Vai al contenuto
Francesca_61968

Deleghe assemblee condominiali

Buongiorno,

avrei bisogno di un piccolo aiuto.

Desidererei sapere se le deleghe possono essere conferite anche a condomini che voteranno in maniera difforme rispetto al delegante.

Faccio un esempio: all'ordine del giorno ci sono 5 punti da discutere e personalmente ripongo la mia fiducia verso un condomine che so essere concorde con me per tre punti ed in disaccordo per due.

Chiedo al condomine di rappresentarmi, esprimendogli ciò che desidero sia espresso in assemblea per mia volontà, aggiungendo che provvederò ad esprimere chiaramente nella delega il mio voto.

Durante l'assemblea gli altri condomini obiettano sul fatto che si possano ricevere deleghe in contrasto con la volontà del delegato.

In questo caso come deve comportarsi l'amministratore?

Accettare la delega così come è espressa oppure rigettarla accettando solo la votazione della parte presente, uniformando a questa anche la parte delegante?

Esiste una normativa in tal senso?

Inoltre, vorrei capire se è compito dell'amministratore consigliare alla parte delegante di scegliersi un delegato che abbia le stesse intenzioni di voto.

Personalmente credo che la delega debba essere data a persona di fiducia più che ad un condomine avente stesso indirizzo di scelta.

Ringrazio anticipatamente.

Buongiorno,

avrei bisogno di un piccolo aiuto.

Desidererei sapere se le deleghe possono essere conferite anche a condomini che voteranno in maniera difforme rispetto al delegante.

Faccio un esempio: all'ordine del giorno ci sono 5 punti da discutere e personalmente ripongo la mia fiducia verso un condomine che so essere concorde con me per tre punti ed in disaccordo per due.

Chiedo al condomine di rappresentarmi, esprimendogli ciò che desidero sia espresso in assemblea per mia volontà, aggiungendo che provvederò ad esprimere chiaramente nella delega il mio voto.

Durante l'assemblea gli altri condomini obiettano sul fatto che si possano ricevere deleghe in contrasto con la volontà del delegato.

In questo caso come deve comportarsi l'amministratore?

Accettare la delega così come è espressa oppure rigettarla accettando solo la votazione della parte presente, uniformando a questa anche la parte delegante?

Esiste una normativa in tal senso?

Inoltre, vorrei capire se è compito dell'amministratore consigliare alla parte delegante di scegliersi un delegato che abbia le stesse intenzioni di voto.

Personalmente credo che la delega debba essere data a persona di fiducia più che ad un condomine avente stesso indirizzo di scelta.

Ringrazio anticipatamente.

Tu puoi indicare al tuo delegato punto per punto ciò che desideri sia votato, in pratica il delegato dovrà distinguere il tuo voto dal suo se sarà diverso, ma se il delegato voterà congiuntamente non potrai prendertela con nessun altro se non con il tuo delegato che non ha votato come indicato, questo anche se indichi sulla delega la tua volontà sui voti da esprimere.
×