilitato ti colleghi alla tua area privata e da li compili e personalizzi il tuo contratto inserendo tutte le clausole che vuoi (alcune sono fisse, altre personalizzabili). Puoi farlo anche in più volte, salvi e richiami il contratto iquando vuoi

- stampi il contratto (genera un documento in formato pdf) e lo firmate

- ti colleghi e registri il contratto che hai compilato e che sarà sempre disponibile nella tua area privata, indichi gli estremi bancari cui addebitare le tasse da pagare e dopo un paio di giorni (o più) riceverai una ricevuta di avvenuta registrazione e pagamento.

 

Naturalmente, sia che registri telematicamente sia in formato cartaceo, al momento della firma del contratto e del verbale di consegna immobile ti farai versare la prima mensilità, il deposito cauzionale e solo dopo consegnarai chiavi e una loro copia. Se registri in formato cartaceo gli dai una ricevuta di pagamento e successivamente la loro copia registrata.

Non consegnare chiavi o altro se non dopo aver ricevuto tutto quanto richiesto

 

EDIT: ah dimenticavo, non dimenticare di indicare nel contratto i dati della certificazione energetica dell'appartamento, ora divenuti obbligatori, e per non sbagliare consegna una copia e fatti firmare una ricevuta di avvenuta consegna. Se non ce l'hai, affrettati a fartela fare da un tecnico abilitato

Jerry. Fai bene a non fidarti Ma, io ho scritto : x per tutte le obbligazioni assunte con la sottoscrizione del contratto di locazione stipulato in data y... Quindi il garante può dire ciò che vuole. Infatti lui risponde SOLO per eventuali insolvenze inerenti al contratto oggetto della garanzia. Almeno questo è ciò che mi ha assicurato il mio legale e confermatomi da una associazione proprietari.

il marito sta pagando il mutuo, lei fa lavori saltuari, fittano con contratto transitorio. il padre fara' da "garante?!!) tutto cio' per meno di due anni di fitto? l'unica garanzia che il padre potrebbe dare e' quella prima di tutto aiutare i ragazzi a scontare il mutuo! io a cecilia darei un solo consiglio: pensaci bene bene prima di mettere determinate persone nella tua casa. il tuo avvocato ti ha detto che tanto ti fregano lo stesso. evidentemente non avrai ascoltato il suo consiglio di lasciar perdere. in tal caso, mi devo correggere, l'avvocato ha ragione.

Jerry. Fai bene a non fidarti Ma, io ho scritto : x per tutte le obbligazioni assunte con la sottoscrizione del contratto di locazione stipulato in data y... Quindi il garante può dire ciò che vuole. Infatti lui risponde SOLO per eventuali insolvenze inerenti al contratto oggetto della garanzia. Almeno questo è ciò che mi ha assicurato il mio legale e confermatomi da una associazione proprietari.

Giovanni tu sicuramente hai ragione, però io resto dell'idea che il garante è sempre meglio inserirlo nel contratto e pagarci sopra le tasse di registro. Altri foglietti firmati in giro non ne voglio, già c'è il verbale di consegna immobile, la certificazione energetica, i vari documenti di conformità, le tasse di registro annuali, e il deposito cauzionale, più tutte le altre incombenze relative alla locazione che se devo stare li a preoccuparmi di andare a registrare un altro documento non mi passa più.

Poi se sono persone oneste non hanno nessun problema ad inserirlo nel contratto, se un garante non ha 168 euro per fare registrare la clausola aggiuntiva al contratto allora meglio perderlo che trovarlo.

Se un garante non ha 168 euro per fare registrare la clausola aggiuntiva al contratto allora meglio perderlo che trovarlo. Su questo concordo pienamente. Però tieni anche presente che per affittare un appartamentino (almeno come i miei) Servono 3 mesi di cauzione + 1 mese anticipato+ allacciamenti vari ecc. quindi 168 € possono anche diventare pesanti. Comunque fai bene a non fidarti. Tanto per dirtene una. Oggi mi ha suonato uno dei tanti extracomunitari che giornalmente arrivano per avere qualche soldo. Questo mi ha chiesto se gli prestavo la bici (vecchia che tengo legata in cortile per portare a spasso il cane) per andare al paesino lontano 4 km. e poi la riportava subito. Come garanzia mi ha lasciato la carta di identita. Conclusione. ho una bici in meno e una carta di identità in più.

ho una bici in meno e una carta di identità in più. Devo mordermi la lingua. Con 3 ore di ritardo ma mi ha riportato la bici.

ciao a giovanni e jerry, non me ne vogliate male, ma mi sembra che al di la' di ogni spiegazione sul contratto, l'unico vero consiglio che le si puo' dare e' quello di lasciar perdere, il buongiorno si vede dal mattino. se proprio si vuol fare della ....beneficenza, tanto vale metterci dentro un extracomunitario onesto, come quello della bici.

×