Vai al contenuto
ELLI

Revoca amministratore e nomina nuovo - visto che deve essere per forza revocato in assemblea?

Buongiorno. Un condomino ha mandato una lettera a tutti gli altri chiedendo di vedersi domani sera (in condominio) per decidere la revoca dell’amministratore. Ci sono stati 2 casi in cui l’amministratore non si è comportato come avrebbe dovuto e, comunque, ultimamente è diventato piuttosto indolente risultando non gradito alla maggioranza.

Ora il condomino sopracitato vorrebbe le firme per la revoca su apposita lettera da inviare all’amministratore per la convocazione dell’assemblea. Domande:

1) queste firme non sono comunque valide per la revoca, visto che deve essere per forza revocato in assemblea?

2) visto che all’assemblea in pochi si presentano (di solito) è possibile farsi dare una delega con l’ok alla revoca e nomina nuovo amministratore e come dev’essere questa delega?

3) se l’amministratore Non provvede alla convocazione dell’assemblea, come dobbiamo muoverci?

Grazie mille!

Buongiorno. Un condomino ha mandato una lettera a tutti gli altri chiedendo di vedersi domani sera (in condominio) per decidere la revoca dell’amministratore. Ci sono stati 2 casi in cui l’amministratore non si è comportato come avrebbe dovuto e, comunque, ultimamente è diventato piuttosto indolente risultando non gradito alla maggioranza.

Ora il condomino sopracitato vorrebbe le firme per la revoca su apposita lettera da inviare all’amministratore per la convocazione dell’assemblea. Domande:

1) queste firme non sono comunque valide per la revoca, visto che deve essere per forza revocato in assemblea?

2) visto che all’assemblea in pochi si presentano (di solito) è possibile farsi dare una delega con l’ok alla revoca e nomina nuovo amministratore e come dev’essere questa delega?

3) se l’amministratore Non provvede alla convocazione dell’assemblea, come dobbiamo muoverci?

Grazie mille!

1) la revoca deve essere deliberata in assemblea.

 

2) le deleghe sono sempre possibili (secondo le regole stabilite dal codice o quelle più restrittive del regolamento contrattuale di condominio).

 

3) se l'amministratore non convoca l'assemblea richiesta (secondo l'art. 66 e cioè minimo 2 condòmini che rappresentino almeno 1/3 dei millesimi) entro 10 giorni potrete autoconvocarvi secondo le regole (raccomandata, odg, 5 giorni prima, ...).

 

trovate prima un sostituto e nella richiesta di assemblea mettete all'odg nomina nuovo amministratore e assicuratevi le meggioranze, altrimenti resterà lui in proroga con tutti i poteri.

Grazie Sergio, qui pensano che basti firmare una lettera per revocare l’amministratore! Dubito che, dopo aver saputo che è necessaria la maggioranza in assemblea, si presentino ..... Nessuni vuol metterci la faccia davanti all’amministrstore, la cittadina non è poi così grande e si conoscono quasi tutti 🙄🙄

Grazie Sergio, qui pensano che basti firmare una lettera per revocare l’amministratore! Dubito che, dopo aver saputo che è necessaria la maggioranza in assemblea, si presentino ..... Nessuni vuol metterci la faccia davanti all’amministrstore, la cittadina non è poi così grande e si conoscono quasi tutti 

un amministratore c'è e per nominarne uno nuovo che lo sostituisca serve una delibera assembleare con le dovute maggioranze.

 

se siete meno di nove condòmini non sareste obbligati ad averlo, ma lo avete e per revocarlo e rimanere senza dovete comunque deliberare in assemblea ...

Siamo in 12. Quindi se vogliono sostituirlo devono, ahiloro, partecipare all’assemblea.

Grazie Sergio e buona serata.

.... oppure fare le deleghe e mandare anche un solo condòmino in assemblea che si faccia portavoce per tutti. L’art. 67 dacc pone limiti al numero di deleghe da 20 condòmini in su, fatto salvo che una norma del RdC ponga limiti più stringenti.

Grazie Bilbetto. Ieri sera ci siamo trovati in condominio per discutere sulla revoca dell’ammInistratore e sulla nomina del nuovo (come scritto sulla lettera fatta dal condomino).

Eravamo in 7 su 12. La maggioranza c’era, ma che delusione sentire provenire dagli appartamenti degli assenti la tv accesa che trasmetteva la partita Real-Juve.

Bisognerebbe imparare da questi elementi e fregarsene di ogni più piccolo problema,

E si che 5 anni fa, nello stesso periodo, ci hanno staccato l’acqua perché l’amministratore precedente non pagava da tempo i fornitori..... E’ stato un periodo terribile con conseguenze facilmente immaginabili!!

Grazie Bilbetto. Ieri sera ci siamo trovati in condominio per discutere sulla revoca dell’ammInistratore e sulla nomina del nuovo (come scritto sulla lettera fatta dal condomino).

Eravamo in 7 su 12. La maggioranza c’era, ma che delusione sentire provenire dagli appartamenti degli assenti la tv accesa che trasmetteva la partita Real-Juve.

Bisognerebbe imparare da questi elementi e fregarsene di ogni più piccolo problema,

E si che 5 anni fa, nello stesso periodo, ci hanno staccato l’acqua perché l’amministratore precedente non pagava da tempo i fornitori..... E’ stato un periodo terribile con conseguenze facilmente immaginabili!!

Anche se avevate la maggioranza, se quell'assemblea non era stata regolarmente convocata dall'amministratore o dai condomini proponenti dopo regolare richiesta a norma dell'art 66 Dacc, non era possibile la revoca e nomina di un successore, potete però riprovare e magari se i condomini non vogliono metterci la faccia potrebbero delegare una persona di fiducia (come è stato già detto), questa la prassi, voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) convocando i condomini, gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)
... Ieri sera ci siamo trovati in condominio per discutere sulla revoca dell’ammInistratore e sulla nomina del nuovo (come scritto sulla lettera fatta dal condomino).

Eravamo in 7 su 12. La maggioranza c’era, ma che delusione sentire provenire dagli appartamenti degli assenti la tv accesa che trasmetteva la partita Real-Juve...

A parte il fatto che la lettera inviata dal condòmino che invitava a riunirsi informalmente valeva solo come sondaggio...

io credo che un tifoso juventino e/o un appassionato di calcio avrebbe rifiutato perfino se l'invito fosse ad una cena gratuita nel miglio ristorante della tua città.

Come si può pensare di organizzare una riunione in un'occasione così particolare? Ieri sera perfino le strade erano deserte.

Anche se avevate la maggioranza, se quell'assemblea non era stata regolarmente convocata dall'amministratore o dai condomini proponenti dopo regolare richiesta a norma dell'art 66 Dacc, non era possibile la revoca e nomina di un successore, potete però riprovare e magari se i condomini non vogliono metterci la faccia potrebbero delegare una persona di fiducia (come è stato già detto), questa la prassi, voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) convocando i condomini, gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

Grazie Tullio.

E’ cosi che faremo.

Leonardo scusami ma credo che siano più importanti i problemi da risolvere, visto che non riguardano un singolo condomino ma tutti. A chi non ha partecipato forse manca un po’ di memoria: esattamente 5 anni fa ci siamo trovati con diversi fornitori che vantavano crediti verso il condominio perché gli amministratori non avevano pagato quanto dovuto. I due amministratori (di cui uno deceduto dopo circa un anno) avevano fatto intestare tutti i loro beni ai familiari.....

Puoi facilmente immaginare cosa abbiamo dovuto passare. Io e altre due persone ci siamo fatte in quattro per cercare un altro amministratore, ricostruire tutto insieme a lui (non ha mai ricevuto nulla dagli amministratori precedenti), ci hanno staccato l’acqua, ridotto la potenza in Kw, e quant’altro.......

Questa volta non sarò certo io (né sicuramente gli altri due condomini volonterosi) a prendersi in carico tutti i problemi, perché qualcuno ha deciso che viene prima una squadra di calcio!

×