Vai al contenuto
max58

Revoca giudiziaria amministratore - può essere revocato il nuovo amministratore

Ciao a tutti,

può essere revocato il nuovo amministratore in carica da 5 mesi che dopo vari solleciti non adempie:

1) chiudere il vecchio conto corrente

2) esporre targa dell'amministratore su condominio

3) rilasciare estratto conto con movimenti contabili (anche se sono trascorsi pochi mesi dal suo insediamento)

Grazie

A parte il fatto che l'assemblea possa decidere in qualsiasi momento la revoca dell'amministratore, i motivi previsti sono elencati all'art. 1129 c.c. 12° comma

max58 dice:

Ciao a tutti,

può essere revocato il nuovo amministratore in carica da 5 mesi che dopo vari solleciti non adempie:

1) chiudere il vecchio conto corrente

2) esporre targa dell'amministratore su condominio

3) rilasciare estratto conto con movimenti contabili (anche se sono trascorsi pochi mesi dal suo insediamento)

Grazie

L'amministratore può essere revocato dall'assemblea nominando un sostituto anche senza motivo, nulla lo vieta.

Giovanni Inga dice:

A parte il fatto che l'assemblea possa decidere in qualsiasi momento la revoca dell'amministratore, i motivi previsti sono elencati all'art. 1129 c.c. 12° comma

Io intendevo se i 3 motivi sono validi per revoca giudiziaria dell'amministratore non con voto dell'assemblea

Con la maggioranza prevista dal 2° comma dell'art. 1136 c.c. l'assemblea ha il potere sia nominare che di revocare l'amministratore, naturalmente se la revoca viene decisa con contestuale nomina di altro  prima della fine dell'esercizio e senza giusta causa, il vecchio amministratore ha diritto di riscuotere l'intero compenso annuale.

max58 dice:

Io intendevo se i 3 motivi sono validi per revoca giudiziaria dell'amministratore non con voto dell'assemblea

Se siete d'accordo, considerati gli argomenti da te evidenziati, percorrerei la strada della revoca assembleare.

Modificato da JOSEFAT
max58 dice:

Io intendevo se i 3 motivi sono validi per revoca giudiziaria dell'amministratore non con voto dell'assemblea

I tre motivi che hai elencato sembrano rientrare fra l'elencazione dei motivi compresi nell'art. 1129 c.c. citato da Giovanni, quindi, presumo che tu ne sia già a conoscenza. Di fatto personalmente non saprei sino a che punto i motivi 1) e 3) possano rientrare pienamente nella fattispecie dell'art. 1129, che ritiene gravi motivi la mancata tenuta della contabilità, piu' che una mancata presentazione di un estratto conto, così come il C.C. ritiene grave la mancata apertura di un c/c, piuttosto che la sua chiusura. Penso che fareste meglio a revocarlo tramite assemblea, senza ricorrere al giudice.

Modificato da Danielabi

Per la precisione a riguardo del punto 2 il codice civile recita:"

Sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l'indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell'amministratore"  e non parla di "Targa". Io ha affisso un cartoncino con tutti i dati.
 

JOSEFAT dice:

Con la maggioranza prevista dal 2° comma dell'art. 1136 c.c. l'assemblea ha il potere sia nominare che di revocare l'amministratore, naturalmente se la revoca viene decisa con contestuale nomina di altro  prima della fine dell'esercizio e senza giusta causa, il vecchio amministratore ha diritto di riscuotere l'intero compenso annuale.

Se siete d'accordo, considerati gli argomenti da te evidenziati, percorrerei la strada della revoca assembleare.

Il problema è proprio il fatto che non siamo d'accordo e il nuovo amministratore e di parte dell'altro condomino che ha la maggioranza ( siamo in 2 condomini )

Tullio Ts dice:

L'amministratore può essere revocato dall'assemblea nominando un sostituto anche senza motivo, nulla lo vieta.

Come si può sapere se un amm.re abbia avuto dei precedenti penali in passato? Grazie.

Lariano dice:

Come si può sapere se un amm.re abbia avuto dei precedenti penali in passato? Grazie.

Con il casellario giudiziale (per le sentenze passate) e il certificato dei carichi pendenti (per i procedimenti in corso). Ovviamente tali certificati possono essere chiesti e ottenuti solo dal titolare, quindi devi chiedere all'amministratore di procurarli.

max58 dice:

Ciao a tutti,

può essere revocato il nuovo amministratore in carica da 5 mesi che dopo vari solleciti non adempie:

1) chiudere il vecchio conto corrente

2) esporre targa dell'amministratore su condominio

3) rilasciare estratto conto con movimenti contabili (anche se sono trascorsi pochi mesi dal suo insediamento)

Grazie

Dubito molto seriamente che le tre ragioni indicate possano rilevare come fondate ragioni di revoca giudiziale, anche perchè sarebbero tutte facilmente (o quasi) giustificabili con le difficoltà legate al passaggio di consegne. 

 

Tieni presente che un conto Bancoposta (ma non soltanto) per essere estinto dal nuovo amm.re...deve prima essere volturato al nuovo, e poi può essere estinto dal nuovo, e tieni presente che per ognuna della due operazioni Bancoposta ci impiega...in media...un mese abbondante se tutto va bene! 

Poi ci sono le agenzie "speciali" (una è quella che tocca a me per zona) in cui non ti fanno neanche la voltura  se non restituisci il Postamat mai attivato e gli assegni (magari di dieci anni fa) mai utilizzati da nessuno e ormai persi chiassà dove e chissà quando, per cui il nuovo amm.re deve avere la compiacenza del vecchio che vada a perdere mezza giornata per fare la denuncia di "smaRRimento o furto".... (avevo digitato "smattimento" , ma forse era freudianamente più adatto! ☺️) .

 

Lariano dice:

Come si può sapere se un amm.re abbia avuto dei precedenti penali in passato? Grazie.

Tu come condòmino hai diritto di sapere se lui abbia i requisiti del 71 bis. 

Quindi hai diritto  a richiederli e a riceverli. 

In sostituzione del Certificato del Casellario moltissimi inviano l'autocertificazione, però. 

Modificato da MADDY60
Danielabi dice:

Con il casellario giudiziale (per le sentenze passate) e il certificato dei carichi pendenti (per i procedimenti in corso). Ovviamente tali certificati possono essere chiesti e ottenuti solo dal titolare, quindi devi chiedere all'amministratore di procurarli.

Come si possono richiedere?

 

Nel senso io ho già fatto richiesto riferendomi all'art. 71 bis che parla proprio degli obblighi morali e lui mi ha inviato copia del diploma e del corso di aggiornamento on-line, oltrettuto ha detto in assemblea che mi ha messo fattura per avermi fornito questi documenti, perché lui non è tenuto devo pagare il suo tempo.

 

Ho fatto presente che in realtà lui dovrebbe renderli a disposizione di tutta l'assemblea.

La questione di richiedere i requisiti compresi quelli morali, nasce perché questo amministratore non è del posto, nessuno lo conosce e sta amministrando in modo discutibile.

La sua nomina è stata poco 'chiara' in quanto ha costituito una società con il precedente amministratore e poi dopo sei mesi ci siamo ritrovati solo lui, perché il precedente è uscito dalla società come da visura camerale.

Noi avevamo votato una società dove era presente anche il nostro precedente amministratore di cui ci fidavamo.

 

Grazie

Liffy dice:

 

La sua nomina è stata poco 'chiara' in quanto ha costituito una società con il precedente amministratore e poi dopo sei mesi ci siamo ritrovati solo lui, perché il precedente è uscito dalla società come da visura camerale.

Noi avevamo votato una società dove era presente anche il nostro precedente amministratore di cui ci fidavamo.

 

Grazie

Quando si nomina una società...NON si nomina una persona (ovvio). 

Quindi...questa contestazione (a me) non sembra percorribile.

Come dire : se per amm.re si è scelta una società... poi ci si tiene tutte le eventuali evoluzioni societarie (salvo revoca assembleare o giudiziale). 

 

All'atto della nomina o rinnovo la società avrebbe dovuto comunque fornire certificazione dei requisiti del 71 bis in capo al legale rappresentante e dei preposti statutari con funzioni amm.ve. 

Quindi...la società dovrebbe scusarsi di non averlo fatto spontaneamente, e non certo chiederti un costo a parte per aver prodotto ciò che avrebbe dovuto produrre per legge. 

 

 

 

 

  • Mi piace 1
Tullio Ts dice:

L'amministratore può essere revocato dall'assemblea nominando un sostituto anche senza motivo, nulla lo vieta.

ma se lo revochiamo dobbiamo pagarlo fina la sua scadenza 2 anni?

cristinakri dice:

ma se lo revochiamo dobbiamo pagarlo fina la sua scadenza 2 anni?

No, l'incarico dura un anno.

Se lo revocate senza giusta causa, prima della scadenza annuale, ha diritto al compenso intero.

 

Salve,

 

Ed é possibile per un amm.re esercitare anche se in passato abbia avuto precedenti penali?

E se così fosse, basta un solo  voto sfavorevole per tale motivo per mandarlo a quel paese?????

Lariano dice:

Salve,

 

Ed é possibile per un amm.re esercitare anche se in passato abbia avuto precedenti penali?

E se così fosse, basta un solo  voto sfavorevole per tale motivo per mandarlo a quel paese?????

Dipende, vedi i casi in cui un amministratore non potrebbe esercitare sono ben specificati nell'art 71 bis Dacc

 

- Dacc Art. 71-bis.
Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio coloro:
a) che hanno il godimento dei diritti civili;
b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;
c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;
e) il cui nome non risulta annotato nell'elenco dei protesti cambiari;

....

Carissimo Tullio, se un amm.re, per esempio, e dico per esempio, in passato avesse avuto guai per delle fatture false a lui intestate come prestanome, come potrebbe ora esercitare di nuovo?

Lariano dice:

Carissimo Tullio, se un amm.re, per esempio, e dico per esempio, in passato avesse avuto guai per delle fatture false a lui intestate come prestanome, come potrebbe ora esercitare di nuovo?

Ripeto, bisogna valutare se le fatture false a lui intestate come prestanome, rientrano nei casi già elencati.

Non sono un avvocato per cui se hai qualche sospetto di irregolarità consulta uno di tua fiducia.

Certo che lo farò, anche se mi sembra che gli art. da te elencati siano di Leggi chiare. Grazie comunque.

 

×