Vai al contenuto
Alterego1983

Appropriazione indebita soldi dei condomini?

Salve a tutti,

 

nel nostro condominio l'anno "economico d'esercizio" va da ottobre di un anno fino all'ottobre dell'anno successivo.

 

L'assemblea ordinaria però non la facciamo mai prima di novembre.

 

Nell'assemblea di novembre la votazione per la conferma dell'amministratore è finita in pareggio. E lui è rimasto in proroga.

 

Siccome all'alba di dicembre non ne avevamo ancora trovato uno nuovo, ha convocato una nuova assemblea per dimettersi e per proporci dei preventivi di alcuni suoi colleghi interessati a subentrare al suo posto e nominarne uno.

 

Pochi giorni fa abbiamo fatto la prima assemblea col nuovo amministratore che ci ha presentato una fattura del vecchio amministratore che continene il passaggio di consegne e il suo stipendio da settembre a dicembre.

 

Ma il passaggio di consegne non è gratis?

 

L'amministrazione in proroga non è gratis?

 

Posso eventualmente capire lo stipendio da settembre a novembre (periodo precedente alla mancata conferma), ma perché dovremmo pagarlo dopo la non conferma?

 

Secondo voi ci sono gli estremi per tentare di recuperare questi soldi che sono stati prelevati dalla prima rata di spese condominiali?

 

...Ma il passaggio di consegne non è gratis?

 

L'amministrazione in proroga non è gratis?

 

Posso eventualmente capire lo stipendio da settembre a novembre (periodo precedente alla mancata conferma), ma perché dovremmo pagarlo dopo la non conferma?

 

Secondo voi ci sono gli estremi per tentare di recuperare questi soldi che sono stati prelevati dalla prima rata di spese condominiali?

Art. 1129

...Alla cessazione dell'incarico l'amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi...

La consegna della documentazione è gratuita.

L'amministratore in proroga continua ad essere amministratore per cui gli spetta il compenso.

Non ha diritto all'ulteriore compenso solo dal momento di cessazione dell'incarico al momento dell'effettivo passaggio di consegne.

La cessazione dell'incarico avviene il giorno in cui l'assemblea nomina un nuovo amministratore, quindi giusto il compenso fino alla data in cui avete nominato il successore.

giusto,salvo eventuale pattuazione .

Non credo si possano fare patti in deroga ad un articolo inderogabile pertanto una indicazione di compenso per consegna documentazione sarebbe una clausola radicalmente nulla,

Bisognerebbe leggere il preventivo di compenso dell'amministratore (che comunque va presentato ogni anno) per verificare se ha eluso la Norma inserendo un compenso di fine rapporto.

nulla è dovuto all'ex amministratore per effettuare il passaggio di consegne!!!

e al nuovo gli è dovuto? deve specificarlo nel preventivo? se non lo specifica gli è dovuto?

...e al nuovo gli è dovuto? deve specificarlo nel preventivo? se non lo specifica gli è dovuto?

Al nuovo è dovuto quanto inserisce nel preventivo.

Nessuno gli impedisce di inserire in preventivo anche il compenso per il rendiconto riguardante il periodo in cui non era ancora amministratore, compenso per variazione nominativo all'agenzia delle entrate, compenso per caricare i dati del condominio nel gestionale...

L'amministratore propone e l'assemblea dispone... o cerca altrove.

×