Vai al contenuto
Leo Laguna

Passaggio di consegne e problemi con vecchio amministratore!!

Buongiorno cari colleghi.

L'altro giorno ho ricevuto la richiesta di alcuni amici nel presentare loro un preventivo per l'amministrazione del condominio.

L'Assemblea revoca mandato al vecchio amministratore e lo affida a me.

Purtroppo spulciando le carte ci sono diversi punti in cui il "collega" ha fatto il furbetto visto che ha gestito dei lavori straordinari sul rifacimento delle facciate, inizio lavori maggio 2013 e fine lavori settembre 2013!?!?

 

1. L'assemblea in data 01/10/2012 delibera l'approvazione dei lavori per un totale di 75.000€ più IVA.

2. L'assemblea in data 01/06/2013 delibera una spesa fuori preventivo di 13.000€ più IVA.

3. Il vecchio Amministratore ancora non ha chiuso il consutivo sui lavori straordinari finiti a Settembre 2013.

 

L'amministratore per entrambi le due delibere si autodertemina una percentuale del 3%, già incassata, calcolata non sull'imponibile ma sul lordo. In più, ne nella prima assemblea dell' 01/10/2012 e ne nella seconda 01/06/2013 ha specificato tale compenso ma lo ha indicato solo nella tabella mandata a casa con la ripartizione delle spese con le relative rate e scadenze; i condomini non hanno mai ricevuto un prospetto analitico dei sui compensi ma hanno sempre approvato il suo compenso ordinario nel Bilancio Preventivo per conto, dove nello stesso non è indicata la % su lavori straordinari.

In più ha chiesto 3000€ per occupazione di suolo pubblico, incassato dai condomini ma non versato al Comune in quanto non era dovuto dato che lo stesso condominio ha una fascia di 5 metri sull'intero perimetro e non ha nessuna servitù di passaggio.

 

Personalmente non mi ero mai trovato davanti ad una situazione del genere quindi vorrei chiedere ai colleghi con più esperienza quale via intrapendere per risolvere il problema nel minor tempo possibile e tutelare in maniera trasparente e completa i miei clienti condomini.

 

Grazie Leo.

Non c'è cosa più semplice indire nuova assemblea portare a conoscenza i condomini e far decidere agli stessi cosa fare? Se vuoi però un consiglio parlerei prima con il vecchio amministratore per capir e meglio il tutto prima di agire.

Non c'è cosa più semplice indire nuova assemblea portare a conoscenza i condomini e far decidere agli stessi cosa fare? Se vuoi però un consiglio parlerei prima con il vecchio amministratore per capir e meglio il tutto prima di agire.

Gli ho fatto presente tutte queste anomalie e lui per risposta mi ha detto che è tutto lecito dal suo punto di vista che che svolge quest'attività da 25 anni, questa è stata la sua risposta. Anzi mi ha precisato pure che non mi devo permettere più di disturbarlo altrimenti mi denuncia per diffamazione xè secondo Lui è tutto nella norma...

 

Io, personalmente, vorrei indicare la via più breve per risolvere il problema!!!

Gli ho fatto presente tutte queste anomalie e lui per risposta mi ha detto che è tutto lecito dal suo punto di vista che che svolge quest'attività da 25 anni, questa è stata la sua risposta. Anzi mi ha precisato pure che non mi devo permettere più di disturbarlo altrimenti mi denuncia per diffamazione xè secondo Lui è tutto nella norma...

 

Io, personalmente, vorrei indicare la via più breve per risolvere il problema!!!

Le associazioni nazionali sono talmente poche che è meglio non indicarne le cariche.

Il problema quale sarebbe?

Non ha fatto approvare il suo compenso extra nè il consuntivo lavori ma si è preoccupato di prelevarlo, immagino, fatturato?

Ebbene,al di là dei suoi 25 anni di esperienza casalinga,le regole prevalgono e comportano tu sottoponga tale situazione all'assemblea informandola di pro e contro,lasciando ad essa l'onere di decidere nel merito,senza insistenza nè altro.

Le associazioni nazionali sono talmente poche che è meglio non indicarne le cariche.

Il problema quale sarebbe?

Non ha fatto approvare il suo compenso extra nè il consuntivo lavori ma si è preoccupato di prelevarlo, immagino, fatturato?

Ebbene,al di là dei suoi 25 anni di esperienza casalinga,le regole prevalgono e comportano tu sottoponga tale situazione all'assemblea informandola di pro e contro,lasciando ad essa l'onere di decidere nel merito,senza insistenza nè altro.

Infatti penso che alla fine espongo tutto all'assemblea informandoli sugli obblighi di legge da parte del vecchio amministratore e poi saranno loro a decidere come agire, anche perchè nella mia carriera non ho mai forzato la mano su niente ed è anche la prima volta che mi trovo davanti ad una situazione così mal gestita!!!!

 

Grazie

×