Vai al contenuto
don bosco

Assemblea non approva il bilancio per utilizzo improprio conto corrente condominiale

Un condomino non residente ha dovuto effettuare dei lavori nel proprio appartamento vuoto e ha chiesto all'amministratore di utilizzare il conto corrente condominiale di effettuare dei bonifici in modo che l'amministratore possa pagare le ditte che hanno effettuato questi lavori.

Un condomino ha convinto gli altri di non approvare il bilancio in attesa di maggiori chiarimenti.

La domanda è questa: si può utilizzare il conto corrente per motivi extra condominiali ma per spese private di un appartamento nello stesso condominio?

Io penso proprio di no, se i lavori erano effettuati nell'appartamento di un condomino, questo doveva pagare di tasca sua il lavoro, mica con il danaro del condominio.

Io penso proprio di no, se i lavori erano effettuati nell'appartamento di un condomino, questo doveva pagare di tasca sua il lavoro, mica con il danaro del condominio.

Forse mi sono espresso male; il condomino versa di tasca sua la somma per pagare i lavori sul conto corrente condominiale. L'amministratore preleva questa somma e paga la ditta che ha effettuato l lavoro. Questo perchè il condomino è all'estero e non può pagare personalmente i lavori fatti nel suo appartamento.

Ho capito, allora non ti so rispondere con certezza, perchè è la prima volta che sento una cosa del genere.

In pratica non dovrebbero esserci irregolarità, a parte qualche operazione sul C/C in più, e se i condomini non hanno approvato il bilancio, l'amministratore dovrà convincerli che dei loro soldi non è stato toccato nulla sperando che nell'assemblea successiva lo approvino.

×