Vai al contenuto
paolo3

Rendiconto ordinario modificato

Buon giorno a tutti.

Ho dei dubbi sul seguente problema:

Si può deliberare un Rendiconto Condominio Ordinario con una serie di errori???

Un amico mi riferisce il seguente:

"Ho fatto qualche ricerca in merito ai poteri dell’assemblea ed ho trovato Cassazione unanime sul fatto che l’assemblea può deliberare sul rendiconto modificato a patto che la nuova ripartizione delle spese sia conforme al codice civile ed al regolamento di condominio. Pertanto si potrebbe approvare il rendiconto predisposto e modificato con la corretta ripartizione delle spese , a patto che lo si alleghi – il rendiconto modificato - alla convocazione in modo che i condomini possano prenderne visione prima dell’assemblea.

Siete a conoscenza di questa sentenza???

Pensate che sia corretto approvare un Rendiconto con determinati errori che verranno poi corretti ed allegati al verbale di assemblea???

Ma la cosa più importante è la mancanza della Situazione Economica/Patrimoniale, che oltre ad essere un documento essenziale da allegare al Rendiconto come da art. 1130 bis, in quanto affinché il Condominio possa esercitare il suo diritto di controllo sull'operato dell'Amministratore, i tre principi da rappresentare i Rendiconti, sono dettati dal secondo comma dell'art. 2423 c.c. ossia quello della “chiarezza” e della rappresentazione “veritiera” e “corretta”, in applicazione analogica della disposizione di cui alla seconda parte del comma 2 dello stesso art. 2423 c.c., ossia riportare con puntuale “esattezza” la Situazione Patrimoniale e Finanziaria del Condominio.

I valori che si dovrebbero visualizzare nel prospetto dello Stato Patrimoniale sono quelli risultanti esattamente al termine del periodo oggetto di Rendicontazione; ciò evidentemente allo scopo di rispettare il principio della certezza dei valori iscritti, in modo da poter aver evidenza della effettiva consistenza di cassa, facilitando allo stesso tempo il compito di quadratura dell'Amministratore, sia nell'ambito del Rendiconto presentato, che nel collegamento con quelli successivi, e scongiurare inoltre, ogni ipotesi di duplicazione della spesa.

Quindi, sarà mai possibile deliberare alla luce di quanto detto???

In sede assembleare, i condòmini possono apportare le dovute correzioni e verbalizzare l'approvazione del bilancio consuntivo e relativi riparti con le suddette correzioni.

 

Chi ritenesse che anche tale ultimo bilancio sia errato, può impugnare la delibera entro trenta giorni dalla data dell'assemblea se dissenziente od astenuto, dal ricevimento del verbale se assente.

 

La delibera è in ogni caso valida fino a che non vi sia l'annullamento da parte del giudice, sempre che in sede di mediazione non si raggiunga una conciliazione.

Salve,

la situazione patrimoniale è essenziale, così come quella economia. Così come anche i flussi monetari del c/c condominiale. Dalla mia esperienza posso dire che pochi Amministratori fanno un bilancio come si deve, molti lo fanno sui generis e l'assemblea approva senza manco sapere cosa approvano.

Ad ogni modo un discorso è un rendiconto modificato, una cosa è un rendiconto errato, altro è un rendiconto nullo.

Nel suo caso visto la mancanza di elementi essenziali, il rendiconto anche se approvato non avrà alcun valore. 🙂

×