Vai al contenuto
r.martina10

Citazione legale per umidità da condensa.

Amici buongiorno,

Vi prospetto un quesito spero di facile risoluzione, spero..

 

Un condomino ha citato il condominio per dei problemi di umidità da condensa manifestati nel suo appartamento, lungo le pareti, i soffitti ed in corrispondenza dei pilastri e travi. Dopo ispezione termografica qualitativa ed accertamento tecnico preventivo eseguito da un geometra.

 

L’atto di citazione evidenzia, leggo: …’umidità di condensa dovuta alla creazione di ponti termici, zone fredde, che combinate con una scarsa ventilazione, creano i su detti fenomeni e ciò avviene a causa dell’insufficiente /mancante sistema di isolamento termico a servizio dell’involucro edilizio’’, i danni sono quantificati in euro 20.000 ecc. ecc…

 

Domanda: considerando che il palazzo ha circa 50 di vita, che oltre le normali manutenzioni straordinarie quando necessitano vengono eseguite, (compreso gli interventi ai terrazzi), quali responsabilità ha in condominio se nell'unità immobiliare di questo signore si crea questa condensa?

 

Ci sono sentenze che condannano il condominio perchè lo stabile non è provvisto di isolamento termico?

 

Grazie per le risposte.

Martina

Parla anche di mancata ventilazione, cioè ha le finestre sempre chiuse, quindi c'è una corresponsabilità.

Se avete sempre fatto gli interventi, bastava portare il problema in assemblea, senza agire per vie legali.

Oggi è obbligatoria la mediazione, quindi si tratta su quei 20.000 che chiede.

Per rispondere alla tua domanda:

 

Cass. civ., Sent. n. 3753, 15 aprile 1999, Sez. II

L'umidità conseguente a inadeguata coibentazione delle strutture perimetrali di un edificio, può integrare, ove sia compromessa l'abitabilità e il godimento del bene, grave difetto dell'edificio ai fini della responsabilità del costruttore ex art. 1669 cod. civ.; tuttavia, qualora il fenomeno sia causa di danni a singoli condomini, nei confronti di costoro è responsabile in via autonoma ex art. 2051 cod. civ. il condominio, che è tenuto, quale custode, a eliminare le caratteristiche lesive insite nella cosa propria.

grazie Kurt dell'immediata risposta.

Purtroppo è molto complicato poter coibentare la struttura..sulla parte superiore di questo condomino vi è un attico (proprietà esclusiva) e diventa super complicatissimo l'intervento..

 

Grazie ancora della risposta. Se c'è qualche altra sentenza che favorisce il condominio te ne sarei grata.

 

Un saluto

MT

Credo sarebbe utile reperire l'atto d'acquisto del condomino ricorrente.

A volte, ma non sempre, a parte alcuni tipi di acquisto, è scritto in atto che ne acquisisce la proprietà nello stato di fatto e di diritto in cui si trova l'immobile. Quindi, una visura in conservatoria potrebbe essere utile.

 

In ogni caso, penso sia una causa piuttosto complicata e con presenza di ctu. In ogni caso, l'accenno del ctp alla ventilazione non depone molto bene a favore del ricorrente in quanto ammette una formazione che deriva dall'interno dell'immobile. Tra l'altro, oggi in edilizia esistono parecchi prodotti che se usati in stretta aderenza alle norme del fabbricante, salvano spesso da lavori ben più costosi.

×