Vai al contenuto
GT81

Alberi Alto Fusto - abito in un condominio di 3 unità con unico proprietario

Buongiorno scrivo per chiedere un parere su 2 alberi ad alto fusto, spiego bene la situazione.

Abito in un condominio di 3 unità con unico proprietario, in questo condominio c'è un giardino condominiale dove ci sono 2 alberi alto fusto, e quando dico alto intendo che superano l'altezza del palazzo di 3 piani, per 6 anni il proprietario non ha mai potato questi alberi, poi 2 anni fa l'ho convinto a potarli perché da quando vegetano non mi arriva neanche più la luce del sole nel balcone, quest'anno dopo 2 anni gli ho richiesto di potare gli alberi ma lui si ostina a dire che tocca a noi inquilini, per me i 2 alberi creano problemi di copertura perché sono troppo vicini al balcone ho letto che dovrebbero stare a 3 metri di distanza ma non so da dove a dove e poi nel caso fossero troppo vicini a chi posso rivolgermi per obbligarlo a potarli. Vi chiedo questo non perché io non amo la natura anzi perché mi piace avere un balcone con dei fiori gerani, viole, piante aromatiche ma quando i 2 alberi vegetano mi coprono la luce del sole e le piante si bruciano. Se possibile posso anche mostrare delle foto dei 2 alberi in questione.

I 3 metri a cui fai cenno si riferisce alla distanza dal confine, in sostanza gli alberi devono stare a 3 m dal confine tra giardino è proprietà del condominio.

ma mi pare di capire che il problema ne è anche un altro:

"Abito in un condominio di 3 unità con unico proprietario" quindi tu saresti l'affittuario, giusto ?

 

Ma non solo, trattandosi di un solo proprietario non si parla di condominio.

Quindi il proprietario dell'edificio o unità coincide con il proprietario del giardino che ne è anche proprietario degli alberi.

 

Ti faccio notare che la distanza di 3 m giace tra fondi di proprietari differenti

Aggiungo che uno stabile con tre appartamenti di un unico proprietario non è un condominio.

Si, forse non l'hai letto >

Ma non solo, trattandosi di un solo proprietario non si parla di condominio.

Chiarito la situazione, è il proprietario a provvedere o che deve provvedere.

Ed inoltre gli affittuari, a questo punto, come possono far valere le rolo richieste nei confronti dell'unico proprietario.....come atto di cortesia ?

... quest'anno dopo 2 anni gli ho richiesto di potare gli alberi ma lui si ostina a dire che tocca a noi inquilini ...
come ti è stato detto tocca alla proprietà.

Nel caso vi dovesse ripetere, se non invitarvi a provvedere, desistete dal prendere iniziative.

Non potete assumervi compiti e responsabilità che invece appartengono al padrone di casa.

Rischiereste anche di trovarvi a rispondere di una violazione.

Prova a persuaderlo, magari segnalando la possibile pericolosità (altezza, volume della chioma) che suggerirebbe come azione preventiva la potatura.

Quando un proprietario di uno stabile trova degli affittuari che pagano regolarmente l'affitto e tengono nel modo dovuto l'appartamento, dovrebbero farsi in quattro per diciamo così "tenerseli buoni" assecondando le loro richieste legittime quali le tue. Dando per scontato che tu sei un ottimo affittuario fagli capire che sei scontento e che da li te ne potresti anche andare: forse capirà che deve intervenire

Buongiorno ringrazio tutti per le risposte e rispondo a mia volta che si sono un pagatore puntuale, ho già provato a persuaderlo con l'altezza della chioma ecc. ma lui continua a dire che il problema lo pongo solo io perché gli altri 2 condomini non gli frega perché uno e al piano terra quindi ha davanti solo il fusto e l'altro che e al 2° piano non c'è mai, mentre io che sono al 1° piano vorrei almeno nel periodo estivo un po' di sole visto che già tutto l'inverno c'è solo nebbia e ho la casa piena di umidità e muffa, solo che lui(il proprietario) continua a dire che la potatura delle piante spetta a noi inquilini che siamo in 3 e il giardiniere mi prende 500,00€ che diviso 3 non sarebbe neanche tanto solo che gli altri 2 quando sentono che c'è da pagare dicono nooooo sta benissimo cosi come posso fare.

Buongiorno ringrazio tutti per le risposte e rispondo a mia volta che si sono un pagatore puntuale, ho già provato a persuaderlo con l'altezza della chioma ecc. ma lui continua a dire che il problema lo pongo solo io perché gli altri 2 condomini non gli frega perché uno e al piano terra quindi ha davanti solo il fusto e l'altro che e al 2° piano non c'è mai, mentre io che sono al 1° piano vorrei almeno nel periodo estivo un po' di sole visto che già tutto l'inverno c'è solo nebbia e ho la casa piena di umidità e muffa, solo che lui(il proprietario) continua a dire che la potatura delle piante spetta a noi inquilini che siamo in 3 e il giardiniere mi prende 500,00€ che diviso 3 non sarebbe neanche tanto solo che gli altri 2 quando sentono che c'è da pagare dicono nooooo sta benissimo cosi come posso fare.
Come ti è stato detto e lo ripeto, non siete condomini ed il vostro non è un condominio, il consiglio che ti posso dare è quello di vedere cosa prevede il contratto di locazione, ovvero se prevede che a voi inquilini spetta la spesa per il giardiniere e la potatura degli alberi.

Queste sono le spese che spettano all'inquilino per legge, nel caso senti un sindacato inquilini;

L. 392/78 Art.9. (Oneri accessori). Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. ...

Il proprietario mi ha consegnato questa tabella (Allegato) dove ci sono le spese che spettano a lui e quello che tocca a noi inquilini.

che lui ha preso dal sito mit.gov.it

 

Criteri generali per la realizzazione gli accordi da definire in sede locale per la stipula dei contratti di locazione agevolati - allegato g

 

http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=1338

 

mentre lei mi mostra un altra legge quindi quale posso tenere per buona.

Il tuo contratto in corso di validità è un contratto di locazione agevolato ?

Se la risposta è SI, allora vale la tabella che ti ha consegnato il proprietario... e le spese per le aree verdi toccano ai tre conduttori secondo le rispettive quote attribuite ai tre appartamenti.

 

Se invece il tuo contratto di locazione è di tipologia diversa dalla locazione agevolata (ad esempio il classico 4+4 a canone libero) vale quanto riportato nel contratto. Ovvero, se l'Allegato G non è espressamente richiamato nel contratto, quella tabella non è valida e per gli oneri accessori si applicheranno solo le disposizioni inserite nel contratto. In assenza di espresse disposizioni in merito agli oneri accessori, si applica automaticamente l'art. 9 L.392/78.

In queste ipotesi di locazioni diverse da quella agevolata, le spese del verde spettano a te, in misura pari alla quota attribuita all'appartamento che hai in conduzione, solo se nel tuo contratto la spesa del verde è espressamente prevista a tuo carico.

Il proprietario mi ha consegnato questa tabella (Allegato) dove ci sono le spese che spettano a lui e quello che tocca a noi inquilini.

che lui ha preso dal sito mit.gov.it

 

Criteri generali per la realizzazione gli accordi da definire in sede locale per la stipula dei contratti di locazione agevolati - allegato g

 

http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=1338

 

mentre lei mi mostra un altra legge quindi quale posso tenere per buona.

Io ti ho postato la Legge vigente, quella che anche il Governo (sito mit.gov.it) conosce, perchè Legge dello Stato, altre tabelle sono state approvate da Sindacati, Confedilizia e come vedo anche dal sito mit.gov.it, comunque la Legge che ho postato prevede anche accordi tra le parti;

 

Legge 392/78 Art.9. (Oneri accessori). Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, ...

 

e se quanto tu hai postato è stato allegato al contratto di locazione che tu hai firmato, vale quello, come previsto dalla Legge 392/78

Buongiorno grazie per la risposta il mio contratto di affitto e di 4+4 per i primi 2 anni abbiamo fatto il rinnovo ogni anno dove io pagavo la mia parte e il proprietario la sua poi mi ha detto che non si doveva più fare il rinnovo annuo e mi e arrivata una raccomandata dove c'è scritto.

Oggetto: esercizio dell' opzione per l'applicazione dell' imposta sostitutiva sui canoni di locazione di cui all' art.3 D.Lgs 23 del 7.3.2011.

Quindi sarebbe locazione agevolata?

no nel contratto non e citata la tabella ne e allegata mi e stata data dal proprietario ma la settimana scorsa perche lui dice che spetta a noi e io dico no quindi lui mi ha dato quella tabella dicendo " ecco tieni cosi sai quello che dovete pagare voi e quello che devo pagare io"

ma lui la stampata da internet. comunque allego il mio contratto.Nuovo documento 2Pagina 2.jpg

Nuovo documento 2.jpg

Il tuo contratto è un 4+4 a canone libero che dalla terza annualità gode della cedolare secca: è per questo che non hai dovuto più pagare le imposte di registro, così come da allora il canone di affitto è rimasto bloccato.

 

L'allegato G non è richiamato nel contratto: quindi non sussiste alcun obbligo a rispettare quei riparti spese.

Nonostante ciò, per il tuo caso specifico le spese ordinarie del verde comune (quindi anche la potatura alberi) sono effettivamente poste a tuo carico. In merito agli oneri accessori c'è un passaggio sul tuo contratto di locazione che non lascia adito a dubbi: "Restano a carico del conduttore tutte le spese relative ai servizi condominiali per quanto di competenza".

Per quanto la palazzina non sia un condominio, si comprende perfettamente che le spese ordinarie che interessano la comunione degli appartamenti presenti nella palazzina e loro aree pertinenziali (come è il giardino) sono spese contrattualmente poste a carico dei conduttori, secondo le rispettive quote di competenza attribuite ai singoli appartamenti.

Il costo della potatura (spesa ordinaria), va onorata da te in quota parte; la piantumazione o l'abbattimento di un albero (spesa straordinaria) invece è una spesa totalmente a carico del solo proprietario.

Pongo una domanda.

E' scontato che la potatura sia da caratterizzare come spesa ordinaria ?

 

A prescindere, ora che forse si è fatta un pò più di chiarezza, @GT81, tieni presente che comunque non devi e non puoi essere tu a chiamare il giardiniere per la potatura.

E' compito e onere del proprietario.

La potatura degli alberi è una cosa ciclica e prevedibile, perciò è spesa ordinaria, sono pienamente d'accordo con albano59 e comunque va effettuata dal proprietario il quale accrediterà la spesa a tutti gli inquilini, e non che gli inquilini devono preoccuparsi di trovare la ditta e far potare gli alberi e pagare direttamente loro, perchè gli alberi non sono di loro proprietà ma sono di proprietà del locatore

Ovvero nel caso per mancata potatura e/o manutenzione degli alberi e se questi causano dei danni, paga il proprietario e non gli inquilini.

va effettuata dal proprietario il quale accrediterà la spesa a tutti gli inquilini,

Addebiterà... 🙂

@ TechnicianAdmin

La potatura degli alberi del giardino è una spesa correlata in maniera diretta all'abitazione oggetto del contratto di locazione, esattamente come può essere la spesa delle luci scale, per rendere il concetto immediatamente comprensibile. Qualora permanga disaccordo sull'interpretazione, solo un giudice ha l'autorità per dirimere la controversia.

Ad onore del vero va anche precisato, che consultando le varie tabelle di riparto locatore/conduttore disponibili ed utilizzabili, la manutenzione verde ove prevista è posta a carico del conduttore.

×