Vai al contenuto
andrea_condomino

Registro anagrafe condominiale - costo riaddebitato ai condomini, è corretto ?

Il ns amministratore ha inserito nel preventivo di spesa la voce di costo relativa all’anagrafe condominiale addebitando ad ogni condomino 30,00 per ogni unità (30,00 x casa, 30,00 x box, 30,00 x posto auto).

Il preventivo è stato approvato dall’assemblea.

Non avendo potuto partecipare all’assemblea e non essendo indicato nel verbale ricevuto alcunchè in merito, ho chiesto spiegazioni all’amministratore che mi ha risposto che è legittimo per un professionista chiedere che una prestazione venga ricompensata e che la riforma condominiale ha comportato per lui ulteriori costi (nel suo caso l'assunzione di una nuova segretaria).

Il costo non è relativo ad ev visure, in quanto l’amministratore ha fornito a tutti la scheda anagrafica che ogni condomino dovrà provvedere a compilare autonomamente…e reinviare entro 90 gg, altrimenti scatta addebito di altri €€€€€ ....

Non mi sembra corretto sostenere un costo solo perchè la nuova normativa ha imposto agli amministratori nuove regole e nuovi adempimenti.

La riforma, nel mio caso, ha prodotto un ulteriore costo...direi che visto il periodo, ne avrei fatto anche a meno !

Qualcuno sa dirmi se è legale che l'amministratore riaddebiti ai condomini tali costi ?

Grazie

A me sembra assurdo chiedere 30.00 Euro per ogni unità per un compito che l'amministratore deve compiere per Legge, ma l'assurdo è che sono gli stessi condomini che devono fornire i dati all'amministratore il quale non farà altro che ricopiarli e tenerli in custodia nell'anagrafe condominiale (e magari già ne è in possesso).

E poi mettiamo il caso che tu hai esposto, se uno possiede un appartamento, un box, una cantina, un posto auto esterno, uno sgabuzzino sottoscale, se la spesa per ciascuno di queste unità fosse di 30.00 Euro, l'amministratore diventa ricco.

Al massimo secondo il mio punto di vista si potrebbe chiedere per la sola trascrizione 5 euro a condomino (e non per u.i) e solo nel caso il condomino non fornisca i dati si dovranno far pagare le spese per la ricerca più l'eventuale trascrizione.

A me sembra assurdo chiedere 30.00 Euro per ogni unità per un compito che l'amministratore deve compiere per Legge, ma l'assurdo è che sono gli stessi condomini che devono fornire i dati all'amministratore il quale non farà altro che ricopiarli e tenerli in custodia nell'anagrafe condominiale (e magari già ne è in possesso).

E poi mettiamo il caso che tu hai esposto, se uno possiede un appartamento, un box, una cantina, un posto auto esterno, uno sgabuzzino sottoscale, se la spesa per ciascuno di queste unità fosse di 30.00 Euro, l'amministratore diventa ricco.

Al massimo secondo il mio punto di vista si potrebbe chiedere per la sola trascrizione 5 euro a condomino (e non per u.i) e solo nel caso il condomino non fornisca i dati si dovranno far pagare le spese per la ricerca più l'eventuale trascrizione.

Scusa è... la sola trascrizione 5 eurooo?

 

Io ho dovuto chiedere un certificato di residenza (bolo 16 euro) + diritti 5 euro: questo in quanto il nuovo proprietario entro i 30 gg di invio di raccomandata, non mi ha fornito, CF ,luogo e data di nascita... per far questo ho perso un ora e mezza con trasferta di 20 km (49 Euro/hora) e parcheggio di 2 euro

 

poi ho dovuto fare una visura ipotecaria (in quanto il proprietario ha inviato una semplice mail priva di firma in calce, o digitale in cui diceva di essere divenuito il proprietario... E chi si fida? o mi invii copia dell'atto di compravendita. o mi invii autocertificazione firmata (in calce in cui dichiari di essere proprietario) 35 euro oltre a 5 euro per inviare fax di bonifico (alla società che ha fatto la visura)

 

poi ho fatto una visura catastale all'agenzia delle entrate a mezzo internet per vedere quale appartamento avesse avcquistato mezzora di lavoro altri 19 euro..

 

adesso voglio vedere in assemblea se mi contesta il lavoro sto fetuso

Scusa è... la sola trascrizione 5 eurooo?
Intendevo dire cosa potrebbe chiedere l'amministratore per il lavoro di archiviazione e conservazione dei dati consegnati dai singoli condomini, non il costo di tutta la documentazione che è a carico del condomino.
A me sembra assurdo chiedere 30.00 Euro per ogni unità per un compito che l'amministratore deve compiere per Legge.

Il fatto che deve compiere un compito per legge non vuol certo dire che deve essere gratuito.....

 

- - - Aggiornato - - -

 

adesso voglio vedere in assemblea se mi contesta il lavoro sto fetuso

Non può visto che lo prevede la legge

Io come "tenuta registro" non faccio pagare niente.

 

Anzi, ho compilato io nel mio ufficio ai condomini anziani e non, che non erano in grado di farlo da soli, mi hanno portato copia dell atto di proprietà ed ho compilato dei moduli che avevo inviato loro, glielo ho fatti firmare, fotocopia CI+CF Fotocopia di tutto per loro

il tutto a gratis.

 

Mentre per lo S t ron zo... che non collabora, ho fatto tutta la trafila di cui sopra

Il fatto che deve compiere un compito per legge non vuol certo dire che deve essere gratuito.....
Infatti, lo so ed ho indicato una cifra simbolica di 5 euro, per contro posso dire che l'amministratore del mio stabile non ha chiesto assolutamente nulla (zitti che il nemico ci ascolta 😉 )

Scusatemi io sinceramente ho inviato all'incirca 1000 moduli per la tenuta del registro anagrafe, ed oltretutto almeno il 40% degli stessi mi sono stati restituiti compilati errati e ho dovuto rinviarli ed indicare su ogni modulo dove era l'errore oltre all'aver effettuato innumerevoli chiamate di chiarimento con i vari Condomini, non voglio esagerare ma penso che per tale mansione mi ci sono volute almeno 40/50 ore e non ho ancora finito, detto questo visto il periodo di crisi e visto anche i buoni rapporti con la maggior parte dei Condomini pensavo di non attribuire alcun costo per tale adempienza.

In ogni caso considerando quanto vi ho esposto, per tali incombenze quanto sarebbe giusto secondo Voi far pagare ai singoli Condomini?(non singole unita).

Io come "tenuta registro" non faccio pagare niente.

 

Anzi, ho compilato io nel mio ufficio ai condomini anziani e non, che non erano in grado di farlo da soli, mi hanno portato copia dell atto di proprietà ed ho compilato dei moduli che avevo inviato loro, glielo ho fatti firmare, fotocopia CI+CF Fotocopia di tutto per loro

il tutto a gratis.

 

Mentre per lo S t ron zo... che non collabora, ho fatto tutta la trafila di cui sopra

Perfetto. Ma la copia del documento non è obbligatoria e il CF possono indicarlo sulla scheda che sottoscrivono "in fede".

D'altra parte la procedura mi sembra chiaramente indicata dall. art. 1130, comma 6 del c.c.

Cordiali saluti.

Io come "tenuta registro" non faccio pagare niente.

Mi scuso se critico alcuni atteggiamenti e risposte lette se pagare o no all'amministratore la documentazione dell'annagrafe condominiale.Premesso che è necessario conoscere bene il condominio e cosa l'amministratore con il contratto garantisce al condomin;)o.poi ognuno può esprimere la propria valutazione.

Il condominio che lo scrivente amministra ha ricevuto mandato di provedere per tutti i condomini alla richiesta all'Agenzia catasto territoriale le visure aggiornate sulle proprietà,usufruttuari,eredi, e altro, evitando perdita di tempo per chi lavora,viaggi, costi, e ricerche,per tale lavoro ho dovuto rivolgermi a un notaio della zona,

portando l'elenco,questi fatturando ogni atto prodotto sono €.40,00 come faccio io a fare gratuitamente tale impegno?,premesso che io sono amministratore interno lavoro gratis. Certamente quell'amministratore ha dei costi e per forza deve adebitarli al condominio,pertanto ha la mia approvazione.buon lavoro

La copia della carta d identità è necessaria in quanto quando si sottoscrive un documento va allegato necessariamente un documento identificativo

La copia della carta d identità è necessaria in quanto quando si sottoscrive un documento va allegato necessariamente un documento identificativo

scusa ma tu ogni volta che firmi un documento alleghi una copia della tua carta d'identita' ?

Io come "tenuta registro" non faccio pagare niente.

 

Anzi, ho compilato io nel mio ufficio ai condomini anziani e non, che non erano in grado di farlo da soli, mi hanno portato copia dell atto di proprietà ed ho compilato dei moduli che avevo inviato loro, glielo ho fatti firmare, fotocopia CI+CF Fotocopia di tutto per loro

il tutto a gratis.

 

Mentre per lo S t ron zo... che non collabora, ho fatto tutta la trafila di cui sopra

buon lavoro compagno. perché si fa bene. sto affrontando qualche problema con questo registro, ma si può andare in modo chiaro. Penso che sia la vostra fortuna e si può procedere.

Nel caso di un autocertificazione si va sempre allegato un documento identificativo

Nel caso di un autocertificazione si va sempre allegato un documento identificativo

veramente la tua affermazione era un po' diversa .

 

"La copia della carta d identità è necessaria in quanto quando si sottoscrive un documento va allegato necessariamente un documento identificativo" .

 

 

 

 

"Nel caso di un autocertificazione si va sempre allegato un documento identificativo"anche cio non e' corretto .

 

il documento d'identita' va allegato solo nel caso di autocertificazione spedita a pubbiche amministrazioni o gestori di servizi .

 

per le autocertificazioni da mandare o consegnare all'amministratore condominiale non serve allegare nessun documento d'identita ,visto che l'autocertificazione deve essere autenticata( rapporti tra privati ).

 

che poi in realta' per il registro anagrafe basta una normale lettera visto che si tratta di "comunicare dei dati" ,e per comunicare basta una semplice lettera o modulo .

Scusate vorrei un chiarimentoin merito all'attribuzione delle spese che l'amministratore sostiene di aver affrontato per acquisire informazioni catastali relative all'immobile(che a suo dire avrebbe subito modificazioni).Tale richiesta e'avvenuta quando l'immobile apparteneva al vecchio proprietario.Quesito:a chi competono le spese?

Grazie

×