Vai al contenuto
nickbyte

Cassonetti Immondizia in Garage Comune Interrato ...

Nella prossiamo assemblea siamo chiamati a decidere se mettere (come ci propone il locale gestore dell'asporto rifiuti) un cassonetto comune per tutto il condominio (carta+plastica+umido) nel parcheggio interrato condominiale andando ad utilizzare una zona della pista di manovra particolarmente larga dove non darebbe un gran intralcio alle manovre.

 

Poichè a me sembra una follia, dettata unicamente dall'impasse tecnica del gestore rifiuti che non sa dove piazzare il cassonetto nella pubblica via (anche se invece adesso lo spazio c'è e non si capisce perchè non vada piu bene) e il mio forte timore sia relativo al fatto che un furgoncino dovrebbe avere le chiavi per accedere alla rampa e al basculante principale per poter procedere allo scarico, nonchè al fatto che il rischio di odori (dovuti all'umido) e del rischio incendio (dovuto alla gran quantità di carta e plastica), vorrei oppormi mentre tutta la serie dei condomini sempliciotti sembra che la cosa possa aggradare perchè non prendono pioggia per portare le immondizie.

 

Che tipo di maggioranza serve in assemblea per un "cambio d'uso" della zona comune delle piste del pargheggio sotterraneo ?

Il regolamento attuale parla solo di divieto di sosta al di fuori dei posti segnati.

 

Help grazie.

P.S. .... puo' un eventuale regolamento comunale imporre al Condominio di tenere le spazzature in area privata anzichè pubblica ? (magari perchè il comune con il nuovo sistema di raccolta non ha più posto in strada per la maggior area che servirebbe ? ...)

 

peraltro, non si crea cosi una servitù ?

 

Grazie per l'aiuto ...

P.S. .... puo' un eventuale regolamento comunale imporre al Condominio di tenere le spazzature in area privata anzichè pubblica ? (magari perchè il comune con il nuovo sistema di raccolta non ha più posto in strada per la maggior area che servirebbe ? ...)

 

peraltro, non si crea cosi una servitù ?

 

Grazie per l'aiuto ...

certo che puo' ,se lo prevede un regolamento o un ordinanza comunale .

 

non si crea nessuna servitu' . (e' la vostra spazzatura su vostra proprieta').

Fino ad oggi ci sono stati i cassonetti in strada come in tutta Italia credo .... Perché devo tenermeli in proprietà privata e dare le chiavi del cancello per far entrare gli spazzini in zona privata ?

Poi siamo veramente alla contraddizione ...... In un'altra discussione avevo chiesto se per rispettare il CPI dei VvFf potevo tenere alcuni scatoloni in garage .... Mi è stato detto che l'autorimessa può essere adibita a solo ricovero degli autoveicoli .... Adesso invece 4/5 metri cubi di carta e altrettanti di plastica vanno bene solo perché fa comodo alla società dei rifiuti ? E il rischio incendio non c'è più ?

Fino ad oggi ci sono stati i cassonetti in strada come in tutta Italia credo .... Perché devo tenermeli in proprietà privata e dare le chiavi del cancello per far entrare gli spazzini in zona privata ?

perché cosi dispone il tuo comune ,e fino a che i rifiuti non sono conferiti sono e restano di tua proprieta' quindi te li tieni a casa tua .

 

e il comune che decide come e quando i rifiuti (tuoi) possono stare su suolo pubblico .

 

- - - Aggiornato - - -

 

nessuno credo vi impone di mettere il cassonetto nel garage interrato ,il comune avra' disposto solo che non deve stare su suolo pubblico .

Credo proprio che oramai nella maggiorparte dell'Italia i cassonetti si tengono in proprietà privata e si possono mettere fuori su strada pubblica per la raccolta solo entro un determinato intervallo di orario. Il gestore della raccolta dei rifiuti non entra nelle proprietà private. Sarà onere vostro portare i cassonetti su suolo pubblico nei giorni e negli orari prestabiliti per la raccolta nella vostra via.

Altrimenti come potrebbero multarti se non effettui correttamente la raccolta differenziata? Se fossero su suolo pubblico, quindi accessibili a tutti, sarebbero di tutti, non solo vostri...

forse non sono stato chiaro .... anzi probabilmente .... anche perchè non ne sapevo molto neppure io

ieri c'è stata una delle assemblee "informative" e quindi ora ho le idee piu chiare anche io e vi aggiorno.

 

dunque .... lasciando perdere gli aggettivi che potrei usare, il gestore delle immondizie ha stabilito di dotare ogni famiglia di un bidoncino personale per ogni utilizzo. quindi un bidone del secco, uno dell'umido, uno per la carta, uno per la plastica.

quando è il giorno e l'ora stabilita (quindi se avete impegni di tipo lavorativo sono fatti vostri) dovete portare in strada i 4 bidoni, attendere che passi l camion a svuotarli e poi riportarli a casa.

ora .. se vivete in un paese di mille anime formato da villette forse ha senso ... poco ma un po' forse si ..

Nel mio caso abito in città e il mio condominio è formato da 2+2 edifici di 9 piani e da 32 appartamenti ciascuno (quindi tot 125 appartamenti) che portano in strada 4 cassonetti ciascuno .... ??? sono solo 500 cassonetti ... sciocchezze ...

forse sono solo 125 se li portiamo a giorni alterni ma poco cambia ... nell'intorno ci sono altri palazzi piu bassi, di 4/5 piani quindi io esemplifico solo il mio condominio ma il problema è diffuso .....

 

la società che ha deciso questa idiozia si è anche resa conto che la strada con 500 cassonetti non sarebbe piu transitabile per lo spazio occupato e quindi "non sanno cosa fare in questi casi" ... (testuali parole .... prima decidono le cose e poi si accorgono dei problemi ?)

 

"yes .. we can ! "

 

la soluzione della società è stata di prendere accordi con alcuni singoli amministratori, tra cui il nostro appunto, che per togliere le castagne dal fuoco agli idioti (evidentemente ci ricava qualcosa in cambio altrimenti non "scodinzolerebbe" tanto e gratuitamente ..... a proposito dll'avere qualcosa in cambio basta pensare che il costruttore che ha ancora degli appartamenti da vendere adirittura costruisce tutto gratis ....... che il comune gli conceda qualcosa in cambio da qualche altra parte ?? ... boh ... diceva Andreotti ...) vuole obbligarci a creare una "pre-raccolta" all'interno del condominio in modo da portare all'esterno un numero minore di cassonetti, circa una 40ina .... ovviamente questo fa anche comodo a qualcuno visto che non obbligherebbe piu' i singoli a portare i cassonetti in strada.

 

ieri ho appreso che il posizionamento nell'interrato riceverà il benestare dei VVFF se verrà realizzato un locale (stagna, ignifugo e non so che altro) ....

peccato che tale locale andrà ad occupare le piste di manovra togliendo 1,9 metri di larghezza ....

nei tratti con pareti resterebbe anche uno spazio decente per passare ma in un altro lato ridurrebbero lo spazio DI FRONTE ad alcuni garage (quindi riducono lo spazio utilizzato per la manovra di entrata e uscita) per 1,9 metri ... stranamente l'amministratore non ha indicato in piantina lo spazio residuo quindi dovrò andare con il metro a misurare .... ma secondo me se uno ha una sw lunga non riescie piu a uscire dal garage se non facendo le acrobazie mentre prima usciva bello tranquillo ... 1,90 mt in meno non sono pochi ....

 

un affittuario di uno di questi garage l'ho sentito dire che chiederà i danni al padrone di casa se la manovra per entrare in garage risulterà più difficoltosa rispetto a quella di quando ha affittato l'immobile ....

 

mi piacerebbe sapere se per modificare lo stato dei luogi e creare un locale chiuso serve la maggioranza o l'unanimità e se eventuali affittuari possono sollevare richieste danni ai proprietari che dovessero avallare tali lavori. (forse converrebbe loro mettere a verbale che sono contrari ?).

Esistono diversi tipi di cassonetti, di varie misure: come Condominio richiederete quelli condominiali, più grossi, quindi non ne avrete 500, ma 6/8 al massimo. Farete un accordo con l'impresa delle pulizie o con un pensionato in zona per portare fuori e riportare dentro i cassonetti quando verrà fatta la raccolta.

Mi pare strano che non abbiate ancora la raccolta differenziata... mah, qui da me c'è pure il sacco col nome!

Esistono diversi tipi di cassonetti, di varie misure: come Condominio richiederete quelli condominiali, più grossi, quindi non ne avrete 500, ma 6/8 al massimo. Farete un accordo con l'impresa delle pulizie o con un pensionato in zona per portare fuori e riportare dentro i cassonetti quando verrà fatta la raccolta.

Mi pare strano che non abbiate ancora la raccolta differenziata... mah, qui da me c'è pure il sacco col nome!

tu rispondi da ingegnere (vedo nel tuo nick), quindi persona con una buona preparazione tecnica e intelligenza ...

queste cose invece sono governate da politici ....

 

a parte che mi lascia perplesso la tua affermazione di "portare fuori" 6/8 mega cassonetti che contengono carta e vetro di 120 famiglie ... visto che sei ingegnere mi fai una stime del peso di quello del vetro che vorresti far portar fuori "al pensionato amico" ?

 

La raccolta differenziata c'è già da anni con i classici cassonetti per il secco, i bidoni per l'umido e le campane per il vetro, plastica e carta.

Li tolgono per passare al "porta a porta" lo chiamano loro.

 

Per quanto riguarda il "cassonetto Condominiale" da piazzare nelle aree già predisposte dove ora ci sono le succitate campane, è stata la prima cosa che abbiamo chiesto ma NON VIENE DATO !!!

 

è obbligatorio conferire singoli cassoncini uno per persona e uno PAGA per ogni singolo "versamento" ...

i cassonetti hanno un codice a barre assegnato al singolo utente, cosi come i sacchetti biodegradabili per l'umido ....

 

guarda che qui siamo in pieno "regime", fra poco pago anche ogni volta che vado in cesso a seconda di quanta ne faccio ..........

(YES .. WE CAN !!)

 

comunque non è per questi aspetti di macroorganizzazione o economico politici che avevo scritto ma per capire come gestire la questione dello spazio condominiale e i relativi "danni" che possono, anzi ... che sorgeranno visto quanto ho scritto sopra...

I cassonetti hanno le ruote, quindi nessun peso enorme su chi li sposta.

Il cassonetto condominiale non può essere piazzato dove adesso ci sono le campane, perché è area pubblica. Il cassonetto, singolo o condominiale poco importa (semplicemente il Condominiale è più grosso), deve essere tenuto in area privata, perché è assegnato al privato.

E' ovvio che i cassonetti hanno il codice a barre (in caso di controllo con esito negativo, la multa andrà al titolare del cassonetto).

Per il quantitativo dei cassoni, io prima abitavo in un condominio di 66 appartamenti (media 4 persone ad appartamento, perché erano grandi) e i cassoni erano: 2 grandi per la carta, 2 grandi per il nero, 2 grandi per la plastica, 2 piccoli per l'umido, 2 piccoli per il vetro e ti assicuro che bastavano e avanzavano (tranne la carta a Natale...).

 

Il Comune si sta solo adeguando alle normative che impongono la raccolta differenziata, e ti assicuro che fatta con le campane non arriverà mai ai livelli del porta a porta, dove i controlli possono essere fatti realmente, e le multe arrivano... (siamo in Italia, e nel cassone pubblico mettiamo di tutto, nel proprio personale, rispettiamo le regole...). Non so dove vivi, ma qui è oramai così da più di vent'anni (sacchi col nome, cassonetti col nome. Ho una tessera per andare a ritirare i sacchetti sui quali viene messo il mio codice a barre numerati...).

Scusa.

molte belle parole, ma non vedo dati di fatto.

 

1) non ho capito quanto viene a pesare secondo te un singolo cassonetto condominiale del vetro, con le ruote, da portare dal piano interrato al terra, quindi sollevandolo di 4 metri lungo la rampa d'accesso ai garage.

Visto che sei ingegnere, mi dai una risposta tecnica non chiacchiere.

comunque a parte queste chiachciere del piffero, che non ho tirato fuori io,

 

2) nessuno discute sulla raccolta differenziata. Se hanno deciso che portiamo i cassoncini privati in strada alle 8 a me va bene.

siamo in 125 .... nessun problema a scendere e portare i nostri 125 cassonetti all'ora stabilita e lasciarli li fino a quando saranno passati.

Forse non hai capito che prima ordinano di portare i cassoncini in strada, esattamente come dici tu e poi contrordine non si puo' perchè non ci stanno in strada.

 

E' un problema mio ?

Ripeto: è un problema mio o dell'amministrazione comunale ??

 

io eseguo, esattamente come dici tu, me li tengo in casa (nel mio privato) fino a quando mi dicono dove portarli.

Sono 6 mesi che questi geni, pagati con le nostre tasse, ci pensano a come risolvere.

 

Devo trovargli io la soluzione mettendomi d'accordo con i vicini per raggruppare i bidoncini cosi da portarne in strada meno ?

Dove sta scritto che i cittadini devono organizzarsi a gruppi ?

Tu che sembra che vivi a NY e mi epiteti come uno che non sa come funziona il mondo, ti sei consorziato con i vicini per diminiure il numero dei cassoncini da portare in strada ?

(tenendo anche conto che quando fai un cassoncino comune, un singolo errato conferimento sbagliato fa partire una multa che viene imputata a tutti, quindi pagano tutti per l'errore di uno .... giusto anche questo ? regoliamoci cosi anche per le multe dei divieti di sosta allora ... multa condominiale se solo uno dei condomini parcheggia in divieto...)

 

 

Comunque, siccome questo è un forum Condominiale, io avevo precisato i contorni della situazione solamente per far comprendere da cosa nasce l'esigenza, non per discutere sterilmente della stessa, quindi chiudo qui la parte "rifiuti".

 

La domanda, strettamente legata alle regole condominiali era quella se era possibile e con quale maggioranza utilizzare uno spazio comune per costruire un locale rifiuti e se andava bene che questo locale rifiuti limiti la manovra di alcuni garage riducendo la pista da circa 6,5 metri a meno di 5 mt ...... (ho misurato a passi, domani mi procuro un metro a rotella per essere piu preciso, ma credo che poco cambi)

 

Chi vorrebbe avere uno di quei garage che ora si trova con 5 mt di spazio per uscire quando prima ne aveva 7 ??

un Audi Q7 è lunga 5 mt mi spieghi come la tiri fuori adesso ?

Secondo te il garage ora vale meno ?

Secondo te quei proprietari di garage, diversamente dagli altri, devono a vita rinunciare a prendersi una SW lunga per fare piacere agli altri condomini che hanno il garage da un'altra parte o per far piacere al Comune ?

Si fa presto a parlare quando il problema è degli altri.

sembra che nessuno abbia idea se occupare suolo condominiale restringendo lo spazio di manovra ad alcuni dei proprietari di garage sia lecito o meno e che maggioranza richieda .....

a mio avviso si determina una alterazione dell'uso della cosa comune che lede il diritto di uso di una parte dei partecipanti ....

qualche amministratore che legge il forum mi da il suo gradito parere ?

grazie

Dici che il Condominio è formato da 2+2 edifici: perché non proponi di posizionare una piazzola rifiuti per ogni edificio o per ogni scala? E' sicuramente più comodo, e le piazzole verranno molto più piccole.

Non è che la proposta fatta dall'Ente gestore (che nulla ha a che fare con le proprietà private) è legge: dovrete discutere la cosa in assemblea e decidere.

E' ovvio che la proposta fatta dall'Ente gestore, che nulla deve avere a che fare con la vostra proprietà privata (avrà proposto a parole... ma qui si ferma) non potrà essere accettata perché dubito che sulla rampa dei boxes si possa andare a piedi... Inoltre nella piazzola rifiuti è bene ci sia un punto acqua, se non dentro, almeno vicino, altrimenti vi voglio vedere a lavare i cassoni (e ti assicuro che sono da lavare spesso). Questo al di là del CPI, per il quale dovreste sentire un tecnico abilitato prima del posizionamento della piazzola per una verifica specifica sul posto.

Dici che il Condominio è formato da 2+2 edifici: perché non proponi di posizionare una piazzola rifiuti per ogni edificio o per ogni scala? E' sicuramente più comodo, e le piazzole verranno molto più piccole.

per essere sintetico ho scritto male

i 2+2 edifici formano in realtà due condomini distinti, ovvero 2 edifici vicini condividono la parte interrata dei garage e null'altro e gli altri 2 edifici vicini altrettanto.

Sono separati da una parte comune che è comune ai due ma anche ad altri edifici del supercondominio.

Il supercondominio è formato da 9 edifici (di cui 2+2 quelli residenziali) che insiste su ulteriori parti comuni adibite a suolo pubblico e quindi il supercondominio e non è interessato alla raccolta "privati" in quanto la metodologia di raccolta direzionale/commerciale è diversa e quindi non si possono utilizzare gli spazi comuni del supercondominio (che in ogni caso sono sempre il garage interrato e non la pubblica via che sta sopra).

 

Per quanto riguarda la tua proposta di una piazzola distinte per ogni scala, l'unico posto (che non sia l'interrato) è il vano scala di fronte l'ascensore a piano terra .... circa 10 mq .... quindi non è fattibile.

 

Non è che la proposta fatta dall'Ente gestore (che nulla ha a che fare con le proprietà private) è legge: dovrete discutere la cosa in assemblea e decidere.

io in assemblea ho detto che a me va bene la raccolta singola (4 cassonetti a testa) e non condominiale ... se il Comune ha problemi ad attuare quello che lui stesso ha pensato non è affar mio. Io eseguo e porto giù i miei 4 cassonetti quando il Comune mi dice e dove mi dice.

 

ma di fatto, l'amministratore ha già deciso, assieme al costruttore (cha ha ancora circa il 30% di quote) che adottiamo il condominiale per comodità (ed effettivamente è piu comodo) ma resta il problema degli spazi comuni da utilizzare.

 

E' ovvio che la proposta fatta dall'Ente gestore, che nulla deve avere a che fare con la vostra proprietà privata (avrà proposto a parole... ma qui si ferma) non potrà essere accettata perché dubito che sulla rampa dei boxes si possa andare a piedi...

quindi decliniamo la precedente idea di un pensionato amico di portare il cassonetto comune dl vetro fino al piano strada ? 🙂

×