Vai al contenuto
nessuno88

Servitù di passaggio , opponibilità a terzi

Buongiorno a tutti, ho un caso complicato di servitù e spero che qualcuno possa darmi un consiglio. Io e la mia ragazza non sappiamo se procedere con una causa o meno. cerco di sintetizzare :

 

Casa A ( mia e della mia ragazza ) con piccolo giardino ( lunghezza 10 metri larghezza circa 3 )

Casa B con piccolo giardino

Casa C con piccolo giardino

 

Noi entriamo da un portone che abbiamo fatto sostituire ( il vecchio cadeva a pezzi ) ed entriamo direttamente nel giardino. Poi c’è B e poi C.

 

I giardini sono divisi da un cancello fatto mettere da B nel 2008, noi abbiamo comprato Casa A nel 2009 e l’ex proprietario di casa nostra ci aveva detto che i proprietari di B gli chiedevano di poter passare 2-3 volte l’anno ( esempio per scarico legno ) e per tenere buoni rapporti di vicinato l’ex proprietario di A dava il consenso. L’ex proprietario non ci ha mai parlato di C ( e noi non avevamo neanche visto che il loro giardino confinava con B.

Dopo 3 anni di nostra residenza, C è venuto a chiedere il passaggio e noi abbiamo detto che se voleva in casi eccezionali gli avremmo permesso tranquillamente di passare ma senza dare le chiavi del portone.

Negli atti di tutti e 3( A-B-C ) si usa la solida dicitura “servitù attive e passive” ma non è indicato nulla di specifico ( ho letto che le servitù di passaggio devono essere espressamente evidenziate in atto ) , il nostro notaio ha verificato e nei vecchi atti legati ad A ( ultimi 20 anni) e dai registri immobiliari non risulta alcuna servitù. In alcuni atti degli ex ex ex proprietari di C del 1940 e poi mi sembra del 1958 si cita il passaggio e poi però non se ne fa più menzione. ( negli anni 40-50 ci hanno detto che A non aveva proprietari, si cercavano gli eredi; magari C e B passavano anche dal giardino di A tanto non c’era nessuno )

 

Il fondo C nei primi del 900 era intercluso ma ora ha una entrata davanti per la via pubblica ed una entrata ( facendo un giro esterno ) da dietro, quindi in totale due entrate.

 

C vorrebbe passare dal nostro giardino , vuole un passaggio pedonale e carraio….

I proprietari di B sostengono che in ogni caso non si passa più ( evidentemente fino agli anni 50 si passava) dal oltre 20 anni e assolutamente non con le macchine.

 

Noi abbiamo acquistato in buona fede senza servitù, i proprietari di C ci hanno citato in mediazione; noi abbiamo proposto un diritto di passaggio pedonale ma loro hanno rifiutato. Secondo voi abbiamo qualche possibilità di vittoria davanti ad un giudice? il loro vantaggio sarebbe molto piccolo e il nostro svantaggio enorme.

 

Grazie infinite

Marco

Scusa Marco, ma credo che la presenza di un legale, sia a questo punto indispensabile, qalunque parere ti possano dare!

Ad ogni modo bisogna vedere cosa riportano gli atti che tu citi (1940 e 1958) e vedere se dall'ultimo di questi atti (1958) non è stata esercitata la servitù!

Infine bisogna vedere se si tratta di servitù coattiva, cioè legata al fatto che il fondo era intercluso: se il fondo cessa di essere intercluso, cessa anche la servitù!

Ad ogni modo se il proprietario di C ha un doppio ingresso, mi sembra alquanto "rompiglioni" nel pretendere il passaggio attraverso casa tua!

 

Per la servitù di passaggio con macchine, bisogna poi vedere se i cancelli originari permettevano tale passaggio. le dimensioni dei cancelli dovrebbero essere riportati nelle planimetrie originali. E' chiaro che se all'origine dell'istituzione della servitù c'era un cancello di cm 80, era chiaro che non poteva trattarsi di servitù di passaggio con mezzi!

 

puoi leggere http://www.dirittierisposte.it/Schede/Proprieta/Diritti-reali/servitu_id1165340_art.aspx

 

Ricorda però che non si si improvvisa avvocati leggendo solo un libro o un articoletto!

Grazie della risposta. Abbiamo un avvocato e secondo lei abbiamo qualcosa a nostro favore e qualcosa no. Ma proprio non capisco:anche se un "passaggio" esisteva e C ha qualche vecchio vecchio atto che lo dimostra, non basta per tutelare la nostra proprietà il fatto che nei registri immobiliari il notaio non ha trovato la servitù? Inoltre C si è presentato da noi dopo 3 anni dal nostro acquisto , abbiamo poi scoperto che era in causa con B perché B aveva messo i cancelletti. Comunque hai ragione:è un rompiglioni....e io andrei in causa ma la questione soldi ci blocca un po...

Hai perfettamente ragione! A volte venderei la camicia per non darla vinta a certa gente! é successo lo scorso luglio, per un problema che avvantaggiava tutto il condominio, tranne uno, ma solo perchè è il classico Rompiglioni! Solo io ho avuto il coraggio e la forza di battere i pugni sul tavolo, spendendo oltre e 2.000 (istituto della conciliazione). Alla fine hanno riconosciuto la mia ragione, ne hanno tutti tratto beneficio, ma nessuno mi ha riconosciuto un centesimo! In quanti sono era questione di e 50 a testa.

×