Vai al contenuto
cilu66

Rinvio assemblea per coronavirus

Nell'assemblea rinviata per ordinanza coronavirus, si doveva nominare un nuovo amministratore. Ora l'amministratore ha comunicato, di volersi dimettere(ma è in prorogatio dal 2016) .  Ha minacciato di D. I. chi  si rifiuta di pagare quota per lavori straordinari( che non avrebbe potuto  affrontare perché in prorogatio). ULTIMATUM AL 10 marzo. Però dice che manderà lettera di dimissione il 9 Marzo. 😲. Secondo me sta solo prendendo tempo e l'ordinanza coronavirus è stata solo una scusa.. Può davvero farlo il D. I. ? (I DECRETI INGIUNTIVI NON DEVONO ESSERE ACCETTATI e deliberati IN ASSEMBLEA?) Cosa possiamo FARE, ORA, PER accellerare QUESTO STALLO Coronavirus e nominare nuovo amministratore? 

Richiedete un assemblea con Odg nomina amministratore .

Era già un'assemblea straordinaria richiesta da condomini circa 350 millesimi. Doveva essere portata avanti dai condomini(in quanto aveva cambiato l'odg e a richiesta si è rifiutato di correggere),ma l'ha annullata nello stesso giorno, a poche ore di distanza, dicendo che l'ordinanza andava rispettata. Inoltre, con la comunicazione sempre sul gruppo condominio su wtzup ha ribadito di voler dimettersi e che avrebbe riconvocato una uova assemblea al rientro dell'ordinanza. Ho letto l'ordinanza e riporta il divieto per le zone rosse e le altre era a discrezione dell'amministratore. L'ordinanza riporta anche la possibilità di effettuare assemblee in video conferenza... Davvero si può fare?                            Richiedere una nuova assemblea con nuovo Odg, si deve rifare nuovamente tutto l'iter raccolta firme per 1/6.. Aspettare nuovi gg... Dare 10 gg di tempo... Ect ect? A che servirebbe se il problema coronavirus non dovesse rientrare? 

cilu66 dice:

Ha minacciato di D. I. chi  si rifiuta di pagare quota per lavori straordinari( che non avrebbe potuto  affrontare perché in prorogatio).

I lavori sono stati fatti? Chi li deliberati? C'è stat un'assemblea regolare? Perchè i condomini non pagano? sul'ordinanza mi fido di quello che dici perchè non l'ho letta, ma se è come dici può disdirla. Prima si paga e poi si cambia amministratore.

No. I lavori non sono stati fatti e non sono stati nemmeno  dati incarichi a tecnici e impresa. L'assemblea che ha deliberato é di agosto 2019. Fatta in tutta fretta senza inviare i documenti informativi e  tutto in un solo incontro con una spesa eccessiva su un computo metrico inesistente. Si sono già fatte altre due assemblee straordinarie(una annullata per irregolarità di deleghe e errori di trascrizione volontà dei condomini e le altre tutte irregolari per cari vizi ma lui non annulla niente e prosegue nonostante abbiamo più volte manifest sto volontà a cambiare amministratore. ) ma lui non può fare nulla di straordinario essendo in prorogatio.. E Sarebbe consentita solo gestione ordinaria.  Ora, questa terza assemblea straordinaria voluta da noi condomini rinviata... Ma gradirei, per favore, la risposta alle mie domande. Grazie

cilu66 dice:

Può davvero farlo il D. I. ? (I DECRETI INGIUNTIVI NON DEVONO ESSERE ACCETTATI e deliberati IN ASSEMBLEA?)

ciao

non ha bisogno del parere dell'assemblea per ottenere il D.I. contro chi non provvede al versamento delle quote regolarmente deliberate.    Quindi se non ha una regolare delibera sarà il suo avvocato stesso che lo fermerà per assenza di titoli.   Se invece ha la delibera, avevavate 30 gg. dalla notifica per contestare il tutto.     E' opportuno quindi  tu ti legga attentamente le delibere regolarmente assunte in materia.

cilu66 dice:

Era già un'assemblea straordinaria richiesta da condomini circa 350 millesimi. Doveva essere portata avanti dai condomini(in quanto aveva cambiato l'odg e a richiesta si è rifiutato di correggere),ma l'ha annullata nello stesso giorno, a poche ore di distanza, dicendo che l'ordinanza andava rispettata. Inoltre, con la comunicazione sempre sul gruppo condominio su wtzup ha ribadito di voler dimettersi e che avrebbe riconvocato una uova assemblea al rientro dell'ordinanza. Ho letto l'ordinanza e riporta il divieto per le zone rosse e le altre era a discrezione dell'amministratore. L'ordinanza riporta anche la possibilità di effettuare assemblee in video conferenza... Davvero si può fare?                            Richiedere una nuova assemblea con nuovo Odg, si deve rifare nuovamente tutto l'iter raccolta firme per 1/6.. Aspettare nuovi gg... Dare 10 gg di tempo... Ect ect? A che servirebbe se il problema coronavirus non dovesse rientrare? 

Visti i rischi per l'amministratore nel convocare l'assemblea onestamente non la convocherei in un condominio dove non aspettate altro che fargli la guerra.

 

Più che altro il prorogatio non incide sulla possibilità di effettuare spese straordinarie urgenti se necessarie e nemmeno vieta all'assemblea di deliberare spese straordinarie. Mi sa che vi siete dati delle interpretazioni a vostro sentimento.

 

Per i D.I. non serve passare dall'assemblea. Anzi, fa bene a procedere se necessario per evitare poi contestazioni per non aver perseguito i morosi per recuperare il credito del condominio.

cilu66 dice:

No. I lavori non sono stati fatti e non sono stati nemmeno  dati incarichi a tecnici e impresa. L'assemblea che ha deliberato é di agosto 2019. Fatta in tutta fretta senza inviare i documenti informativi e  tutto in un solo incontro con una spesa eccessiva su un computo metrico inesistente. Si sono già fatte altre due assemblee straordinarie(una annullata per irregolarità di deleghe e errori di trascrizione volontà dei condomini e le altre tutte irregolari per cari vizi ma lui non annulla niente e prosegue nonostante abbiamo più volte manifest sto volontà a cambiare amministratore. ) ma lui non può fare nulla di straordinario essendo in prorogatio.. E Sarebbe consentita solo gestione ordinaria.  Ora, questa terza assemblea straordinaria voluta da noi condomini rinviata... Ma gradirei, per favore, la risposta alle mie domande. Grazie

Se i lavori sono stati deliberati regolarmente come pare sta solamente compiendo il suo dovere deliberato dalla maggioranza, ma come spesso succede la minoranza per imporsi comincia a fare una guerra (dandosi proprie interpretazioni) finché l'amministratore non li manda a quel paese e li lascia nei loro problemi che si porteranno avanti per secoli. 

Il fatto che abbiate fatto diverse assemblee senza annullare la delibera mi fa pensare ad un problema di litigiosità fra i condomini più che altro.

No. Molto probabilmente  le delibere sono nulle. STIAMO CERCANDO DI NOMINARE UN NUOVO AMMINISTRATORE SENZA DOVER RICORRERE AL GIUDICE E A SPESE LEGALI. Perché rispondete su altre problematiche e non alle domande che ho posto? 🤔😞

cilu66 dice:

No. Molto probabilmente  le delibere sono nulle. STIAMO CERCANDO DI NOMINARE UN NUOVO AMMINISTRATORE SENZA DOVER RICORRERE AL GIUDICE E A SPESE LEGALI. Perché rispondete su altre problematiche e non alle domande che ho posto? 🤔😞

Ciao

Se sono nulle lo decide il giudice 

La strada  dell'assemblea è quella che vi rimane se non procedete legalmente per la sua sostituzione.  

L'ordinanza corona virus non ce lo permette. L'avete letta? Infatti una delle mie domande è :visti i divieti di assemblee è possibile, in questa triste fase, effettuare assemblee a distanza con le chat o in video conferenza? 

Inoltre, essendo in prorogatio imperii, il giudice non può revocare. Ci sono delle sentenze negative. 

cilu66 dice:

L'ordinanza corona virus non ce lo permette. L'avete letta? Infatti una delle mie domande è :visti i divieti di assemblee è possibile, in questa triste fase, effettuare assemblee a distanza con le chat o in video conferenza? 

Inoltre, essendo in prorogatio imperii, il giudice non può revocare. Ci sono delle sentenze negative. 

L'ordinanza non vieta di fare assemblee ma vieta di farle senza misure di sicurezza.

Se noleggiate la sala di un cinema o una sala conferenze e mantenete una distanza di un paio di metri l'uno dall'altro, potete tranquillamente autoconvocarvi, anche in modo irrituale e se, come dici, siete tutti compatti e non c'è nessun condòmino che impugni il deliberato, potete nominare un nuovo amministratore ed inviargli il verbale in modo da bloccare il suo mandato e se dovesse fare un decreto ingiuntivo potrete impugnarlo sostenendo che non ne aveva più l'autorità (tra l'altro anche i Tribunali sono bloccati quasi del tutto, specialmente per le azioni civili).

Leggi la soluzione che ho proposto nel messaggio n. 23 della discussione al link in calce e fatti la tua opinione sulla fattibilità di applicarla al tuo condominio:

 

Leonardo53 dice:

L'ordinanza non vieta di fare assemblee ma vieta di farle senza misure di sicurezza.

Se noleggiate la sala di un cinema o una sala conferenze e mantenete una distanza di un paio di metri l'uno dall'altro, potete tranquillamente autoconvocarvi, anche in modo irrituale e se, come dici, siete tutti compatti e non c'è nessun condòmino che impugni il deliberato, potete nominare un nuovo amministratore ed inviargli il verbale in modo da bloccare il suo mandato e se dovesse fare un decreto ingiuntivo potrete impugnarlo sostenendo che non ne aveva più l'autorità (tra l'altro anche i Tribunali sono bloccati quasi del tutto, specialmente per le azioni civili).

Leggi la soluzione che ho proposto nel messaggio n. 23 della discussione al link in calce e fatti la tua opinione sulla fattibilità di applicarla al tuo condominio:

 

La differenza tra la situazione di Skie75 e questa mi pare stia proprio nell'unanimità o meno dei condomini.

Se i condomini sono unanimi, la soluzione è relativamente facile seguendo quanto già scritto nell'altro thread come tu hai suggerito.

Se i condomini non sono unanimi, come m'è parso di intuire benché @cilu66 non ne abbia parlato esplicitamente, allora è doverso attendere la regolare convocazione perché le scorciatoie sono facilmente impugnabili dalla minoranza dissenziente.

Dunque @cilu66 , siete unanimi o no?

😉

 

Leonardo53 dice:

L'ordinanza non vieta di fare assemblee ma vieta di farle senza misure di sicurezza.

Se noleggiate la sala di un cinema o una sala conferenze e mantenete una distanza di un paio di metri l'uno dall'altro, potete tranquillamente autoconvocarvi, anche in modo irrituale e se, come dici, siete tutti compatti e non c'è nessun condòmino che impugni il deliberato, potete nominare un nuovo amministratore ed inviargli il verbale in modo da bloccare il suo mandato e se dovesse fare un decreto ingiuntivo potrete impugnarlo sostenendo che non ne aveva più l'autorità (tra l'altro anche i Tribunali sono bloccati quasi del tutto, specialmente per le azioni civili).

Leggi la soluzione che ho proposto nel messaggio n. 23 della discussione al link in calce e fatti la tua opinione sulla fattibilità di applicarla al tuo condominio:

 

Le cose in virtù del Dpcm 8 marzo 2020 sono cambiate , ora  sono sospese tutte le riunioni . 
 

 

 

nel nuovo decreto sparisce la frase “che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera d);”

Modificato da peppe64
  • Mi piace 2
peppe64 dice:

Le cose in virtù del Dpcm 8 marzo 2020 sono cambiate , ora  sono sospese tutte le riunioni . 
 

 

 

nel nuovo decreto sparisce la frase “che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera d);”

Giusta osservazione.

Resta l'escamotage di riunirsi con sé stessi...

😉

 

  • Haha 1
cilu66 dice:

Cibdo 77, mi dice cosa intende? 

Quanti condomini siete?

Se non siete più di 20, potete tutti delegare un condomino che si riunirà nel proprio appartamento, si eleggerà presidente, voterà le delibere del caso (1000/1000) e scriverà il verbale.

Presupposto: essere unanimi.

Modificato da condo77

Siamo in 20 giusti, giusti... E... il suo è un consiglio che si potrebbe percorrere. Grazie! 😉

Mi scusi, in questo caso si deve convocare normalmente un'assemblea, in prima e poi in seconda seduta e delegare uno/due  condomini e nella delega non si può indicare la scelta dell'amministratore tra i preventivi arrivati? Non varrebbero, quindi, la metà degli intervenuti(deleganti) e i 501 millesimi? Si deve avere per forza l'unanimità? Ci sono alcuni fedelissimi contro... 

cilu66 dice:

Mi scusi, in questo caso si deve convocare normalmente un'assemblea, in prima e poi in seconda seduta e delegare uno/due  condomini e nella delega non si può indicare la scelta dell'amministratore tra i preventivi arrivati? Non varrebbero, quindi, la metà degli intervenuti(deleganti) e i 501 millesimi? Si deve avere per forza l'unanimità? Ci sono alcuni fedelissimi contro... 

Per la delibera basta la maggioranza dei presenti (di persona o per delega) e almeno 500 millesimi (non 501, ma poco cambia).

Il problema è la regolarità della convocazione: i contrari potrebbero facilmente impugnare la delibera dicendo che al momento non è permesso convocare assemblee, che l'assemblea era stata convocata dall'amministratore in altra data ecc.

Valutate la probabilità che i "fedelissimi" percorrano la via giudiziaria.

Modificato da condo77

Allora… bisogna attendere tempi più favorevoli per una consueta convocazione assembleare.

Maggio o giugno potrebbero diventare già tempi favorevoli: cambia tanto attendere qualche mese ?

 

cilu66 dice:

Mi scusi, in questo caso si deve convocare normalmente un'assemblea, in prima e poi in seconda seduta e delegare uno/due  condomini e nella delega non si può indicare la scelta dell'amministratore tra i preventivi arrivati? Non varrebbero, quindi, la metà degli intervenuti(deleganti) e i 501 millesimi? Si deve avere per forza l'unanimità? Ci sono alcuni fedelissimi contro... 

cilu66 dice:

Si deve avere per forza l'unanimità? Ci sono alcuni fedelissimi contro... 

Se c'è anche un solo fedelissimo contro non potete far altro che aspettare.

 

Ora i dubbi che alcuni forumisti portavano avanti per fare ugualmente le assemblee condominali sono stati accontenati: tutta Italia è chiusa e perciò niente assemblee.

×