Vai al contenuto
Robby76

110% - garage e cantine non possono eseguire alcun lavoro se non espressamente concordato col proprietario

Scusate la mia ignoranza ma, trovandomi costretta dall'amministratore ad aderire al 110% per il cappotto, sto cercando di capire bene tutto il giro.

 

Per procedere basta l'ok di 1/3 dei presenti in assemblea o comunque una minima maggioranza

Non ci si può opporre a meno chè gli altri condomini non decidano di accollarsi le spese

Nella proprietà privata ossia balconi, garage e cantine non possono eseguire alcun lavoro se non espressamente concordato col proprietario ed io non li autorizzerò assolutamente

 

Per il pagamento?

Si può pagare la ditta al termine dei lavori o cedere il credito.

Ogni condomino può decidere se pagare i lavori o se cedere il credito alla ditta o se cedere il credito direttamente alla sua banca o la decisione deve essere unica di tutti i condomini?

Io avrei letto che ogni condomino può decidere per la sua parte:

- se decide di pagare il condominio e detrarsi le quote in cinque anni con denuncia dei redditi dovrà comunicare all'amministratore il codice fiscale di chi dei proprietari si accolla la spesa (fattura euro 30000 pagherà al fornitore a fine lavori euro 30000 e in denuncia dei redditi in cinque anni avrà il rimborso di euro 33000)

- può cedere il credito totale alla ditta la quale farà fattura di euro 30000 sconto 30000 e la ditta avrà un credito d'imposta di euro 33000

- nel caso di cessione del credito parziale esempio fattura 30000 cessione credito alla ditta di euro 10000 la ditta farà la fattura con sconto euro 10000 e di conseguenza il proprietario riceverà rimborso in denuncia dei redditi in cinque anni per euro 22000 e l'azienda acquisterà un credito di imposta di euro 11000

 

Visto che nel mio caso si tratta di lavori eseguiti in condominio e io personalmente posso arrivare ad un massimo di euro 30000 come importo da andarmi a detrarre, posso per me singolarmente decidere per il pagamento o sono obbligata a stare alle decisioni condominiali? Posso per la quota che mi compete ossia max euro 30000 decidere di pagare con bonifico bancario (lo dovrò fare alla ditta o al condominio?) o cedere il credito alla ditta o addirittura cedere il mio credito direttamente alla mia banca?

Nel caso in cui venga ceduto il credito, se lo cedo direttamente alla mia banca probabilmente mi dovrò accollare spese per contratto con banca e interessi in quanto la banca anticiperà i soldi per me a fine lavori al fornitore, se il credito viene ceduto alla ditta mi verranno addebitate delle spese?

Chiedo perchè purtroppo ho un amministratore che non spiega le cose, non vuole fare assicurazione per coprire eventuali suoi errori per pratica e conteggi 110%, non è affidabile, vuole a tutti i costi che si approvi il 110% perchè ovviamente lui ha un guadagno pertanto voglio trovare una soluzione che mi assicuri di non trovarmi tra qualche anno a dover rimborsare i soldi a agenzia delle entrate.

 

Se voi che ne sapete di più potete consigliarmi!?!

 

Grazie

 

 

Robby76 dice:

Per procedere basta l'ok di 1/3 dei presenti in assemblea

Serve il consenso della metà dei condòmini presenti in assemblea che rappresentino almeno 1/3 dei millesimi.

 

Robby76 dice:

Ogni condomino può decidere se pagare i lavori o se cedere il credito alla ditta o se cedere il credito direttamente alla sua banca o la decisione deve essere unica di tutti i condomini?

ogni condòmino puo' decidere autonomamente; ma è previsto per legge che l'assemblea possa decidere per l'intero condomìnio (solo per il credito derivante dalle parti comuni).

 

Robby76 dice:

posso per me singolarmente decidere per il pagamento o sono obbligata a stare alle decisioni condominiali?

Come detto, nessuno puo' sindacare sulla convenienza del singolo in relazione alle detrazioni. Se vogliono importi qualcosa, rifiuta. L'unica soluzione che ritengo sia sempre conveniente per tutti è lo sconto in fattura, quello te lo consiglio.

 

Robby76 dice:

se il credito viene ceduto alla ditta mi verranno addebitate delle spese?

Solitamente la ditta addebita un costo finanziario (interessi) che va suddiviso fra tutti coloro che accettano lo sconto in fattura.

 

Robby76 dice:

non vuole fare assicurazione per coprire eventuali suoi errori per pratica e conteggi 110%

Le assicurazioni le devono fare gli asseveratori, cioè i tecnici che firmano che tutto il lavoro fatto è come vuole la normativa.

Da quello che ho trovato su internet ogni condomino è libero di scegliere per pagamento o cessione di credito indipendentemente dalle scelte degli altri condomini, basta comunicarlo all'amministratore:

 

La cessione per i singoli condòmini
Il condòmino può cedere:
    •    l’intera detrazione calcolata o sulla base della spesa approvata dalla delibera assembleare per l’esecuzione dei lavori, per la quota a lui imputabile,
    •    o sulla base delle spese sostenute nel periodo d’imposta dal condominio.
 
Anche sotto forma di cessione del credito d’imposta ai fornitori, per la quota a lui imputabile.
Difatti, l’opzione da parte del singolo condòmino non è vincolato a delibera alcuna.
Naturalmente la scelta è da comunicare all’Amministratore di condominio.
Nella già citata circolare 24/e è stato messo in evidenza che,  per interventi sulle parti comuni degli edifici:
    1.    non è necessario che il condominio nel suo insieme opti per lo sconto in fattura o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante;
    2.    alcuni condomini potranno scegliere di sostenere le spese relative agli interventi e beneficiare così della detrazione,
    3.    mentre altri potranno optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.
Difatti, i singoli condòmini possono agire in autonomia optando per la detrazione, per il credito d’imposta o per la cessione dello stesso.

Robby76 dice:

ogni condomino è libero di scegliere per pagamento o cessione di credito

Si, è quello che ti ho scritto e di cui sono assolutamente convinta.

 

×