Vai al contenuto
Gaer

Ripartizione luce scala - come dovrebbe andare suddivisa la spesa della luce comune?

Salve a tutti, ho una curiosità da chiedervi:

in un condominio suddiviso in tre piani dove non vi è ascensore, ma solo un montascale per un condomino disabile che sta al primo piano, considerato che l'apparecchiatura elettrica consuma luce ed è usufruita soltanto dal singolo condomino, come dovrebbe andare suddivisa la spesa della luce comune?

Grazie.

O si pone un sottocontatore che misuri il diretto consumo, o in assemblea concordate una percentuale di consumo, facendovi coadiuvare da un tecnico che vi suggerisca una percentuale giusta.

 

Ma quanto mai consumerà?

Non penso usi l'impianto come giostra.

no, ma è sempre una spesa maggiore in confronto a chi non ne usufruisce. Grazie della risposta.

Vabbè......saranno quei due euro di differenza rispetto a voi.......complimentissimi per la sensibilità...............

Scusa Wolverine, era solo una curiosità, come ho scritto nel testo, cmq. se noi dobbiamo rispondere ad una domanda fatta da un qualsiasi inquilino dobbiamo rispondere con quello che la legge ci dice, solo successivamente possiamo aggiungere i nostri pareri e consigli a nostro modo di pensare....

E avevi bisogno di venire qui sul forum per capire che per un contabilizzatore ci vogliono 10 anni di differenza di costi per ammortizzarlo????

Grazie per la professionalità delle tue risposte, ma a quanto pare su questo argomento non ne sai molto, anche se in quei 10 anni una famiglia potrebbe risparmiare oltre 400 euro......

Se non ci sono altri consigli utili, chiudo l'argomento, grazie.

E avevi bisogno di venire qui sul forum per capire che per un contabilizzatore ci vogliono 10 anni di differenza di costi per ammortizzarlo????

a parte il fatto che ci sono anche contatori a defalco che costano pochi euro

http://www.amazon.it/dp/B004UQYJB6/ref=asc_df_B004UQYJB617446479?smid=A11IL2PNWYJU7H&tag=trovaprezzi-homeimprovement-21&linkCode=asn&creative=23422&creativeASIN=B004UQYJB6

io credo che la curiosità di Gaer sia legittima e non mi sembra il caso di invocare la sensibilità (io faccio volontariato).

 

Poichè la legge non obbliga ad essere sensibili è mia opinione che per dare una risposta asettica è necessario capire chi è il proprietario del montascale.

Se il montascale è di proprietà condominiale ma ad uso esclusivo di un condòmino (esiste una chiave che ha un solo condòmino?), il condominio deve trovare il modo di addebitare la spesa dell'uso esclusivo (installazione contatore a defalco o delibera all'unanimità di una percentuale)

Se il montascale è di proprietà di un solo condòmino che ha provveduto all'installazione per avere un miglior godimento delle scale, avrebbe dovuto provvedere anche, a proprie spese, alla MODIFICAZIONE dell'impianto elettrico con un ulteriore allacciamento ENEL o quanto meno ad installare un contatore a defalco per poter determinare il costo da addebitare a lui per il suo miglior godimento:

 

Art. 1102 c.c.

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa. Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso

ok, grazie Leonardo era quello che volevo sentirmi dire.

Se volete spaccare il capello in 4, un montascale per disabili ha un motore di circa 600w. Per salire o scendere un piano impiega circa 2 minuti. Ipotizziamo mediamente 2 volte al giorno, sono 8 minuti al giorno, circa 50 ore all'anno, con consumo di circa 30kwh annui (meno di 5€!!!). L'installazione di un sottocontatore, compresa la relativa certificazione, può costare anche 100€, che si ammortizzerebbero in 20 anni (costo di lettura escluso). Siete sicuri che non sia già connesso al 220v dell'appartamento?

Io ero stato buono con 10 anni....ma evidentemente leonardo non conosce bene i prezzi e i consumi di certe cose.......

Io ero stato buono con 10 anni....ma evidentemente leonardo non conosce bene i prezzi e i consumi di certe cose.......

I prezzi li conosco bene visto che mi interesso io a pagare sia le bollette di casa che quelle del condominio.

La mia, come ho scritto, è stata una risposta asettica supportata da normativa ed era proprio quello che chiedeva Gear, anche solo a titolo di curiosità.

La norma non prevede ne buon senso ne sensibilità ed il forum oltre a dare pareri morali serve anche a dare pareri supportati da norma.

Come ho già scritto, non sono un insensibile ed oltre a fare volontariato nel condominio dedico 2 ore al giorno ad un'associazione, però la sensibilità è un fatto personale e non la si può pretendere per legge da chi non ce l'ha... per tutto il resto c'è master card (e la norma) 🙂

×