Vai al contenuto
Mercurio111

Diritto di accesso e copia dei documenti condominiali

Un condòmino (molto diffidente nei miei confronti) mi ha chiesto copia di una valanga di documenti.

Tra questi chiede anche copia delle deleghe rilasciate dai condòmini nelle ultime assemblee nonché copia delle ricevute delle raccomandate di invio delle convocazioni alle assemblee.

A me pare un abuso del diritto di accesso ai documenti, considerato anche che gli artt. 1129, 1130 e 1130-bis c.c. non menzionano tali documenti.

Mi posso opporre al rilascio di questi documenti o è meglio assecondare le richieste?

salve a tutti

l'amm. di cond. risulta essere IL RAPPRESENTANTE ma è comunque un dipendente del condominio e pertanto dei condomini. Tutta la documentazione è di proprietà del condominio e pertanto di tutti i condomini. Secondo il mio modesto parere basta METTERE a conoscenza tutti i condomini delle richieste e consegnarle il prima possibile per non incorrere in violazione del codice civile.

L'amministratore non é un dipendente del condominio poiché il rapporto che si instaura é un rapporto di mandato.

Detto questo, la documentazione é del condominio e i condomini possono chiedere di visionarla e avere copia sopportandone la spesa.

scusa giovanni, avere copia sopportandone le spese, si intende solo le spese delle fotocopie o anche un compenso extra? grazie

grazie, ma come viene fatturato questo importo?

nel senso: se tu condomino paghi all'amministratore per un servizio, vuol dire che non paghi al condominio, e quindi?

i costi della documentazione vanno al condominio, o vanno direttamente all'amministratore?

bisogna metterli nel consuntivo come spese individuali? e il compenso extra? va indicato anch'esso in consuntivo con addebito a singolo condomino?

grazie sempre

- - - Aggiornato - - -

 

L'amministratore non é un dipendente del condominio poiché il rapporto che si instaura é un rapporto di mandato.

Detto questo, la documentazione é del condominio e i condomini possono chiedere di visionarla e avere copia sopportandone la spesa.

Giovanni quindi ritieni che non mi possa opporre legittimamente alla richiesta di copia delle deleghe e delle raccomandate delle convocazioni assembleari?

Giovanni quindi ritieni che non mi possa opporre legittimamente alla richiesta di copia delle deleghe e delle raccomandate delle convocazioni assembleari?

Tu sei solo il custode dei documenti condominiali e non il proprietario.

Puoi quantificare la spesa e prenderti il tutto tempo necessario per produrre queste copie senza intralciare il tuo lavoro (5 copie al giorno?) ma non puoi negare il diritto ad un comproprietario di estrarre copia dei documenti che sono anche suoi.

 

Il prossimo anno cerca di quantificare meglio il tuo compenso analitico.

Ad esempio,

- spesa per ogni copia €. 0,20,

- compenso per estrazione di ogni documento dall'archivio e riarchiviazione dopo aver eseguito la copia €. 2,00

- spese postali come de giustificativo del vettore

Al fine di non intralciare il lavoro ordinario potranno essere estratte al massimo n. 10 copie per ogni giorno lavorativo.

N.B. L'estrazione delle copie dall'archivio sarà messo in lavorazione entro 48 ore dall'avvenuto pagamento della spesa richiesta.

 

P.S. Per dimostrare agli altri condòmini la tua buona fede, che non vuoi speculare ma non vuoi essere nemmeno trattato da schiavo, puoi anche mettere in preventivo che ogni condòmino ha diritto a chiedere n. 10 copie mensili gratuite se ritirate presso lo studio o al solo costo di spedizione se richiesta la consegna a domicilio.

scusa giovanni, avere copia sopportandone le spese, si intende solo le spese delle fotocopie o anche un compenso extra? grazie

fotocopie solamente, anche perché la stessa legge citata dice che il condomino ha il diritto di prendere in visione GRATUITAMENTE i documenti.

Questo implica che comunque l'amm.re non può chiedere il compenso per l'estrazione della documentazione.

Inoltre, evolvetevi: siamo oramai nel 2017 ed è inammissibile che un amm.re non sia dotato di scanner documentale, relativo archivio digitale dematerializzato, p.e.c. e firma elettronica imho.

Un condòmino (molto diffidente nei miei confronti) mi ha chiesto copia di una valanga di documenti.

Tra questi chiede anche copia delle deleghe rilasciate dai condòmini nelle ultime assemblee nonché copia delle ricevute delle raccomandate di invio delle convocazioni alle assemblee.

A me pare un abuso del diritto di accesso ai documenti, considerato anche che gli artt. 1129, 1130 e 1130-bis c.c. non menzionano tali documenti.

Mi posso opporre al rilascio di questi documenti o è meglio assecondare le richieste?

L'amministratore ha un mandato fiduciario dal condominio, tutti i condomini pagano il suo mandato e per questo motivo l'amministratore deve garantire un rapporto chiaro che non faccia venire meno la fiducia. Alla presenza di un caso del genere, l'amministratore si dovrebbe preoccupare e quindi in buonafede attivarsi per risolvere il problema. Lei ha messo il dubbio la legittimità della richiesta, ennesima dimostrazione che la formazione obbligatoria è uno spreco di acqua e sapone ... I consiglieri che le hanno risposto, al posto di indicarle una strada virtuosa a risolvere il problema, consigliano il pagamento della richiesta come deterrente o addirittura come un affare extra.

 

"i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata".

 

Fonte /pagamento-delle-spese-per-lottenimento-delle-copie-dei-documenti-condominiali-laccesso-alla.1585#ixzz4UJe9sXqAhttps://www.condominioweb.com/pagamento-delle-spese-per-lottenimento-delle-copie-dei-documenti-condominiali-laccesso-alla.1585#ixzz4UJe9sXqA

https://www.condominioweb.com

 

Presa per i fondelli?

"P.S. Per dimostrare agli altri condòmini la tua buona fede, che non vuoi speculare ma non vuoi essere nemmeno trattato da schiavo, puoi anche mettere in preventivo che ogni condòmino ha diritto a chiedere n. 10 copie mensili gratuite se ritirate presso lo studio o al solo costo di spedizione se richiesta la consegna a domicilio."

Forse è sfuggito che nel primo post è stato scritto che il condòmino

"ha chiesto copia di una valanga di documenti".

i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione

 

Prendiamo in esempio concreto un condominio medio composto da 20 condòmini che pagano 10 euro al mese a testa (nella mia città questi costi sono sovrastimati).

Da questo condominio l'amministratore prende un compenso di 200 euro al mese per adempiere a tutti gli obblighi (pagare fornitore, riscuotere le quote adempiere agli obblighi fiscali, curare il miglior godimento delle parti comuni...)

 

Oltre a tutti gli adempimenti, anche gli appuntamenti per tirar fuori la documentazione archiviata in cartaceo o in digitale rientrano in questi 200 euro mese.

A fronte di questo compenso mensile, quante ore al mese dovrebbe dedicare l'amministratore

- agli appuntamenti per visionare

- all'estrazione copie

- ad amministrare ed adempiere agli altri obblighi su indicati,

considerando che un operaio dipendente guadagna mediamente 15 euro/ora lordi e non ha ne rischi di impresa ne ammortamento capitali ne spese di esercizio (ufficio, personale...)?

Forse è sfuggito che nel primo post è stato scritto che il condòmino

"ha chiesto copia di una valanga di documenti".

i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione

 

Prendiamo in esempio concreto un condominio medio composto da 20 condòmini che pagano 10 euro al mese a testa (nella mia città questi costi sono sovrastimati).

Da questo condominio l'amministratore prende un compenso di 200 euro al mese per adempiere a tutti gli obblighi (pagare fornitore, riscuotere le quote adempiere agli obblighi fiscali, curare il miglior godimento delle parti comuni...)

 

Oltre a tutti gli adempimenti, anche gli appuntamenti per tirar fuori la documentazione archiviata in cartaceo o in digitale rientrano in questi 200 euro mese.

A fronte di questo compenso mensile, quante ore al mese dovrebbe dedicare l'amministratore

- agli appuntamenti per visionare

- all'estrazione copie

- ad amministrare ed adempiere agli altri obblighi su indicati,

considerando che un operaio dipendente guadagna mediamente 15 euro/ora lordi e non ha ne rischi di impresa ne ammortamento capitali ne spese di esercizio (ufficio, personale...)?

Credo che tutti gli amministratori abbiano oltre al cartaceo un archivio digitale, nulla vieta che l'amministratore possa scaricare tutto il faldone dell'annualità su memoria USB con un semplice copia incolla lasciando di stucco chi fa richieste ritenute assurde.

La tendenza da quello che intuisco è di tornare ai manoscritti se diventano motivo di speculazione.

 

"ha chiesto copia di una valanga di documenti". è una interpretazione di un prevenuto

 

Se poi tenessimo conto che l'amministratore deve attenersi alla "...diligenza del buon padre di famiglia", sai quante famiglie (condominii) disastrate.

L'amministratore non é un dipendente del condominio poiché il rapporto che si instaura é un rapporto di mandato.

Detto questo, la documentazione é del condominio e i condomini possono chiedere di visionarla e avere copia sopportandone la spesa.

buon giorno, se posso aggiungere : e un esecutore di quanto gli venga richiesto nel pieno rispetto delle norme!

A fronte di questo compenso mensile, quante ore al mese dovrebbe dedicare l'amministratore

- agli appuntamenti per visionare

- all'estrazione copie

- ad amministrare ed adempiere agli altri obblighi su indicati,

considerando che un operaio dipendente guadagna mediamente 15 euro/ora lordi e non ha ne rischi di impresa ne ammortamento capitali ne spese di esercizio (ufficio, personale...)?

Nulla se si fosse evoluto e non fosse rimasto ancorato al modus operandi d'inizio secolo (scorso), in cui il cartaceo la faceva da padrone.

Un paio di clicks ed il gioco è fatto.

E' tanto difficile da comprendere?

scusa giovanni, avere copia sopportandone le spese, si intende solo le spese delle fotocopie o anche un compenso extra? grazie

e un tema che va a senso unico. Il rispetto della norma. Poi se qualche amm.re interpreta tale e legittima norma a convenienza sua meglio mandarlo a scuola.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Tu sei solo il custode dei documenti condominiali e non il proprietario.

Puoi quantificare la spesa e prenderti il tutto tempo necessario per produrre queste copie senza intralciare il tuo lavoro (5 copie al giorno?) ma non puoi negare il diritto ad un comproprietario di estrarre copia dei documenti che sono anche suoi.

 

Il prossimo anno cerca di quantificare meglio il tuo compenso analitico.

Ad esempio,

- spesa per ogni copia €. 0,20,

- compenso per estrazione di ogni documento dall'archivio e riarchiviazione dopo aver eseguito la copia €. 2,00

- spese postali come de giustificativo del vettore

Al fine di non intralciare il lavoro ordinario potranno essere estratte al massimo n. 10 copie per ogni giorno lavorativo.

N.B. L'estrazione delle copie dall'archivio sarà messo in lavorazione entro 48 ore dall'avvenuto pagamento della spesa richiesta.

 

P.S. Per dimostrare agli altri condòmini la tua buona fede, che non vuoi speculare ma non vuoi essere nemmeno trattato da schiavo, puoi anche mettere in preventivo che ogni condòmino ha diritto a chiedere n. 10 copie mensili gratuite se ritirate presso lo studio o al solo costo di spedizione se richiesta la consegna a domicilio.

salve questo gioco lo può fare con i condomini poco attivi. La norma appare chiara.

Credo che tutti gli amministratori abbiano oltre al cartaceo un archivio digitale, nulla vieta che l'amministratore possa scaricare tutto il faldone dell'annualità su memoria USB con un semplice copia incolla lasciando di stucco chi fa richieste ritenute assurde...

La richiesta di copie richiede comunque tempo, anche se archiviate in maniera digitale.

Nel mio condominio, ad esempio, ogni singolo foglietto è archiviato digitalmente sul sito condominiale dove qualsiasi condòmino può accedere liberamente con propria password in qualsiasi ora del giorno e della notte, ma se un condòmino non vuole o non può usare il PC e mi richiede, come da Norma, copia cartacea da me firmata di tutte le fatture bimestrali ENEL (3 fogli a fattura) e copie mensili di pulizia scale ed F24 di 10 anni, io devo andare su ogni anno archiviato, visualizzare e stampare singolarmente N° 60 fatture ENEL (180 fogli) e 120 fatture di pulizia e relativi F24 per un totale di 420 fogli e firmarli uno ad uno.

Hai idea del tempo che comporta il dover cercare, stampare e firmare 420 fogli pur avendo tutto archiviato in formato digitale e ben organizzato per anno di gestione?

 

Se dovessi richiedere solo il rimborso della spesa, considerando 10 centesimi a fotocopia, per tutto questo lavoro dovrei chiedere un totale di € 42,00 (compreso il costo del toner, ammortamento fotocopiatrice ed energia elettrica).

Ti sembra un costo equo per questa mole di lavoro?

 

P.S. E se il condòmino sospettoso, dopo aver ricevuto le 420 copie firmate chiedesse di visionare gratuitamente i 420 fogli originali per verificare che il digitale o la copia non sia stata taroccata?

Gli spetterebbe tutto subito, e tutto aggrats... ovviamente.

L'amministratore e lì per questo e la Norma è chiara.

La richiesta di copie richiede comunque tempo, anche se archiviate in maniera digitale.

Infatti l'amm.re è pagato per questo...

 

- - - Aggiornato - - -

 

Hai idea del tempo che comporta il dover cercare, stampare e firmare 420 fogli pur avendo tutto archiviato in formato digitale e ben organizzato per anno di gestione?

 

Se dovessi richiedere solo il rimborso della spesa, considerando 10 centesimi a fotocopia, per tutto questo lavoro dovrei chiedere un totale di € 42,00 (compreso il costo del toner, ammortamento fotocopiatrice ed energia elettrica).

Ti sembra un costo equo per questa mole di lavoro?

Nulla perché porti tutto in copisteria e ci pensano loro. Anzi, non devi nemmeno portare nulla in copisteria, gli mandi direttamente i pdf e passi poi solo a ritirare le stampe.

Se volevi guadagnare di più facevi un altro lavoro oppure avresti previsto l'extra compenso in sede di rinnovo del mandato, non dopo e senza dire nulla...

I furbetti sono duri a morire in questo paese evidentemente.

Basta, è ora di finirla con questa storia. C'è gente che si ammazza VERAMENTE di lavoro, tutti i giorni e guadagna meno di un amministratore.

Ma poi che ne discutiamo a fare, la legge è chiara.

Oh ! Oh !

buon anno a tutti

ke piacere leggere channelMaster, leale, romanoL e Leonardo53.

viva la scuola di aggiornamento.

viva L'EVOLUZIONE di .....

Gli amm. di Cond non conoscono, dopo circa 5 anni, la riforma.

CREDONO di essere stati nominati proprietari delle proprietà altrui previste dall'art 1117 c c !

Sognano l'autonoma libertà nell'operatività e si comportano da schegge impazzite operando sul conto corrente a proprio piacimento, tenendo nel tasca personale la cassa contabile per circa metà del fatturato annuo.

in precedenza ho scritto ke iniziando dai pochi articoli dacc continuando con quella decina di articoli c.c. ed opportunamente seguendo le vicende si ARRIVERA' ad aggiornare il comportamento dei nominati rappresentanti ma dipendenti dei condomini.

prestate attenzione !!!

buon 2017

La richiesta di copie richiede comunque tempo, anche se archiviate in maniera digitale.

Nel mio condominio, ad esempio, ogni singolo foglietto è archiviato digitalmente sul sito condominiale dove qualsiasi condòmino può accedere liberamente con propria password in qualsiasi ora del giorno e della notte, ma se un condòmino non vuole o non può usare il PC e mi richiede, come da Norma, copia cartacea da me firmata di tutte le fatture bimestrali ENEL (3 fogli a fattura) e copie mensili di pulizia scale ed F24 di 10 anni, io devo andare su ogni anno archiviato, visualizzare e stampare singolarmente N° 60 fatture ENEL (180 fogli) e 120 fatture di pulizia e relativi F24 per un totale di 420 fogli e firmarli uno ad uno.

Hai idea del tempo che comporta il dover cercare, stampare e firmare 420 fogli pur avendo tutto archiviato in formato digitale e ben organizzato per anno di gestione?

 

Se dovessi richiedere solo il rimborso della spesa, considerando 10 centesimi a fotocopia, per tutto questo lavoro dovrei chiedere un totale di € 4,20

Ho telefonato al gestore energia elettrica per conoscere lo stato dei pagamenti, mi ha riferito che la totalità delle fatture pagate sono state pagate con un ritardo medio di 2 mesi, sicuramente contengono spese di sollecito e more. Ritenendo che l'amministratore mi accolli questi oneri da me non dovuti perchè ho pagato le rate regolarmente alle scadenze, chiedo copia, perchè dovrei pagarle?

Non richiedo copia se le devo pagare, aspetto la chiusura di bilancio, se non trovo traccia di queste spese e more significa che le ha ripartite a tutti. Informo l'assemblea diffidandola ad approvare il bilancio, loro lo approvano, io impugno la delibera e il condominio paga.

Se il condominio non approva la delibera L'amministratore è costretto a rivedere il bilancio e riproporre l'assemblea.

 

x fotocopie di 6 fatture richiesta di 60 €

Oh ! Oh !

in precedenza ho scritto ke iniziando dai pochi articoli dacc continuando con quella decina di articoli c.c. ed opportunamente seguendo le vicende si ARRIVERA' ad aggiornare il comportamento dei nominati rappresentanti ma dipendenti dei condomini.

prestate attenzione !!!

buon 2017

Oh! Oh!

Spero che non si arrivi mai a considerare i nominati quali dipendenti del condominio altrimenti bisognerebbe riconoscere un compenso e tutti i privilegi del dipendente (io lo sono stato).

Sai che pacchia per gli amministratori, essere pagati ad ore, nessun rischio d'impresa, avere una stanza in ogni condominio attrezzata con PC, telefono, ADSL, scrivania, cancelleria, luce e riscaldamento, dove dedicare le proprie ore con ferie pagate e contributi a carico del datore di lavoro...

 

A mio parere, se si arrivasse a pagare un amministratore come dipendente.... poveri noi condòmini.

Oh! Oh!

Spero che non si arrivi mai a considerare i nominati quali dipendenti del condominio altrimenti bisognerebbe riconoscere un compenso e tutti i privilegi del dipendente (io lo sono stato).

Sai che pacchia per gli amministratori, essere pagati ad ore, nessun rischio d'impresa, avere una stanza in ogni condominio attrezzata con PC, telefono, ADSL, scrivania, cancelleria, luce e riscaldamento, dove dedicare le proprie ore con ferie pagate e contributi a carico del datore di lavoro...

 

A mio parere, se si arrivasse a pagare un amministratore come dipendente.... poveri noi condòmini.

Chissa come mai molti inquilini non si fidano degli Amministratori,forse perche un numero esagerato di questi sono fuggiti con la cassa,prendono tangenti,taglieggiano alcuni condominini e non altri etc.etc.Ho alcuni immobili sparsi per l'Italia e a parte un paio di loro,esemplari per trasparenza e corretezza tutti gli altri appartengono alla categoria dei POCODIBUONO.Non a caso nei condomini con i due amministratori onesti non è mai nato nessun problemi anzi .Invece gli altri rendono impossibile accedere alla documentazione aprofittando anche dei costi esagerati degli avvocati.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Dimenticavo di aggiungere che normalmente gli Amministratori professionisti normalmente hanno svariati collaboratori.

×