Vai al contenuto
mikyy

Costituzione fondo di garanzia.

Un condominio deve eseguire lavori di manutenzione straordinaria e bisogna costituire a norma di legge un fondo di garanzia di importo pari all'entità dei lavori da eseguire. Alcuni condomini non vogliono versare l'intero importo a loro carico poichè allo stato attuale non hanno tutti i soldi e vogliono pagare per stati di avanzamento lavori. Visto che la legge impone il fondo di garanzia come posso risolvere il problema? Grazie.

Un condominio deve eseguire lavori di manutenzione straordinaria e bisogna costituire a norma di legge un fondo di garanzia di importo pari all'entità dei lavori da eseguire. Alcuni condomini non vogliono versare l'intero importo a loro carico poichè allo stato attuale non hanno tutti i soldi e vogliono pagare per stati di avanzamento lavori. Visto che la legge impone il fondo di garanzia come posso risolvere il problema? Grazie.

Si rinviano i lavori finché tutti i condomini non versano le quote.

Ciao

Nicola.L

Se l'assemblea delibera i lavori con regolare maggioranza potrei recuperare le quote non versate mediante ingiunzione?

Se è stato approvato un piano di riparto, la costituzione del fondo nelle sue modalità, si.

Cosa intendi per costituzione del fondo?

Io opero in questo modo:

1) approvazione del preventivo di un'impresa pari ad € 100.000,00 con regolare verbale di assemblea;

2) l'importo di € 100.000,00 diventa automaticamente il fondo di garanzia da costituire;

3) il predetto importo di € 100.000,00 lo ripartisco con tabella millesimale fra i condomini e chiedo il versamento in c/c.

Questa procedura mi da' titolo ad eseguire atto ingiuntivo in caso di mancato pagamento? Se "si" da quando decorrono i 60 giorni per potere poi procedere al predetto atto?

Se è stato approvato un piano di riparto, la costituzione del fondo nelle sue modalità, si.

Salve

scusate l'intromissione ma interessa anche a me l'argomento.

Il piano di riparto a cui lei fa riferimento significa che gli altri condomini deliberano di farsi carico della quota del moroso?

Grazie

Allora formulo meglio la domanda.

Ho letto sul sito l'articolo a cura di Ivan Meo, dove dice che per piccoli condomini si può aggirare la morsa dell'art. 1135, n°4 con l'unanimità.

Quindi se 4 condomini su 5 decidono di farsi carico (per poi recuperare successivamente con DI) della quota mancante sono svincolato dalla costituzione del fondo di garanzia? La somma sarebbe comunque coperta dagli altri 4.

L'alternativa se non ho capito male dovrebbe essere quella di verbalizzare che l'assemblea decide di NON istituire il fondo attendere 30gg e se il moroso non impugna la delibera iniziare i lavori coperti dai 4 condomini e fare il DI.

E' corretto?

Art. 1135:

..........alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all'ammontare dei lavori................

Ma se trovo un accordo con l'impresa e cioè :

1) Modalità di pagamento

2) Gli altri condomini decidono di farsi carico della quota mancante (che poi recupereranno con DI)

 

Devo istituire il fondo?

Soluzione sono state proposte, ma....................

1) Diversa modalità di pagamento concordata con l’impresa;

2) Fondo limitato a una percentuale del costo dei lavori;

3)L’istituzione di un “trust” in relazione al fondo speciale;

 

L’art. 1135 non rientra tra le norme inderogabili, di conseguenza, il regolamento di condominio potrebbe in via teorica, anche autorizzare l’assemblea a deliberare innovazioni o lavori di manutenzione straordinaria senza che sia precostituito il fondo speciale.

 

Altra ipotesi che si potrebbe verificare, prevalentemente negli edifici condominiali con poche unità immobiliare, è quello di deliberare i lavori all’unanimità con l’espressa volontà di non costituire il fondo per i lavori straordinari. In tal caso, ovviamente, non si avrebbe neanche il rischio della impugnazione visto che tutta la compagine condominiale è coesa e quindi si potrebbe ripiegare sul metodo classico del S.A.L. (stato avanzamento lavori).

 

In ultimo ci sono ipotesi allo studio per migliorare la norma.

Se l'assemblea delibera i lavori con regolare maggioranza potrei recuperare le quote non versate mediante ingiunzione?

Perché non si possono rinviare i lavori? Qual'è l'urgenza e la straordinarietà.

Se ci sono pericoli urgenti da eliminare l'amministratore può procedere a mettere in sicurezza quelle parti che minacciano rovina.I lavori si faranno in un secondo momento salvo che la maggioranza non copre le quote dei condomini in difficoltà (non perché non vogliono eseguire i lavori) per poi recuperale sucessivamente.

Ciao

Nicola.L

Volevo chiedere a Kurt:

1) Perchè ritieni che l'art.1135 sia una norma derogabile?

2) Se il suddetto articolo è derogabile basta anche un verbale di assemblea dove si delibera che per i lavori di manutenzione da eseguire non si costituisce nessun fondo di garanzia?

3) Da dove hai attinto la notizia che la costituzione del fondo di garanzia va versato in quattro rate e da quando (es. dalla data del contratto con limpresa)?

×