Vai al contenuto
chiara78

Oneri condominali:determinazione

In sede di investitura i candidati amministratori presentano le loro richieste dietro la voce generica ''compensi all'amministratore''.Mi chiedo come e'possibile determinare dagli importi presentati le singoli voci..in particolare come potro'determinare l'importo mensile richiesto ad ogni unita'immobiliare a titolo di condominio se dalla voce generica''compenso''nulla risulta?

il compenso annuo dell'amministratore viene ripartito secondo i millesimi della tabella di proprietà sicchè ognuno pagherà la propria quota annua.

la frequenza dei pagamenti degli oneri condominiali è decisa in assemblea all'atti della approvazione del preventivo dell'esercizio contabile.

Non è possibile se non si dettaglia. Ciò è previsto dall'art. 1129 c.c.

 

L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificareanaliticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso perl'attività svolta.

quindi in teoria nel compenso richiesto dall'amministratore sono compresi gli oneri condominiali..ma vanno calcolati in funzione dei millesimi comprensivi di scale ed ascensori o solo unita'immobilare?

Tuttavia non riesco a comprendere come mai oltre agli oneri condominiali vengono periodicamente richieste altre spese di manutenzione ordinaria(luci,scarichi,etc.etc)...

Il compenso e' solo uno degli oneri .(questo onere di solito e' a carico del proprietario ) .

Gli oneri condominiali sono molteplici . Alcuni competono al proprietario altri all'inquilino .

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il compenso e' cio' che prende l'amministratore per svolgere il suo lavoro non per pagare le altre spese condominiali .

Ecco...ma la quota mensile che viene richiesta mensilmente in genere cosa copre considerato che poi tutti gli interventi(scale,etc.etc)vengono poi comunque richiesti?

normalmente la quota condominiale "ordinaria" che viene pagata (mensilmente, ogni tre mesi o sei mesi a seconda delle decisioni prese in assemblea) comprende tutto ciò che serve a far funzionare il condominio, compreso quello di cui stiamo parlando (compenso amministratore) e quello che tu aggiungi (scale, ecc, ecc),

ad esempio la quota comprende :assicurazione fabbricato, stampati, spese postali, cancelleria, amministrazione, spese legali, manutenzione ordinaria, pulizia scale, illuminazione scale, manutenzione ascensori, energia ascensori, asl, e quant'altro si possa prevedere come spesa.

alcune di queste spese sono a carico del proprietario, altre dell'inquilino.

ci sono poi delle quote "straordinarie" che servono per far fronte a determinati lavori non ricorrenti (riparazione del tetto, pitturazione della facciata, ...).

queste però sono specifiche e non si devono mischiare con le altre.

l'amministratore racimola gli importi e paga le bollette, l'impresa di pulizia, trattiene il suo compenso, paga la ditta che manutiene gli ascensori, ecc.

 

[TABLE=width: 346]

[TR]

[TD][/TD]

[/TR]

[TR]

[TD][/TD]

[/TR]

[TR]

[TD][/TD]

[/TR]

[/TABLE]

alcune di queste spese sono a carico del proprietario, altre dell'inquilino.

Ad integrazione, aggiungo che le spese a carico dell'inquillino sono specificate solo nel suo contratto di locazione, laddove si trattano gli oneri accessori: si tratterà in prevalenza di una parte degli oneri condominiali risultanti nel rendiconto annuale, e in misura marginale di oneri non condominiali quali ad esempio le imposte di registro sui contratti o qualche tributo comunale.

In sede di investitura i candidati amministratori presentano le loro richieste dietro la voce generica ''compensi all'amministratore''.Mi chiedo come e'possibile determinare dagli importi presentati le singoli voci..in particolare come potro'determinare l'importo mensile richiesto ad ogni unita'immobiliare a titolo di condominio se dalla voce generica''compenso''nulla risulta?

l'amministratore deve presentare un preventivo specificando tutte le voci di spesa, con dettaglio sia delle prestazione ordinarie comprese nel compenso che di quelle straordinarie per attività richieste dai condomini con pagamento a parte.

Ecco...ma la quota mensile che viene richiesta mensilmente in genere cosa copre considerato che poi tutti gli interventi(scale,etc.etc)vengono poi comunque richiesti?

Questo dovresti chiederlo all' amministratore .

×