Vai al contenuto
Itaca

Consumi invol. e vol. UNI 10200

Ancora sulla suddivisione delle spese tra consumi volontari ed involontari in presenza di termovalvole e ripartitori.

Mi sono letto diverse discussioni al proposito e documentazione.

Volevo portare questo esempio.

 

Qinv= Qh*Kinv dove:

 

Qinv = consumo involontario di energia termica utile -

Qh = fabbisogno ideale di energia termica dell'edificio UNI TS 11300-1

Kinv = frazione del fabbisogno secondo metodo semplificato

 

una volta calcolato questo Qinv., esso rimane fisso per ogni anno indipendentemente dai consumi,perchè deriva dal fabbisogno ideale di energia termica dell'edificio.

 

Avremo pertanto :

 

Qt= Qui +Qinv( fisso ogni anno)

 

Qui = Qt ( variabile ogni anno ) - Qinv. dove:

 

Qt = consumo totale che si misura ogni anno

Qui = Consumo delle unità immobiliari ( da ripartirsi secondo appunto i valori letti dai ripartitori)

Qinv = consumo involontario a millesimi

 

E' corretto?

Buona serata Itaca, le formule esposte mi sembrano corrette,ma il consumo involontario varia di anno in anno e ricalcolato in base al consumo totale di ogni annualità termica

Il problema è proprio questo.

Non è la% che rimane fissa anche se in via semplificativa alcuni applicano la%fissa al consumo annuale.

Ma il Qinv che rimane fisso variando di conseguenza il Qui perché è la differenza tra Qt che varia e Qinv che resta fisso.

Il Qui varierà comunque perchè è dato anche dal Qt.

Però, meglio chiarire un passaggio: il Qinv non è esattamente una %, ma una quota millesimale. Meglio espressa da: 1000/1000 = Quota% sul Qt.

 

Se avessero stabilito una quota % sul Qt in assemblea senza progetto è illegale. Come la ripartisci poi?

Il problema è proprio questo.

Non è la% che rimane fissa anche se in via semplificativa alcuni applicano la%fissa al consumo annuale.

Ma il Qinv che rimane fisso variando di conseguenza il Qui perché è la differenza tra Qt che varia e Qinv che resta fisso.

No, ti sbagli.

I consumi involontari ti saranno forniti in kilowattore (kwh). Calcolati la prima volta e sempre uguali.

I consumi totali li avrai letti sul contatore in c.le e sono in kwh

Poi calcolerai la % di involontario (Qinv x 100 : Qtot) . Queste percentuali, ricavate dai kwh, le applicherai al valore economico totale del solo consumo di combustibile + energia elettrica.

Al valore economico dell'involontario sommerai le altre spese ( terzo responsabile, manutenzioni, spese varie ecc) e dividerai il tutto per il fabbisogno energetico di ogni singolo appartamento. (new millesimi termici)

No, ti sbagli.

I consumi involontari ti saranno forniti in kilowattore (kwh). Calcolati la prima volta e sempre uguali.

I consumi totali li avrai letti sul contatore in c.le e sono in kwh

Poi calcolerai la % di involontario (Qinv x 100 : Qtot) . Queste percentuali, ricavate dai kwh, le applicherai al valore economico totale del solo consumo di combustibile + energia elettrica.

Al valore economico dell'involontario sommerai le altre spese ( terzo responsabile, manutenzioni, spese varie ecc) e dividerai il tutto per il fabbisogno energetico di ogni singolo appartamento. (new millesimi termici)

Tu ed Itaca state dicendo la stessa cosa..........la cosa giusta... e fare quella proporzione serve solo per gratificarsi delle prestazioni fel proprio impianto........

×