Vai al contenuto
lili87

Convocazione assemblea da parte dei condomini - i documenti che ti servono?

Buongiorno, abito in uno stabile nuovo di 10 unità abitative. L'amministratore in carica ci era stato presentato dal costruttore e questo mese scade il suo mandato e lo vogliamo cambiare in quanto oltre a delle brutte storie sentite in giro non si è mai interessato di nulla all'interno del condominio, tant'è che negli ultimi mesi eravamo sempre noi condomini a chiamare chi di dovere per risolvere alcuni problemi (l'elettricista, l'idraulico etc). Non sappiamo nemmeno se sono state pagate le bollette, se è stata stipulata l'assicurazione, non sappiamo nulla.

Per portarci avanti ci siamo incontrati noi condomini per scegliere il prossimo amministratore e eravamo in attesa della convocazione dell'assemblea di fine anno per eleggerlo. Sta di fatto che ancora non abbiamo ricevuto nessuna convocazione e sentendo telefonicamente il vecchio amministratore abbiamo capito che non ha intenzione di farla a breve. La sua scusa è quella di avere perso tutti i dati, tutte le fatture, ricevute, estratti conti etc, a causa della rottura del computer e sta aspettando che i tecnici tentino di recuperare qualcosa. Parlo di "scusa" perchè è proprio quella che sembra, nel senso, ok ti si può rompere il computer ma vuoi non avere almeno un backup, copie cartacee o vuoi che telefonando alla banca o alle varie imprese per elettricità, gas etc non ti rimandino tutti i documenti che ti servono? Va bè...noi non volendo restare senza nessuno che paghi le bollette o senza qualcuno che rinnovi l'assicurazione abbiamo chiesto consiglio all'amministratore che abbiamo scelto che ci ha consigliato di inviare una raccomandata a nome di più condomini possibili chiedendo la convocazione per l'assemblea scrivendo oltre all'ordine del giorno che se entro 10 giorni non avremmo avuto risposta, avremmo potuto convocarla noi facendo firmare la convocazione alla persona che era stata scelta come "presidente" durante la prima assemblea con l'amministratore uscente.

Ora io ho cercato su internet un facsimile e ho trovato un modulo dove sono tutti i condomini a fare la convocazione. La domanda è:

come ci ha detto il nuovo amministratore la convocazione la può fare solo il presidente, o la possono fare più condomini? In caso potessero farla più condomini devono firmare di nuovo tutti quelli che hanno firmato la lettera precedente o anche solo alcuni?

 

Grazie

L'assemblea straordinaria la possono convocare 2 condomini che rappresentino 1/6 dei millesimi complessivi del condominio.

L'assemblea straordinaria la possono convocare 2 condomini che rappresentino 1/6 dei millesimi complessivi del condominio.

Giusto....aggiungo che se l'assemblea non viene convocata dall'amministratore entro 10 giorni da tale richiesta, può essere convocata da qualsiasi condomino (autoconvocazione).

Chi si sente di gestire la cosa fa una comunicazione scritta di convocazione con l'ordine del giorno la data di convocazione. Dovreste conoscere un minimo le regole per poter gesitre la convocazione e l'assemblea autonomamente...se nessuno è un pò ferrato rischiate di fare delle delibere nulle o annullabili.

Chiedete collaborazione all'amministratore (che se è corretto deve ammettere che tale decisione e dovuta principalmente ad una sua colpa e accettarlo), qualora non sia disponibile iniziate a scegliere il sostituto, contattalo e fatevi assistere da lui.

@ lili87

Se l'amministratore non convoca l'assemblea dopo la richiesta dei condomini richiedenti, la convocazione dovrà essere effettuata da tutti i richiedenti, questo è stato detto diverse volte in questo Forum, perciò voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

Come ho scritto, un nuovo amministratore già lo abbiamo scelto, ed è stato lui infatti a consigliarci di richiedere un'assemblea e poi in caso convocarla noi, e lui stesso si presenterà all'assemblea per prendere l'incarico di nuovo amministratore.

L'unico dubbio che ho, è su chi deve convocare l'assemblea in caso l'amministratore uscente non ci risponda. La richiesta l'abbiamo firmata tutti noi condomini, quindi perchè il nuovo amministratore ci dice che la convocazione deve essere firmata solo dal presidente della prima assemblea?

Avendo firmato tutti la richiesta dovremo firmare tutti anche la convocazione?

Come ho scritto, un nuovo amministratore già lo abbiamo scelto, ed è stato lui infatti a consigliarci di richiedere un'assemblea e poi in caso convocarla noi, e lui stesso si presenterà all'assemblea per prendere l'incarico di nuovo amministratore.

L'unico dubbio che ho, è su chi deve convocare l'assemblea in caso l'amministratore uscente non ci risponda. La richiesta l'abbiamo firmata tutti noi condomini, quindi perchè il nuovo amministratore ci dice che la convocazione deve essere firmata solo dal presidente della prima assemblea?

Avendo firmato tutti la richiesta dovremo firmare tutti anche la convocazione?

Così è stato detto molte volte in questo Forum, se l'amministratore non invia le convocazioni ai condomini entro 10 giorni dalla richiesta, tutti i richiedenti devono firmare la convocazione da inviare ai condomini, questo succede quando i promotori sono il minimo previsto dall'art 66 Dacc, ovvero potrebbero esser solo due condomini o poco più, ma il vostro caso è diverso perchè siete stati tutti a richiedere l'assemblea perciò non vedo l'utilità di firmare tutti una lettera da inviare a tutti, comunque per non sbagliare ed evitare eventuali azioni legali da parte dell'amministratore da revocare, io fossi in voi eccederei nella cautela e firmerei tutti la lettera di convocazione.
Come ho scritto, un nuovo amministratore già lo abbiamo scelto, ed è stato lui infatti a consigliarci di richiedere un'assemblea e poi in caso convocarla noi, e lui stesso si presenterà all'assemblea per prendere l'incarico di nuovo amministratore.

L'unico dubbio che ho, è su chi deve convocare l'assemblea in caso l'amministratore uscente non ci risponda. La richiesta l'abbiamo firmata tutti noi condomini, quindi perchè il nuovo amministratore ci dice che la convocazione deve essere firmata solo dal presidente della prima assemblea?

Avendo firmato tutti la richiesta dovremo firmare tutti anche la convocazione?

Se avete scelto il nuovo amministratore, chiarisci tutti i dubbi con lui e segui la procedura che ti consiglia. Se l'avete scelto per affidargli i vostri conti è perchè lo ritenete degno della vostra fiducia.

Fatti spiegare da lui perchè ti consiglia di far fare la convocazione direttamente dal presidente (procedura che anche a me personalmente suona "strana", oltre che a quanto detto da tullio) e se hai qualche dubbio non avere paura di chiedere delucidazioni.

Buonasera a tutti,

anche a me pare "strana" la spiegazione data dal nuovo amministratore e chiederei dei chiarimenti, poiché il presidente viene eletto durante l' assemblea e ha poteri esclusivamente in quel giorno preciso della convocazione e non oltre.

×