Vai al contenuto
guss59

Richiesta di installazione filo vita

2 anni fà ho fatto installare la parabola sul tetto condominiale da un antennista certificato per vedere Sky. Adesso che Sky ha cambiato i decoder, devo cambiare l'illuminatore della parabola perchè e cambiata la codifica delle trasmissioni.

Ho comunicato all'amministratore che ho preso appuntamento con lo stesso antennista, e lui mi ha risposto che non si può più accedere al tetto fino a quando non sarà intallato il filo vita per lavorare in sicurezza, perchè se succede qualcosa ci và lui di mezzo. Per informazione la mia è l'unica parabola sul tetto, che è posizionato sopra un attico che è balconato per l'intero perimetro del condominio .

Secondo voi ha ragione, ho mi fà solo peredere tempo?

La risposta dell'amministratore è troppo drastica.

 

Il filo vita diventa obbligatorio in sede di ristrutturazioni dell'edificio.

 

Hai indicato che tutto il perimetro del tetto-attico è "balconato", quindi la sicurezza esiste già.

 

Il consiglio è quello di chiedere informazioni al tuo amico geometra, che visionando il sito, ti darà una risposta certa da opporre all'amministratore.

 

 

Grazie per la risposta. Purtroppo non ho nessuno da consultare. Ho trovato una foto della posizione della parabola. 

20150717_190654.jpg

Ciao se non hai consulenti ti suggerisco di iscriverti a un'associazione di categoria. Sei di Torino come me, sulla piazza c'è ne sono molte dove potrai davvero essere soddisfatto su ampie consulenze. Se ti fa piacere scrivimi. Ciao.

guss59 dice:

Secondo voi ha ragione, ho mi fà solo peredere tempo?

Partecipo volentieri a questa discussione, perchè è anche mio interesse leggere altre opinioni di Colleghi. 

 

Direi che il tuo Amm.re ha qualche ragione, ma secondo me c'è modo di ovviare. 

Passo al pratico di quel che faccio io, in qualche situazione che è molto più insidiosa rispetto a quella fotografata. 

 

Se c'è da eseguire un intervento condominiale (ma non è il tuo caso) lo faccio eseguire solo ed esclusivamente da Ditte perfettamente abilitate, con categorico impiego di mezzo di sollevamento in sicurezza degli operatori, e dopo aver informato la stessa Ditta dei potenziali pericoli presenti in copertura. 

 

Se mi chiedono l'accesso alla copertura per lavori privati (come nel tuo caso) faccio firmare una dichiarazione di assunzione di responsabilità al richiedente, in cui si chiarisce che l'accesso della Ditta privatamente incaricata si svolgerà sotto la esclusiva responsabilità del committente privato, il quale ha l'obbligo di commissionare a Ditte autorizzate e tecnicamente idonee, dopo averle informate dei potenziali pericoli del luogo. 

 

Se ci sono idee migliori...anch'io sarò grata a chi avrà la gentilezza di esporle. 

 

 

 

Le norme ci sono ...

 

Analizzando a foto da te postata, "sembrerebbe" che dal tetto al pavimento protetto, non vi siano i fatidici 3 metri, oltre i quali la sicurezza diviene pregnante, ponteggi, elevatori, filo vita, ecc. e oltre i quali ci sono vincoli ben precisi.

 

Sarebbe utile consultare anche le nuove norme sulla "sicurezza nei cantieri" (facilmente reperibile in rete).

 

Sono convinto che nel tuo specifico caso bastino le normali cinture con aggancio.

 

 

Grazie a tutti per le risposte. Penso che dal tetto al pavimento del balcone ci siano 2,80m, quindi se è meno di 3 metri non è obbligatorio il filo vita? Ho capito bene? 

×