Vai al contenuto
paolodecri

Occupazione suolo pubblico per passo carraio condominiale

Salve a tutti.

Prendo spunto da questo messaggio dell' utente "Meri":

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/condominio-nega-divieto-di-sosta-91255/

Ed in particolare a questa parte di messaggio:

"Per ottenere tale Concessione di occupazione di suolo pubblico non occorre avere quindi particolari requisiti ma è sufficiente dimostrare che l'area a cui si accede è idonea a contenere i/il veicolo (così come recita la norma), ovvero che il divieto di sosta è motivato, punto e basta. La Concessione può quindi essere intestata a CHIUNQUE, ovvero anche ad un estraneo. Io potrei essere titolare della Concessione per passo carrabile per l'accesso di un mio amico che stà in un'altra città perché stò occupando un suolo pubblico di quel Comune al pari di aver messo un banco di fruttivendolo in piazza. Ciò che c'è o avviene nella proprietà privata non c'entra un fico secco"

Per chiedere alcuni chiarimenti.

Il mio comune prevede, concordemente con quanto riportato sopra da Meri, che per ottenere "la concessione di occupazione di suolo pubblico con passi carrai (COSAP)" : Il richiedente della Concessione deve essere sempre persona fisica avente titolo reale : proprietario, locatario, legale rappresentante o titolare della società/ditta del fondo od edificio su cui grava l'accesso. Per i condomini la Concessione può essere richiesta dall'Amministratore Condominiale."

Quindi il richiedente deve avere due requisiti essenziali: 1) essere una persona fisica,2) avere un titolo reale.

Ora la mia situazione.

Condominio di due edifici separati, uno di sole abitazioni, l' altro soli terranei box.

I box appartengono tutti allo stesso proprietario, e per accedervi a questi si passa per un cortile comune, comune anche al proprietario dei box, e attraverso un passo carraio non regolamentato, anche questo ultimo comune pure al proprietario dei box.

In tale situazione, il proprietario dei box sembrerebbe avere entrambi i requisiti per ottenere la "la concessione di occupazione di suolo pubblico con passi carrai (COSAP)", in quanto "persona fisica" avente "titolo reale".

Inoltre, a mio parere (ma chiedo cortesemente anche un vostro parere), il proprietario dei box è, in tale situazione, l' unico ad avere quel "titolo reale" o, per meglio dire, quell' interesse reale e legittimo, ad ottenere tale concessione, perché dubito che una vecchietta del condominio che ha solo una abitazione, possa giustificare la richiesta di passo carraio, perché vuole salire più comodamente con le borse della spesa.

E qui la mia domanda:

- nella situazione sopraindicata, il proprietario dei box è legittimato a chiedere, a sue spese, di ottenere la "occupazione di suolo pubblico con passo carraio" (COSAP)?

Volevo un parere in merito alla richiesta del mio comune del pagamento del passo carraio, l'accesso non interrompe alcun marciapiede in quanto non c'è, il cancello automatico è posto all'interno di circa 2 metri dal margine della strada,e questo rientro è discesa essendo i box posti a circa 1 metro sotto il livello stradale. Grazie

Da quel che so non importa nulla se ti immetti prima in un marciapiedi piuttosto che direttamente sulla strada, spesso il marciapiede è addirittura di proprietà del palazzo ma il passo carraio rimane comunque da pagare.

×