Vai al contenuto
stefano_s

Ristrutturazione terrazzi non a norma

Ciao a tutti, è stato fatto un lavoro nel mio condominio in montagna di rifacimento tetti e terrazzi, due le ditte che si sono occupate dei lavori essendo un condominio con più di 120 alloggi, il primo ha eseguito i lavori alla perfezione il secondo amico dall’amministratore ha eseguito i lavori in modo penoso

Per farla breve il secondo ha rimosso come da capitolato il vecchio lastricato dei terrazzi all’ultimo piano ringuainamento con prodotti mapei e riposa di pietre rettangolari da esterno tipo granito, dopo nemmeno due mesi tutta la parte sottostante ha incominciato ad avere infiltrazioni di acqua e caduta calcinacci per l’intera posa in opera.

Abbiamo fatto presente il problema in riunione all’amministratore che seguiva anche i lavori essendo architetto

Dopo un anno nell’ultima assemblea ci è stato riferito che avevano rimediato all’inconveniente…

Vengo a scoprire recandomi su uno dei terrazzi che al posto di rimuovere ringuainare e riposizionare le pietre, hanno buttato una malta sopra le pietre appena posate e riposizionato un altro strato di pietre identiche compromettendo la tenuta della soletta dei terrazzi, per ora infiltrazioni non se ne vedono. Ovviamente l’amministratore ne era a conoscenza ma cercava di nascondere la doppia posa

Parliamo di un condomino dove il 95% sono villeggianti proprietari di una seconda casa

L’ultima riunione condominiale era si è tenuta per confermare il termine lavori ed è saltata per mancanza di quorum

Come possiamo difenderci in questo caso, il lo farò mettere a verbale che la decisione di doppia posa in opera è stata una scelta dell’amministratore che non è da capitolato

Il mio terrazzo è stato eseguito a regola d’arte ma ci sono parecchie persone che dopo aver sborsato delle cifre esorbitanti si trovano un lavoro non a norma… vergognoso….

grazie

ciao

 

pretendi dall'amministratore il deposito della garanzia decennale per la posa delle guaine. Poi potresti iniziare col chiedergli copia del cotratto di appalto dei lavori, e quindi la copia della regolare esecuzione e autorizzazione a liquidare rilasciata dal direttore dei lavori. Con tale documentazione, sei a cavallo se effettivamente i lavori non sono stati eseguiti secondo l'appalto e se ci sono tutt'ora infiltrazioni.

ciao

 

pretendi dall'amministratore il deposito della garanzia decennale per la posa delle guaine. Poi potresti iniziare col chiedergli copia del cotratto di appalto dei lavori, e quindi la copia della regolare esecuzione e autorizzazione a liquidare rilasciata dal direttore dei lavori. Con tale documentazione, sei a cavallo se effettivamente i lavori non sono stati eseguiti secondo l'appalto e se ci sono tutt'ora infiltrazioni.

grazie,

volevo far visionare ad un geometra se tale posa non mette a rischio la soletta essendo doppio lo spessore per il peso da sorreggere.

Devo richiederla in assemblea o conviene presentarmi con una relazione da parte di un geometra “non di parte”

Secondo lei con una perizia di un geometra alla riunione può anche avere un certa peso o valenza

Uno può opporsi nel pagare l'ultima tranche dei lavori se non eseguiti correttamente come da capitolato

L'amministratore deve rispondere in qualche modo oppure è sempre il condominio che deve pagare gli sbagli degli altri

grazie ancora

ciao

 

attendi la documentazione e poi eventualmente valuti il da farsi. Dalla documentazione capirai il perchè della scelta fatta ed eventualmente allora potrai valutare meglio l'operato, che potrebbe anche non essere stato una scelta sbagliata.

Se la spesa è stata deliberata, non pagare è sbagliato, e quindi ti conviene pagare indicando la tua riserva sul bonifico che farai.

 

Ognuno deve rispondere dell'adempimento del proprio mandato, in questo caso, essendo l'amministratore anche la DDLL è incentrata su lui ogni responsabilità ed eventuale risarcimento del danno.

buonasera, dopo lunghe discussioni porterò fine 2016 la documentazione fotografica del lavoro fatto non a capitolato.

Sono venuto a conoscenza che lo stesso amministratore è anche il direttore dei lavori che sono stati effettuati, scusare ma non esiste un conflitto di interesse...

Detto questo come posso far scrivere a verbale che il lavoro non è stato fatto a capitolato e che colui che doveva supervisionare è lo stesso che cercava di insabbiare il tutto mettendo dei tacconi...

Non vi dico in riunione fuoco e fiamme...

Chiedo può l'amministratore rifiutarsi di scrivere a verbale il rapporto che io chiederò che venga trascritto dove menzionerò tutti i numeri interni del palazzo che riportano tale anomalia e se dovesse rifiutarsi chi posso far intervenire

ancora grazie

ciao

 

Non c'è nessuna incompatibilità, avendone i titoli, tra la amministrazione del condominio e la Direzione dei Lavori, anzi....

In merito al verbale, l'amministratore non ha alcuna voce in capitolo, ed è il Presidente dell'assemblea a cui tu ti devi rivolgere, ed hai diritto a far mettere a verbale in forma contenuta le tue osservazioni nel rispetto della materia in discussione.

Se il presidente non te lo concede, fai mettere a verbale i motivi del rifiuto, poi avrai modo eventualmente di impugnare.

×