Vai al contenuto
Fabio65

Rendiconto riscaldamento ricalcolato retroattivo.

Buongiorno.

Vi scrivo per avere un parere da persone sicuramente più esperte di me in materia.

Vivo come affittuario in un condominio di 8 appartamenti con impianto di riscaldamento centralizzato a metano, termosifoni provvisti di valvole termostatiche, e riparto dei consumi riscaldamento suddiviso in quota del 40% in base ai millesimi ed il 60% in base al consumo dei singoli..

Nell’ottobre del 2015 sono stati fatti lavori di sostituzione caldaia centralizzata (a carico dei proprietari) ma in seguito, sono sorte difficoltà e varie lungaggini per il calcolo dei consumi dei singoli, con tanto di avvicendamento di ben 2 diversi conduttori, dimostratisi incapaci o comunque non in grado di registrare e calcolare correttamente i coefficienti dei singoli ripartitori.

La situazione attuale vede un terzo conduttore, che parrebbe ora più affidabile, ma che si è trovato nell’impossibilità di effettuare conteggi corretti per quanto riguarda il riparto consuntivo ultimo che abbiamo ricevuto, e che va dal luglio 2015 a giugno 2017, quindi comprensivo di DUE stagioni.

Il geometra incaricato della contabilità del condominio mi ha informato di quanto segue.

Per assegnare un valore ai consumi 2015-2017 per quanto riguarda la quota del 60% di metano, quella cioè dei singoli in base alle valvole termostatiche, hanno preso come riferimento quello del periodo 2014-2015 precedente, con ancora la vecchia caldaia,* riportandolo come indice di riferimento moltiplicato per due nella stessa colonna nell’ultimo riparto consuntivo ricevuto.

L’impegno che mi è stato comunicato nell’incontro, sarà quello di attendere ora il termine della stagione in corso (2017-2018) per poi utilizzare i nostri singoli consumi finali delle quote 60% in detto periodo, ed usarlo come riferimento attendibile dal momento che ora abbiamo nuova caldaia ed un nuovo conduttore competente, per ricalcolare in modo retroattivo i numeri del periodo 2015-2017.

Alla mia domanda se ciò fosse regolare e legale, il geometra mi ha risposto che è lecito farlo se si crea la necessità,* fino a 4 anni in retroattività.

Mi interessava sapere cosa ne pensate.

Grazie.

La legge prevede che per il primo anno di contabilizzazione, è possibile dividere tutto in millesimi.

 

Per l'anno successivo potete fare la 'stima'.

 

La decisione per il primo anno (se dividere tutto in millesimi o usare una 'stima') spetta all'assemblea condominiale e non al tecnico.

Ma nel periodo oggetto di ricalcolo, come, cosa e a quale titolo avete pagato? Se ad esempio fosse stato "acconto", il conguaglio attuale è pienamente legittimo. Se parliamo di cifre grosse viene il dubbio di come abbia fatto a pagare il gas. Magari ha alzato il preventivo di quell'anno o del successivo, facendo subito l'assemblea ordinaria.

 

In un caso diverso è una bella domanda. Se il bilancio è stato approvato con quelle cifre, senza alcuna deliberazione a supporto di una successiva integrazione, ci si potrebbe porre il dubbio che sarebbe tutto il consuntivo di quell'anno da riapprovare. Perchè i saldi sarebbero diversi.

Altro caso se la vostra gestione termica fosse separata dalla gestione ordinaria. C'è chi lo fa. Ma stesso discorso, andrebbe riapprovata in toto.

Come vedi è una questione che necessita di vedere conti e carte. Tra l'altro, dovresti essere convocato in assemblea per questa materia.

Se è ancora attivo puoi rivolgerti a questo servizio --link_rimosso--

Mi rendo conto che la situazione sia abbastanza ingarbugliata da spiegare. In pratica nel periodo che va dal 2015 al 2017 ci siamo trovati con dei conduttori dell'impianto riscaldamento centralizzato incapaci ed incompetenti che non sono stati in grado di fornire i corretti conteggi di detta stagione. In seguito essendosi trovato il geometra incaricato della contabilità condominiale nella situazione di dover cominciare ad anticipare delle rate hanno pensato in via provvisoria di applicare a questo periodo lo stesso valore della stagione precedente come riferimento.

L'impegno dello studio del geometra è quello di attendere la fine di questa stagione 2017/2018 che verrà finalmente contabilizzata in maniera corretta ed usare i valori Che ne verranno fuori come riferimento per ricalcolare in maniera retroattiva il periodo 2015-2017.

Non essendo un esperto Non so quanto questo sia regolare In ogni caso lui assicura di sì. Al massimo provvederò a sottoporre la situazione ad un altro studio.

×