Vai al contenuto
cutter

Come iscrivere a bilancio 2014 una spesa personale non pagata risalente al 2013

Nell'anno 2013, nell'àmbito di un più ampio lavoro di ristrutturazione condominiale, la ditta incaricata ha eseguito un intervento su un bene di proprietà esclusiva di un condòmino. La spesa è stata imputata al condomìnio che l'ha saldata (insieme al resto) e poi si è rivalso sul proprietario. Al 31 dicembre 2013 il pagamento non era stato effettuato e nel consuntivo 2013 la voce è stata iscritta a bilancio come "spesa personale".

 

Alla chiusura del bilancio 2014, il condòmino non ha ancora saldato quel pagamento. L'amministratore ha pertanto iscritto quella cifra nel nuovo consuntivo, ma di nuovo alla voce "spese personali" e non invece ad unavoce più specifica (come si chiama? "morosità"?).

 

Secondo me questo modo di procedere è sbagliato per almeno due motivi

a) è stata iscritta a bilancio una spesa priva del corrispondente giustificativo (fattura, etc.);

b) non si dà pubblicità al fatto che c'è un pagamento non effettuato da oltre un anno: il rischio è che, perdurando questa ambiguità, decorrano i tempi per mettere in mora il condòmino che non paga.

 

Qual è il modo più efficace per sollevare il problema in assemblea?

E che accade se il bilancio consuntivo non venisse approvato?

In linea di massima non è errato poichè l'amministratore, giustamente, porta credito del condominio una quota non ancora incassata. Personalmente, avrei specificato a cosa si riferiva il credito (ristrutturazione parte privata). Tra l'altro, nell'elenco delle morosità, risulterà questa somma a credito... sperando che l'amministratore alleghi tale prospetto al rendiconto.

Il rendiconto non include alcun elenco delle morosità: le entrate e le uscite sono compensate solo con la voce "saldo" che evidentemente comprende sia la differenza tra spese imputabili e ratei mensili dell'anno cui il resoconto si riferisce, sia le posizioni debitorie pregresse.

Aggiungo che il rendiconto non riporta neppure la condizione patrimoniale del condominio: l'amministratore non ha scritto (né mi detto a voce, su mia richiesta informale) quanto denaro c'è sul C/C. Ho il sospetto fondato che il C/C non sia usato quasi per niente e che continui la gestione allegra basata soprattutto sull'uso dei contanti 🤬

Il rendiconto non include alcun elenco delle morosità: le entrate e le uscite sono compensate solo con la voce "saldo" che evidentemente comprende sia la differenza tra spese imputabili e ratei mensili dell'anno cui il resoconto si riferisce, sia le posizioni debitorie pregresse.

Aggiungo che il rendiconto non riporta neppure la condizione patrimoniale del condominio: l'amministratore non ha scritto (né mi detto a voce, su mia richiesta informale) quanto denaro c'è sul C/C. Ho il sospetto fondato che il C/C non sia usato quasi per niente e che continui la gestione allegra basata soprattutto sull'uso dei contanti 🤬

Un consuntivo senza una situazione patrimoniale non può essere considerato un rendiconto:

 

Anche per questo ho intenzione di votare contro la sua approvazione 😎

×