Vai al contenuto
saretta10

Ripartizione soldi appartamento all'asta

Buonasera, 

Torno a parlarvi di questo delicato argomento perché anche da me hanno venduto all'asta un appartamento e il giudice ha condannato il compratore a pagare le spese dell'anno in corso e quello precedente gli anni precedenti ancora sono perdita quindi siamo chiamati a reintegrarla Intanto volevo chiedervi se la perdita vada ripartita pera proprietà  o per il riscaldamento 

Altro punto che non ho chiaro: in bilancio i soldi che il proprietario nuovo ha pagato e i nostri soldi che abbiamo pagato per reintegrare la perdita, non figurano LA risposta dell amministratore??? CHE SONO UNA GESTIONE SEPARATA MA CHE SIGNIFICA??? Io da economista conosco che il bilancio è unico Altra domanda i soldi che sono rientrati vanno a estinguere il debito ma sono anche una partita finanziaria di più soldi in cassa e perché l amministratore non ha mai portato in discussione la decisione di cosa fare con questi soldi? O almeno di dettagliarci quali spese vanno a coprire) Grazie a chiunque voglia rispondermi

Modificato da saretta10

Le morosità che non si possono recuperare vanno ripartite tra tutti (escluso il subentrante che sosterrà quelle dell’esercizio in corso e di quello precedente) proporzionalmente alla tabella di proprietà.

 

I soldi versati li troverai come Entrate di cassa. Il credito vs/condòmini diminuirà di conseguenza. Se alle entrate corrisponderanno dei pagamenti troverai evidenza nelle Uscite di cassa e una pari dimuzione del debito vs/fornitori. In sostanza la posizione debitoria del condominio scenderà, ma i soldi entrati non sono un avanzo di gestione, ma serviranno a coprire i debiti contratti per colpa delle morosità.

 

Il fatto che quei soldi siano riferiti ad una “gestione separata” non cambia la sostanza. I movimenti descritti li troverai nella gestione cui l’amministratore si riferisce (magari riscaldamento) e contestualmente nella “situazione contabile globale”. 

saretta10 dice:

in bilancio i soldi che il proprietario nuovo ha pagato e i nostri soldi che abbiamo pagato per reintegrare la perdita, non figurano LA risposta dell amministratore??? CHE SONO UNA GESTIONE SEPARATA MA CHE SIGNIFICA???

Non so cosa vuol significare l'amministratore ma io la vedo in questo modo:

Il nuovo proprietario ha pagato i costi di gestione annuale dell'anno in cui ha acquisito la proprietà più l'anno precedente per cui quel denaro azzera i debiti del moroso riguardo a quei due anni (acqua, luce, riscaldamento pulizie, amministrazione, assicurazione...).

Le morosità conclamate fino all'ultimo esercizio precedente a quelli coperti dal nuovo proprietario vanno ripartite per millesimi di proprietà tra tutti i condòmini ad esclusione del nuovo acquirente che ha già pagato quanto previsto per Legge.

Cmq non m è ancora molto chiaro il concetto o forse si: entrano questi soldi o mi trovo più cassa o mi trovo meno fornitori ma come faccio a vedere questo passaggio? Devo avere un accenno in nota integrativa al bilancio? 

saretta10 dice:

Cmq non m è ancora molto chiaro il concetto o forse si: entrano questi soldi o mi trovo più cassa o mi trovo meno fornitori ma come faccio a vedere questo passaggio? Devo avere un accenno in nota integrativa al bilancio? 

Facciamo un esempio:

C'è un moroso che nell'anno di gestione 2015 chiude con un passivo di 500 euro

Nell'anno di gestione 2016 ha altri 500 euro di morosità per un debito totale di 1.000 euro

Nell'anno di gestione 2017 ha altri 500 euro di morosità per un debito totale di 1.500 euro

A metà dell'anno di gestione 2018 ha altri 300 euro di morosità per un debito totale verso il condominio di 1.800 euro

 

Subentra il nuovo acquirente che ha acquistato all'asta.

Come da Norma, paga al condominio i 300 euro del 2018 ed i 500 euro del 2017.

 

Resta un debito IRRECUPERABILE del moroso pari a 1.000 euro che dovranno pagare, per millesimi di proprietà, tutti i condòmini ad esclusione del nuovo acquirente che ha già pagato gli 800 euro di propria competenza. 

 

saretta10 dice:

Cmq non m è ancora molto chiaro il concetto o forse si: entrano questi soldi o mi trovo più cassa o mi trovo meno fornitori ma come faccio a vedere questo passaggio? Devo avere un accenno in nota integrativa al bilancio? 

Se intendi che in contabilità devi "vedere" tutti i  passaggi: si, sia che la contabilità "morosi" sia a parte, sia che tutto confluisca in un unico bilancio.

Le operazioni devono essere "tracciabili" in contabilità, nei registri devi poter vedere le entrate e le uscite, solo in  questo modo puoi renderti conto di come si è arrivati ad un saldo.

×