Vai al contenuto
IV8136

Nota spese di condomino per rimborso costi sostenuti

Buonasera,

nella gestione del condominio che amministro in qualità di amministratore interno, vengono sostenuti alcuni costi di modesta entità da parte di un condomino autorizzato ad occuparsi delle piccole manutenzioni e della cura delle aiuole; trattasi di sostituzione di lampade bruciate, concimi e bulbi di piante da fiore. Per tali spese il condomino presenta a fine anno una nota spese a suo nome, sottoscritta e corredata degli scontrini fiscali. E' regolare registrare nella contabilità del condominio detta nota spese? Potrebbe essere contestata in quanto non è una regolare fattura intesta al condominio? Sarebbe complicato ottenere una fattura ad ogni piccola spesa di qualche Euro.

Grazie.

C'è assunzione di responsabilità che risulta certificata dai pagamenti. I reati potrebbero essere penali nel caso di infortuni oltre che reati fiscali dovuti ai pagamenti in nero.

Buonasera,

nella gestione del condominio che amministro in qualità di amministratore interno, vengono sostenuti alcuni costi di modesta entità da parte di un condomino autorizzato ad occuparsi delle piccole manutenzioni e della cura delle aiuole; trattasi di sostituzione di lampade bruciate, concimi e bulbi di piante da fiore. Per tali spese il condomino presenta a fine anno una nota spese a suo nome, sottoscritta e corredata degli scontrini fiscali. E' regolare registrare nella contabilità del condominio detta nota spese? Potrebbe essere contestata in quanto non è una regolare fattura intesta al condominio? Sarebbe complicato ottenere una fattura ad ogni piccola spesa di qualche Euro.

Grazie.

Per il materiale di consumo, se vado all'ipermercato non ho difficoltà a farmi fatturare anche una sola penna di 1 euro.

Immagino che l'Agenzia delle Entrate "tolleri" le spese di lieve entità giustificate da scontrini fiscali ma io preferisco documentare con fattura qualsiasi tipo di spesa.

 

Per la prestazione d'opera consiglio di usare i "vaucher" in modo che oltre ad essere fiscalmente in regola il prestatore d'opera sarà assicurato anche contro gli infortuni.

Per ogni 10 euro di vaucher acquistati dal condominio il prestatore d'opera incasserà 7,5 euro netti ma soprattutto tu amministratore potrai fare sogni più tranquilli.

Giusto il consiglio dei voucher per la prestazione d'opera ma al momento è resa gratis. Per i rimborsi sono d'accordo che è preferibile la fattura, ma nel caso di nota spese come descritto, può essere contestata fiscalmente e di conseguenza essere impugnata l'assemblea che ha approvato il bilancio consuntivo?

Giusto il consiglio dei voucher per la prestazione d'opera ma al momento è resa gratis. Per i rimborsi sono d'accordo che è preferibile la fattura, ma nel caso di nota spese come descritto, può essere contestata fiscalmente e di conseguenza essere impugnata l'assemblea che ha approvato il bilancio consuntivo?

La prestazione d'opera gratuita con rimborso spese deliberate, che siano giustificate da scontrino o fattura al condominio, presta il fianco ad una prestazione d'opera in nero.

Tutto va bene finchè non succede nulla ma in caso di infortunio....

 

Il condòmino che vuole mettere mani alla cosa comune deve farlo a proprie spese.

Se il condominio ratifica la spesa, a mio avviso ratifica anche il lavoro.

 

Art. 1102 c.c.

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa. Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso.

Scusa la mia insistenza Leonardo53. A verbale risulta l'incarico affidato al condomino per queste piccole manutenzioni e l'accettazione da parte sua a titolo gratuito. L'amministratore ha dato autorizzazione ad occuparsi personalmente degli acquisti ritenuti necessari ed assicurandone il rimborso su presentazione di nota spese con allegati i giustificativi di spesa. Tali spese vengono poi portate a costo condominiale.

Scusa la mia insistenza Leonardo53. A verbale risulta l'incarico affidato al condomino per queste piccole manutenzioni e l'accettazione da parte sua a titolo gratuito. L'amministratore ha dato autorizzazione ad occuparsi personalmente degli acquisti ritenuti necessari ed assicurandone il rimborso su presentazione di nota spese con allegati i giustificativi di spesa. Tali spese vengono poi portate a costo condominiale.

Se mentre cambia una lampadina cade dalla scala? A verbale risulta che gli avete affidato un lavoro e non è stata una sua iniziativa personale per cui siete responsabili dell'infortunio e potrebbe rivalersi sul condominio per il risarcimento. Fin che non succede nulla tutto bene ma poi potrebbero mettersi di mezzo avvocati o peggio ancora giudici. Meglio, molto meglio non scrivere nulla.

... L'amministratore ha dato autorizzazione...

L'amministratore, quale rappresentante legale del condominio, diventa il committente perchè non può non essere a conoscenza della delibera dovendola trascrivere sul registro dei verbali.

Legalmente è l'amministratore (committente) che affida l'incarico a titolo gratuito.

Ma il prestatore d'opera è assicurato contro gli infortuni?

Se il prestatore d'opera, pur se a titolo gratuito, subisce un infortunio ne risponde il condominio che può esercitare azione di rivalsa nei confronti dell'amministratore che, in ogni caso, ne risponde penalmente.

Lo scontrino fiscale di pochi euro rispetto alla fattura diventa l'ultimo dei problemi per l'amministratore.

Scusa la mia insistenza Leonardo53. A verbale risulta l'incarico affidato al condomino per queste piccole manutenzioni e l'accettazione da parte sua a titolo gratuito. L'amministratore ha dato autorizzazione ad occuparsi personalmente degli acquisti ritenuti necessari ed assicurandone il rimborso su presentazione di nota spese con allegati i giustificativi di spesa. Tali spese vengono poi portate a costo condominiale.

piu' che del rimborso di piccole spese mi preoccuperei di " A verbale risulta l'incarico affidato al condomino per queste piccole manutenzioni e l'accettazione da parte sua a titolo gratuito."

Mi inserisco per l'interesse personale al quesito iniziale.

Mi pare che la domanda di IV8136 riguardasse la regolarità del documento di costo e non la prestazione d'opera per i cui eventuali infortuni potrà essere stata stipulata un'assicurazione.

secondo me e' sufficente anche uno scontrino fiscale o ricevuta fiscale come giustificativo .

Salve,

lo scontrino fiscale può essere sufficiente come giustificativo, oltre che ovviamente la fattura. Se poi si vogliono chiudere gli occhi sulla situazione precaria in cui si viene a trovarsi il prestatore d'opera (anche se a titolo gratuito) e sull'eventuale responsabilità della compagine assembleare e dell'Amministratore è tutto un altro discorso.

Capisco che in certe situazioni si tenga al risparmio, ma l'uso dei voucher garantisce risparmio e sicurezza. E non importa se il soggetto nella delibera abbia optato per una prestazione gratuita o abbia firmato una eventuale esclusione di responsabilità del datore di lavoro, in questo caso il condominio, perchè si ravviserebbe come clausola vessatoria e quindi nulla in quanto il lavoratore è contraente debole.

Di fatto in caso di infortunio, il soggetto che pure ha accettato di farlo gratuitamente e nell'ipotesi che pure abbia firmato qualsiasi esonero di responsabilità, può agire legalmente e di fatto il condominio e l'Amministratore si troverebbero in gravi guai.

 

Cordiali saluti.

Allora vado bene per il giustificativo di spesa.

C'è infatti un'assicurazione che copre gli infortuni a terzi compresi i condomini e pertanto ci si sentirebbe abbastanza tranquilli.

×