Vai al contenuto
technobi

Visita ispettiva su impianto termico autonomo Ascoli Piceno

In un immobile ubicato nella provincia di Ascoli Piceno vi è una caldaia per acqua sanitaria e impianto di riscaldamento di nuova generazione collocata (nuova nel settembre del 2012). Il proprietario dell'immobile risiede stabilmente ad oltre mille chilometri dall'immobile. In occasione di visita ispettiva dell'impianto termico viene rilasciato in buca delle lettere un avviso dove si comunica che il tecnico accertatore ispettore incaricato dal Comune dopo aver avvisato regolarmente si è recato due volte nell'immobile non trovando nessuno scrivendo nel rapporto (in buca delle lettere) assente ed avvisando che saranno irrogate le sanzioni cui al regolamento provinciale (di Ascoli Piceno) cui all'art. 15 comma 2.

 

In casi del genere, cui il proprietario risiede stabilmente ad oltre mille Km di distanza, circostanza nota al Comune (Imu, tarsi, Enel, acqua, gas, ecc), il comportamento del tecnico ispettore è regolare ?

 

Sapreste gentilmente indicarmi anche il costo della visita e/o ispezione nonché della sanzione amministrativa per non aver fatto verificare l'impianto termico (non certamente per colpa o negligenza del proprietario) ?

Ma il controllo dei fumi e manutenzione della caldaia viene regolarmente fatto?

Dopo il primo tentato accesso avrebbero dovuto mandarti raccomandata .

Si viene fatto … un pò in ritardo diciamo un anno dopo, però nulla viene inviato al Comune circa l'esito del controllo (fumi di scarico, rendimento di combustione, ecc).

Attualmente le caldaie unifamiliari da circa 22.000 Calorie (acqua calda sanitaria e riscaldamento) devono essere controllate ogni due o quattro anni?

Si viene fatto … un pò in ritardo diciamo un anno dopo, però nulla viene inviato al Comune circa l'esito del controllo (fumi di scarico, rendimento di combustione, ecc).

Attualmente le caldaie unifamiliari da circa 22.000 Calorie (acqua calda sanitaria e riscaldamento) devono essere controllate ogni due o quattro anni?

Sul sito della ex Provincia ho trovato questo pieghevole:

http://www.provincia.ap.it/moduli/output_immagine.php?id=6026

Credo di aver capito che i controlli da parte dell'ente avvengono a campione. Leggi dove dice Costo delle ispezioni. Parla di rimborso spese di € 35 in caso di mancato accesso a partire dalla 1° A/r. Va da se che la ar va inoltrata all'indirizzo di residenza dell'utente. Se questo è avvenuto, come mi pare di capire dal tuo #1. rischi la sanzione di cui parli.

Circa la manutenzione delle caldaie essa avviene annualmente a cura e spese "dell'occupante a qualsiasi titolo l'unità immobilare", mentre la relativa analisi dei fumi va effettuata ogni due anni. E i dati vanno comunicati al Comune o all'ente verificatore o al catasto regionale.

Non è stata mai inviata raccomandata all'indirizzo di residenza bensì messo un foglio nella buca delle lettere dell'immobile voce è ubicata la caldaia (ascoli piceno) la residenza è a 1.000,00 Km dal detto immobile.

Se la sanzione dell'art. 15 c)2 del regolamento provinciale è quella riportata nel manifesto della Provincia (non ex) , prova a contattare l'Ente verificatore e fatti dare delucidazioni in merito al mancato invio della A/r presso la residenza dell'utente.

P.S. ma allora le Province non sono state soppresse...🤔

in ITALIA le cose si dicono ma non si fanno . si dice che sarebbero state soppresse .

 

se non erro per essere abolite definitivamente occorre passare per un referendum (se non erro e' quello che dobbiamo fare per la riforma costituzionale )

 

p.s. quello che personalmente votero' no .

 

p.s. per ora hanno solo cambiato il nome in "ente territoriale di area vasta" (prima il presidente lo eleggevano i cittadini ,adesso se lo eleggono i sindaci )

anche gli spazzini sono stati aboliti pero' al loro posto ci sono "operatori ecologici". 🙂

Allora sarebbe stato più corretto dire invece di

Sul sito della ex Provincia ho trovato questo pieghevole
. "sul sito dalla già Provincia ho trovato questo piegevole"-

Che poi è come la storiella di Pierino: mamma ho caduto!! e lei: si dice son caduto! risposta:

ba bene mamma, ho caduto, son caduto..sempre a terra ho arrivato!!😎

forse pensavi che le province fossero state soppresse perché da voi(CATANIA)non c'e' più ' la provincia ma la Citta' Metropolitana Catania . (che poi non e' altro che un ente che ricomprende il territorio provinciale catanese )

forse pensavi che le province fossero state soppresse perché da voi(CATANIA)non c'e' più ' la provincia ma la Citta' Metropolitana Catania . (che poi non e' altro che un ente che ricomprende il territorio provinciale catanese )

Prima ancora si chiamava Provincia Regionale di Catania, poi Libero Consorzio di Comuni..

Ovviamente non puoi saperlo ma vi ho prestato servizio 15 anni in posizione di "comando"...

×