Vai al contenuto
daniz

Palo antenne condominiali non a norma per colpa di un condomino

Buongiorno a tutti
scrivo perchè ho bisogno di indicazioni relativamente alla questione installazione parabola nel mio condominio.
vi espongo la questione.
Nel condominio siamo in 6, 3 dei quali ufficialmente collegati alla parabola Sky che è stata installata da noi nel 2015 e alla quale gli altri 2 condomini nel corso degli anni si sono collegati.
L'accordo è sempre stato che, siccome noi abbiamo provveduto alla prima installazione, gli altri hanno provveduto al collegamento a spese loro.
Nel 2017 arriva un nuovo inquilino che vuole costringere tutti a passare a Sky Q.(vi risparmio i tentativi del suddetto di ingannarci riguardo ai costi di installazione e abbonamento a SkyQ...)
Abbiamo risposto che poteva farlo ma a spese sue, come uso e consuetudine del condominio, ma che nessun altro era interessato.
Il tetto della casa non permette l'installazione di un altro palo dove mettere 2 parabole e il palo condominiale del digitale terrestre può ospitarne una sola.
Abbiamo scoperto che la nostra parabola è stata cannibalizzata e un altro condomino è collegato (sicuramente il nuovo condomino perchè in casa sua abbiamo potuto vedere un decoder Sky tradizionale mentre lui diceva di avere SkyQ). Questa modifica è stata fatta rompendo la parabola (messa a posto con lo scotch) e facendoci perdere quindi la certificazione di conformità della stessa parabola.
Abbiamo quindi deciso di procedere con la rimessa a norma della parabola ma il giorno prima dell'intervento il nuovo condomino ha provveduto all'installazione di una nuova parabola e per farlo ha tolto uno dei tiranti del palo, facendo perdere anche la certificazione del palo.
Siccome il giorno dell'intervento il nuovo condomino è intervento con sceneggiate da film dicendo di non toccare la sua parabola (cosa che non pensavamo minimamente di fare), la parabola è rimasta così.
Ora il condominio ha fatto fare una perizia da 2 tecnici che sono arrivati alla medesima conclusione:
- sul tetto ci può stare solo un palo
- il palo può contenere solo una parabola e la nostra al momento è senza certificazione
Abbiamo provveduto a mandare lettera all'amministrazione chiedendo il pagamento dei danni di ripristino da parte del nuovo condomino e la messa a norma dell'impianto.
L'amministratore non procede a fare niente e il palo è attualmente pericolante (ce ne accorgiamo anche dal fatto che quando c'è vento o piove noi vediamo male sia il digitale sia Sky)

Abbiamo proposto di rifare l'impianto Sky mettendo un multiswitch che possa contenere chiunque e con qualsiasi sistema ma non c'è stato alcun seguito.

Le mie domande sono: 
- in presenza di una parabola condivisa da parte di tutti i condomini interessati a Sky, può un altro condomino pretendere l'installazione di una nuova parabola?
- a chi si può fare la segnalazione che il palo è pericolante? Ai vigili urbani? Ai pompieri? Sono previste sanzioni? 
- nel caso in cui il palo dovesse cadere, chi sarebbe responsabile del danno?

- è meglio che intanto provvediamo a mettere a norma la nostra parabola? Noi aspettavamo perchè ci sembr ainutile far fare un lavoro che secondo noi dovremo rifare quando si troverà un accordo.

Riuscite ad aiutarmi?

Siamo molto preoccupati anche perchè nella nostra via c'è una scuola con relativo passaggio di bambini e questa situazione crea pericolo ai passanti.
Grazie e saluti a tutti
Daniz
 

Modificato da daniz

Tu pensi che in caso di caduta accidentale del palo o della parabola il responsabile possa essere il tizio che ha firmato un pezzo di carta, la cosidetta "certificazione"?

 

Il responsabile civile e penale è sempre il proprietario del manufatto, anche dopo l'intervento del tecnico.

 

Quindi datevi da fare per mettere in sicurezza l'impianto, senza pensare di risolvere qualcosa con un pezzo di carta.

 

  • Mi piace 1

Abbiamo provato a risolvere e abbiamo una delibera che impone la messa in sicurezza del palo.

Il tecnico dice che per mettere in sicurezza deve togliere una parabola ma l'amministratore si rifiuta di procedere perchè il nuovo condomino non concede il permesso di rimuovere la sua parabola.

E' un anno che andiamo avanti con questa storia, noi personalmente abbiamo anche fatto scrivere da un avvocato ma senza alcun risultato.

Il problema è anche che in questo palazzo ci abitano solo 2 proprietari, gli altri sono solo inquilini e i rispettivi proprietari purtroppo vivono all'estero quindi se ne fregano.

Se fosse possibile chiamare i pompieri, i vigili o chiunque altro potremmo far sequestrare l'impianto e allora tutti sarebbero interessati a ripristinare qualcosa che non funziona più.

Se l'amministratore non procede cosa possiamo fare noi?

 

 

Essendo l'amministratore il responsabile dei beni comuni, sapendo che in caso di danni sopratutto alle persone, è lui che ne risponde "penalmente", inviategli una "diffida" ad adempiere immediatamente con raccomandata.

 

Lo avvertirete che nel caso di infortuni, questa lettera resterà agli atti in un contenzioso giudiziario e toccherà a lui rispondere anche dei risarcimenti eventuali.

 

L'amministratore può benissimo agire in proprio, senza alcuna deliberazione, quando ne ricorrano i presupposti, come in questo caso.

daniz dice:

Nel condominio siamo in 6, 3 dei quali ufficialmente collegati alla parabola Sky che è stata installata da noi nel 2015 e alla quale gli altri 2 condomini nel corso degli anni si sono collegati.

Quindi in poche parole voi 3 siete un condominio parziale visto che quell'impianto lo avete pagato voi ed è di vostra proprietà.

 

daniz dice:

L'accordo è sempre stato che, siccome noi abbiamo provveduto alla prima installazione, gli altri hanno provveduto al collegamento a spese loro.

Mi pare un accordo balordo. Che le spese fossero a carico di chi ci si voleva collegare era scontato. In pratica avete fatto l'impianto gratis per chiunque lo voglia usare 😃

 

daniz dice:

Il tetto della casa non permette l'installazione di un altro palo dove mettere 2 parabole e il palo condominiale del digitale terrestre può ospitarne una sola.

Questo punto è da approfondire perché da un lato non potreste utilizzare gli spazi comuni se gli altri non possono farne parimenti uso, dall'altro lato mi sembra assurdo che il tetto di un edificio non permetta l'installazione di un secondo palo. Se avete un terrazzo si spacca un muro e si piantano 2 zanche, se avete camini si possono legare ai camini, se invece avete un tetto in tegole e non ci sono camini utilizzabili, si buca il tetto e il palo si fissa nel sotto tetto.

 

Comunque anche se fosse effettivamente impossibile installare una seconda parabola altrove, il fatto che chiunque può attaccarsi liberamente al vostro impianto va a vostro favore.

 

Verificato il punto di cui sopra, perizie e preventivi alla mano, dovete rivolgervi ad un legale affinché dopo la solita inutile letterina faccia seguire anche la citazione con la quale chiederete il ripristino dell'impianto.

Se invece per ragioni d'urgenza provvederete voi al ripristino, chiederete il risarcimento, avendo prima cura  di documentare accuratamente danni e situazioni di rischio che giustificano l'urgenza con foto e quant'altro.

 

daniz dice:

E' un anno che andiamo avanti con questa storia,

Se continuate ad aspettare che sia il tizio a risolvervi spontaneamente l problema, fate tempo ad arrivare in tomba.

Maxi dice:

 

Verificato il punto di cui sopra, perizie e preventivi alla mano, dovete rivolgervi ad un legale affinché dopo la solita inutile letterina faccia seguire anche la citazione con la quale chiederete il ripristino dell'impianto.

 

Abbiamo già fatto mandare una lettera da un avvocato, chiedendo l'addebito dei danni di ripristino all'abusivo, ma inutilmente.

Non ci restano che le vie legali?

Non possiamo fare sequestrare l'impianto dai pompieri, dai vigili ?

 

Modificato da daniz
daniz dice:

Non possiamo fare sequestrare l'impianto dai pompieri, dai vigili ?

A che pro?

Perchè fino a che non succede qualcosa nessuno si muove e non vedo perchè io debba spendere ancora dei soldi per l'avvocato quando il problema è invece di tutti.

Gli inquilini non si preoccupano di niente fino a che vedono la televisione e i proprietari se ne fregano.

Se incominciassero a non poter vedere la televisione, come succede a noi con Sky, allora prenderebbero in considerazione la questione.

Chi è competente per un pericolo imminente sul marciapiede mi chiedo?

Qualcuno lo sa? 

×