Vai al contenuto
Raffyca

Atto di vendita e contratto di locazione

Buongiorno a tutti,

secondo voi sarebbe possibile registrare un contratto di locazione avendo l'atto di vendita e non il decreto di trasferimento o rogito ?

Per registrare un contratto di locazione , viene richiesto il decreto di trasferimento oppure basta il mod. rli , ricevuta f24 , 2 marche da bollo ,copia contratto di locazione firmato e copie dei documenti di identità?

Grazie

Atto di vendita e rogito sono la stessa cosa.

Rogito e decreto di trasferimento sono due titoli che attestano lo status di proprietario.

 

Vista la tua domanda, per registrare un contratto di locazione bisogna esser proprietario, ovvero avere nelle proprie mani il rogito o il decreto di trasferimento. In ogni altra ipotesi il proprietario è ancora quello precedente a te, e solo lui può registrare validamente un contratto di locazione.

 

Per registrare un contratto di locazione servono almeno due copie del contratto firmate in originale dai contraenti, almeno due marche da 16 €., almeno due copie dell'F24 Elide quietanziato, almeno un modello RLI.

Poi ci sono tante varianti che possono richiedere adempimenti in più o in meno, a seconda della tipologia contrattuale (locazione libera o concordata), della lunghezza del contratto e del regime fiscale adottato dal proprietario (con o senza cedolare secca).

Atto di vendita e rogito sono la stessa cosa.

Rogito e decreto di trasferimento sono due titoli che attestano lo status di proprietario.

 

Vista la tua domanda, per registrare un contratto di locazione bisogna esser proprietario, ovvero avere nelle proprie mani il rogito o il decreto di trasferimento. In ogni altra ipotesi il proprietario è ancora quello precedente a te, e solo lui può registrare validamente un contratto di locazione.

 

Per registrare un contratto di locazione servono almeno due copie del contratto firmate in originale dai contraenti, almeno due marche da 16 €., almeno due copie dell'F24 Elide quietanziato, almeno un modello RLI.

Poi ci sono tante varianti che possono richiedere adempimenti in più o in meno, a seconda della tipologia contrattuale (locazione libera o concordata), della lunghezza del contratto e del regime fiscale adottato dal proprietario (con o senza cedolare secca).

Buongiorno albano59 ,

Attualmente posseggo l'atto di vendita , cioè un verbale cui si attesta che ho "vinto" l'acquisto di un abitazione all'asta con pagamento eseguito.

Il decreto di trasferimento non lo posseggo ancora.

Se dici che l'atto di vendita o rogito , che sostanzialmente è il decreto di trasferimento, potrei quindi registrare una locazione.

Dubito su questa cosa perché per le aperture delle utenze mi hanno rifiutato l'atto di vendita perché devo utilizzare il decreto di trasferimento.

Attualmente posseggo l'atto di vendita , cioè un verbale cui si attesta che ho "vinto" l'acquisto di un abitazione all'asta con pagamento eseguito.

Quello che tu definisci impropriamente ATTO DI VENDITA non è un atto di vendita. Devi attendere di avere nelle tue mani il decreto di trasferimento: solo da quel momento sarai il proprietario di quella u.i.

Ora non puoi registrare nessuna locazione ed altrettanto logico che nessuna società di servizi sia disponibile ad aprirti qualsiasi utenza: tu adesso non sei il proprietario di quella u.i. ma solo "quello che ha vinto l'asta".

Il tuo è un atto di aggiudicazione dell'immobile. Poi arriverà il decreto di trasferimento. Solo con quest'ultimo sei proprietario dell'immobile.

 

Che tu non posso concedere in locazione non so però..sai ho visto un signore che ha dato in locazione a terzi la casa del fratello (ignaro della cosa ovviamente).. naturalmente era giusto un filino illegale

anche perché quell'atto stabilisce che ti sei aggiudicato l'asta, ma l'immobole non è ancora tuo, seppure lo hai già pagato.

 

un consiglio, registrati a fiscotel all'ADE, e periodicamente consulta la tua situazione immobiliare su quel comune.

 

Ho acquistato un immobile all'asta, pagato a marzo o aprile, ho chiesto continuamente quando sarebbe stato effettuato il passaggio ma niente, poi pochi giorni prima della scadenza della seconda rata imu mi mandano il decreto via mail, né telefonata né altro, e vedo che il decreto era inizio luglio. tra un po mi facevano diventare moroso verso il comune, inoltre l'immobile mi servova e non lo potevo usare (tra l'altro erano pasticcioni avevan dato le mie chiavi a un altro e gli avevano indicato il garage sbagliato....)

×