Vai al contenuto
gianluca_87

Pagamento fornitura luce e gas in ritardo per mancato invio bolletta da parte del proprietario

Salve a tutti,

 

Sono in affitto in un immobile dove le utenze sono intestate al mio proprietario. Nel contratto non viene menzionato nulla sull'obbligo della voltura delle utenze.

Il problema è nato lo scorso mese che, dopo la domanda fatta al proprietario di una bolletta che non arrivava, il gestore della fornitura di luce decide di sospendere la fornitura normale di 3kw e limitarla a 300w. Chiamo il mio padrone di casa che dopo varie ricerche trova questa bolletta.

A seguito di questo evento ho dovuto sborsare circa 100 euro di tasca mia per riattivare il normale contratto e pagare la mora. Mi chiedo, siccome è lui l'intestatario delle forniture deve pagare lui la mora visto che non mi ha tempestivamente inviato la bolletta?

 

Grazie

Gianluca 

gianluca_87 dice:

Salve a tutti,

 

Sono in affitto in un immobile dove le utenze sono intestate al mio proprietario. Nel contratto non viene menzionato nulla sull'obbligo della voltura delle utenze.

Il problema è nato lo scorso mese che, dopo la domanda fatta al proprietario di una bolletta che non arrivava, il gestore della fornitura di luce decide di sospendere la fornitura normale di 3kw e limitarla a 300w. Chiamo il mio padrone di casa che dopo varie ricerche trova questa bolletta.

A seguito di questo evento ho dovuto sborsare circa 100 euro di tasca mia per riattivare il normale contratto e pagare la mora. Mi chiedo, siccome è lui l'intestatario delle forniture deve pagare lui la mora visto che non mi ha tempestivamente inviato la bolletta?

 

Grazie

Gianluca 

A rigor di logica le bollette dovrebbe pagarle lui e poi chiederti il rimborso, mostrandoti il giustificativo dei consumi ma non della sua dimenticanza.

Affinchè questo non accada più, chiedigli di fare una registrazione sul sito del fornitore in modo che con il PC o con un app possa controllare anche tu le emissioni di fatture e porre rimedio se vedi che non ti arriva il cartaceo della bolletta periodica.

  • Mi piace 1

Salve,

La ringrazio per la risposta celere. Il proprietario ha la registrazione al sito di fornitura luce e gas, la sua risposta è stata che è colpa del fornitore. Non ha mai chiamato il gestore per restituire tale cifra, e alla mia richiesta di dividere almeno le spese mi ha risposto con un bel ... , quello che mi chiedo è, visto che le utenze sono intestate a lui, posso richiedere il rimborso di tale somma a lui e scalarla dalle ultime spese prima di abbandonare l'immobile?

 

Grazie ancora

gianluca_87 dice:

... , quello che mi chiedo è, visto che le utenze sono intestate a lui, posso richiedere il rimborso di tale somma a lui e scalarla dalle ultime spese prima di abbandonare l'immobile?

Quando il rapporto diventa conflittuale, ogni gesto fatto senza accordo diventa causa di beghe legali.

Ci sta anche che una bolletta si perda e non arrivi per cui difficile contestare lo storno al fornitore.

Io non so proprio cosa consigliarti.

Se proprio il locatore non ne vuol sapere, devi valutare tu cosa è meglio fare tenendo  presente che il canone di locazione lo devi sempre pagare per intero e, semmai, trattieni le spese accessorie in attesa di conguaglio, sempre tenendo d'occhio cosa prevede il tuo contratto di locazione.

Fossi in te andrei a chiedere un consiglio ad un sindacato inquilini, portando con me il contratto di locazione alla mano.

Molto dipende dagli accordi inizialmente presi, e se questi accordi sono verbali o scritti.

Suppongo siamo in presenza di accordi verbali, altrimenti non sarebbe emerso sto putiferio: adesso distribuire meriti e demeriti non è facile perchè uno può sostenere l'esatto contrario dell'altro.

Si deve valutare anche la opportunità di sollevare un polverono per 100 €., così come la spesa extra la si può smezzare ammettendo colpe da ambo le parti.

 

Molto semplicemente chi è intestatario dell'utenza, è pure responsabile dei pagamenti, tutti i pagamenti, qualunque essi siano.. Quindi la pecca sarebbe del proprietario.

D'altra parte proprietario ed inquilino da subito per evitare problemi indesiderati come questo, avrebbero potuto accordarsi nel modo più semplice ed ovvio: volturare da inizio locazione le utenze a favore dell'inquilino.

Invece pare evidente che insieme abbiano prediletto altre opzioni imprevedibili e pericolose, come in effetti si sono già dimostrate.

La ringrazio per la risposta,

 

Tengo a precisare che la mia prima proposta è stata quella di dividere il pagamento, perché le colpe possono essere di "entrambi". Sono arrivato a questo punto solo per i suoi comportamenti sleali e le continue minacce da parte sua. Sul contratto non è menzionato l'obbligo della voltura, tacitamente le utenze sono rimaste intestate a lui, alla richiesta di avere il codice per poter scaricare le bollette mi è stato negato, siccome mi sta sfrattando per motivazioni assurde a questo punto tutta la mia buona volontà di accollarmi spese è terminata. Questo è il motivo per il quale non voglio pagare spese che non mi spettano. Ho qualche legge su cui appellarmi?
P.S. Oltre a questo il proprietario cerca sempre di farmi pagare delle spese condominiali che spettano a lui. Per questo ultimo punto ho le tabelle di ripartizione delle spese e quindi posso impugnare quelle. Per la fornitura elettrica c'è qualcosa del genere?

 

 

Grazie

per le spese condominiali, non tutte le tabelle si possono applicare.

Bisogna vedere cosa dispone il tuo contratto, se è richiamata una particolare tabella o se ne valga automaticamente una in particolare.

Anche per le utenze è tutto molto più complicato di quel che non sembri.

Hai bisogno di assistenza per non commettere gravi errori col "fai da te": sarebbe auspicabile che ti affidassi e ti facessi rappresentare da un sindacato inquilini.

gianluca_87 dice:

siccome mi sta sfrattando per motivazioni assurde a questo punto tutta la mia buona volontà di accollarmi spese è terminata. Questo è il motivo per il quale non voglio pagare spese che non mi spettano.

Ecco il particolare che spiega tutto.

Ti sta sfrattando e ti sta mettendo i bastoni tra le ruote in tutti i modi, perfino non dandoti (volutamente maligno io) la bolletta della luce per non farti pagare e farti staccare/limitare la fornitura di energia elettrica.

 

Non conoscendo i fatti, io consigliavo un accordo per non rovinare i rapporti ma ora che dici che hai uno sfratto in corso, credo che non ci sia niente da salvare ma di attenersi ad un compotamento formale senza commettere nessuno sbaglio.

A maggior ragione ora è ancora più valido il mio cosiglio dato nel mio precedente intervento; senti un sindacato inquilini, fai leggere il tuo contratto e comportati secondo quanto ti è permesso di muoverti senza errori.

Leonardo53 dice:

senti un sindacato inquilini, fai leggere il tuo contratto e comportati secondo quanto ti è permesso di muoverti senza errori.

👍

albano59 dice:

per le spese condominiali, non tutte le tabelle si possono applicare.

Bisogna vedere cosa dispone il tuo contratto, se è richiamata una particolare tabella o se ne valga automaticamente una in particolare.

Anche per le utenze è tutto molto più complicato di quel che non sembri.

Hai bisogno di assistenza per non commettere gravi errori col "fai da te": sarebbe auspicabile che ti affidassi e ti facessi rappresentare da un sindacato inquilini.

Non voglio entrare nel merito, ma facendo un semplice esempio l'installazione dei contabilizzatori dei termosifoni del costo di 200 euro voleva farla pagare a me nonostante l'amministratore di condominio l'abbia messa sotto la voce spese proprietario. Comunque ringrazio tutti, credo che andrò presso un sindacato per chiarire la faccenda

Leonardo53 dice:

Ecco il particolare che spiega tutto.

Ti sta sfrattando e ti sta mettendo i bastoni tra le ruote in tutti i modi, perfino non dandoti (volutamente maligno io) la bolletta della luce per non farti pagare e farti staccare/limitare la fornitura di energia elettrica.

 

Non conoscendo i fatti, io consigliavo un accordo per non rovinare i rapporti ma ora che dici che hai uno sfratto in corso, credo che non ci sia niente da salvare ma di attenersi ad un compotamento formale senza commettere nessuno sbaglio.

A maggior ragione ora è ancora più valido il mio cosiglio dato nel mio precedente intervento; senti un sindacato inquilini, fai leggere il tuo contratto e comportati secondo quanto ti è permesso di muoverti senza errori.

Infatti, io sto cercando di capire legalmente cosa devo o non devo pagare, in 10 anni di affitto non ho mai pagato una bolletta in ritardo, negli ultimi 2 anni, con questo proprietario, le bollette arrivavano puntualmente in ritardo nonostante fossero digitali e immediate. Comunque andrò da un sindacato per esporre questa questione, grazie ancora

gianluca_87 dice:

andrò da un sindacato per esporre questa questione, grazie ancora

Di niente. In bocca al lupo.

Quella dei contabilizzatori è una tavanata galattica del proprietario.

Per le bollette sistematicamente in ritardo anch'io sono portato a supporre malfede e malizia del proprietario; passi qualche volta ma sempre non è proprio credibile.

 

Ottimo se ti fai aiutare da  un sindacato.

In bocca al lupo.

albano59 dice:

Quella dei contabilizzatori è una tavanata galattica del proprietario.

Per le bollette sistematicamente in ritardo anch'io sono portato a supporre malfede e malizia del proprietario; passi qualche volta ma sempre non è proprio credibile.

 

Ottimo se ti fai aiutare da  un sindacato.

In bocca al lupo.

Crepi :)

 

Ho preso appuntamento per la settimana prossima.

Un'ultima domanda, le spese di voltura sia della fornitura luce che gas fatta dal vecchio inquilino verso il proprietario di casa spettano a lui? Perché anche queste sono state pagate da me.

 

Buona serata e grazie

×