Vai al contenuto
luigi-persico

Appropriazione piccola manutenzione.

Il 16 marzo 2016 è stato approvato, in assemblea ordinaria, all'unanimità di incaricare un privato ad effettuare la piccola manutenzione al condominio (sfalcio dell'erba, sostituzione lampadine, sistemazione cortile che è coperto di ghiaia, trattamento disseccante, taglio siepi e quanto si possa rendere utile nel corso dell'anno) in mancanza di accettazione l'amministratore avrebbe incaricato un'azienda privata per questi lavori l'ho a fatto ed ha inviato preventivo. In data 15 giugno in assemblea straordinaria per la riparazione dell'ascensore, visto che l'incaricato alla piccola manutenzione ha declinato l'incarico ha proposto una nuova votazione per incaricare un inquilino che in precedenza aveva l'incarico ma latitante nel fare e che alla votazione precedente era stato detto di no da tutti i condomini. Chiedo, è possibile che ad ogni assemblea venga richiesto una nuova votazione non richiesta dall'assemblea? facendo così si stravolge la decisione precedente. Tutto questo è legale? Di questo capovolgimento delle decisioni è successo più di una volta che si sono capovolte le decisioni. Posso chiedere l'annullamento della votazione? e la validità della precedente?

Grazie.

In condominio si possono affidare piccoli lavori ai condomini purchè accettati volontariamente e che siano a titolo gratuito, comunque ceri lavori dove è necessaria una professionalità come ad esempio la riparazione dell'ascensore come discusso nella vostra assemblea, decisamente non è regolare sia affidato ad un condomino a meno che non sia un ascensorista qualificato

A prescindere dal tipo di delibera, in assemblea si può discutere e deliberare argomenti all'OdG che in precedenza non sono stati approvati, non esiste nessuna Legge che lo vieti.

Scusami, credo di essere stato chiaro o forse no, nella precedente assemblea è stato deliberato che fosse incaricata un'altra persona oppure una ditta per la piccola manutenzione, mentre è stato posto il divieto da tutti i presenti all'inquilino che è stato oggi eletto forzando la decisione presa precedentemente. Queste decisioni, negative o positive al sottoscritto, vengono proposte nuove votazioni ad ogni nuova assemblea. Personalmente credo che la decisione presa precedentemente non possa essere votata nuovamente.

Scusami, credo di essere stato chiaro o forse no, nella precedente assemblea è stato deliberato che fosse incaricata un'altra persona oppure una ditta per la piccola manutenzione, mentre è stato posto il divieto da tutti i presenti all'inquilino che è stato oggi eletto forzando la decisione presa precedentemente. Queste decisioni, negative o positive al sottoscritto, vengono proposte nuove votazioni ad ogni nuova assemblea. Personalmente credo che la decisione presa precedentemente non possa essere votata nuovamente.
Ripeto, non è vietato riproporre lo stesso argomento all'Ordine del Giorno dell'assemblea
×