Vai al contenuto
Sjlva

DIA senza CPI scadenza per il rinnovo

In seguito all'entrata in vigore del nuovo regolamento relativo alla Prevenzione Incendi ho cercato di leggere tutta la normativa e le circolari, ma in questi giorni mi è sorto un dubbio perchè ho discusso sull'argomento con un altro collega e nessuno dei due aveva una risposta certa.

 

Il dubbio riguarda l'ultima frase del seguente passaggio della Circolare Ministeriale del 06/10/2011 relativa all'argomento:

 

"d.1) Il titolare ha presentato la dichiarazione di inizio attività (DIA) ai sensi del comma 5 dell'articolo 3 del D.P.R. 37/98 all'atto della richiesta del CPI.

 

Tenuto conto che l'articolo 49 comma 4-ter della Legge 122/10 prevede che "le espressioni "segnalazione certificata di inizio di attività" e "Scia" sostituiscono, rispettivamente, quelle di "dichiarazione di inizio attività" e "Dia", ovunque ricorrano, anche come parte di una espressione più ampia", per questa casistica si ritiene che la presentazione della DIA ex comma 5 dell'art. 3 del D.P.R. 37/98 assolva l'obbligo della presentazione della SCIA ex comma 1 dell'articolo 4 del D.P.R. 151/11.

 

Il Comando provvederà quindi alla ricatalogazione della pratica in funzione della nuova declaratoria dell'attività e della categorizzazione in A, B o C. Nei casi in cui l'attività ricadesse in categoria C dovrà essere effettuato il soprallugo di controllo ai sensi del comma 3 dell'articolo 4 del D.P.R. 151/11.

 

In questo caso la data a cui far riferimento, anche ai fini del rinnovo, sarà quella dell'entrata in vigore del nuovo regolamento."

 

Secondo alcuni l'ultima frase potrebbe riguardare solamente le attività in categoria C, per cui (sempre a suo parere) per il rinnovo delle attività ricadenti in A e B bisogna fare riferimento alla data della DIA; secondo altri (e anche a mio parere) fa invece riferimento all'intero paragrafo, includento tutte le attività in A, B e C, sia per il modo in cui la frase è scritta (a capo, staccata di una riga, sembrerebbe fare riferimento al titolo, altrimenti sarebbe stata continuativa alla frase precedente), sia per l'uso del singolare ("in questo caso" mentre la precedente dice "nei casi"), sia perchè mi sembrerebbe senza senso prevedere una scadenza diversa e anticipata per A e B rispetto alle attività ricadenti C (considerate più "sensibili" dal punto di vista prevenzione incendi).

Da qui deduco che il rinnovo deve essere presentato a 5 anni dall'entrata in vigore del nuovo regolamento, mentre altri pareri mi dicono entro 5 anni dalla data della presentazione della DIA.

Purtroppo nessuno ha saputo darmi indicazioni sicure in proposito, neppure chi opera nel settore della prevenzione incendi: tutti rispondono al condizionale, con pareri diversi tra loro.

Tra voi c'è qualcuno che mi può dare una mano?

Grazie!

perchè non chiami al Comando dei VV.FF, e parli con chi è competente a fare queste pratiche ed i controlli? Loro devono saperlo per forza

Sì, telefonerò... però speravo di sentire qualche parere dagli amministratori del forum, sicuramente qualcuno avrà situazioni simili e vorrei sapere come si è mosso.

×